Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 10:08

Flash Mob Fiocco Umano e Incursioni teatrali

Flash Mob Fiocco Umano e Incursioni teatrali

Lecce - Continuano le iniziative di LILA Lecce in programmazione per la Giornata Mondiale contro l'Aids celebrata lo scorso 1° dicembre. Ancora una volta i volontari e gli attivisti scenderanno in piazza a testimoniare l’impegno e l'urgenza per continuare a lottare contro l’AIDS anche, o forse soprattutto, in giorni diversi dalla Giornata Mondiale, perché come denuncia Viviana Bello -presidente della sezione locale della Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids- “il primo dicembre non può essere l'unico giorno di attenzione sul tema ma, semplicemente, dovrebbe essere un giorno in più. Un giorno in cui -aggiunge- prendiamo il megafono in mano e urliamo anche per chi la voce non ce l'ha.”

Così, alla vigilia dell'Immacolata, nella centralissima p.zza S. Oronzo alle ore 18.00, le attrici Rosanna De Luca e Sabina De Giorgi attraverso brevi incursioni teatrali desteranno l'attenzione dei passanti raccontando loro storie di resistenza quotidiana a un virus dimenticato, tratte da storie vere di persone sieropositive. Collateralmente un Flash Mob/Installazione di un Fiocco Umano.

“Un modo -continua Viviana Bello- per far entrare nella quotidianità ciò che sembra essere dimenticato. Un modo, quindi, per continuare a informare, sensibilizzare e far riflettere, ma anche per stimolare i passanti a prendere una posizione, seppur simbolica, contro l'Aids e sostenere quel drappo lungo sette metri e incrociarlo per formare il “Red Ribbon”, simbolo della solidarietà alle persone sieropositive e ai malati di Aids.” 

Tra le iniziative anche una giornata di promozione del test hiv c/o Day Hospital Malattie Infettive “V. Fazzi”, Lecce prevista l'11 dicembre dalle ore 7.30 alle ore 13.00. Un giorno e in un'ora precisa, quasi come fosse un flash mob in cui dalla lotta si passa a una scelta, chiara e responsabile, e poi all'azione, quella di fare il test HIV.

11 DICEMBRE 2014

dalle 7.30 alle 13.00 c/o Day Hospital Malattie Infettive “V. Fazzi”, Lecce

IO L'11 DICEMBRE VADO A FARE IL TEST E TU, VIENI?

#seguiilfiocco, campagna di promozione del test hiv

Dopo il successo del 17 Luglio, ancora una giornata di sensibilizzazione e promozione del test HIV. Questa volta l'appuntamento è per l'11 dicembre dalle 7.30 alle 13.00 presso il Day Hospital di Malattie Infettive dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce (per info: lilalecce@libero.it)

Nata per gioco a luglio scorso, l'idea è quello di darsi appuntamento in un giorno e in un'ora precisa, quasi come fosse un flash mob in cui dalla lotta si passa a una scelta, chiara e responsabile, e poi all'azione, quella di fare il test HIV, quindi promuovere un'azione di responsabilità e consapevolezza. Sottolinea Viviana Bello: “L'iniziativa nasce per promuovere una cultura generalizzata di prevenzione e informare la popolazione sull'importanza di conoscere il proprio stato sierologico e sulla necessità, a tutt'oggi, nonostante siano passati 30 anni dalla prima infezione da HIV riconosciuta nel nostro Paese, di interrompere le trasmissioni del virus e colmare le distanze come sancito da UNAIDS o quanto meno contrastare le sempre più frequenti diagnosi tardive”. Per quanto riguarda il test di screening, spiega: “è un semplice prelievo di sangue che va a verificare la presenza di anticorpi antiHIV e che verrà eseguito in modalità di anonimato, gratuità e riservatezza, come previsto dalla legge 135/90, e con l'accoglienza e il counselling da parte del personale di Malattie Infettive e dei volontari dell'associazione che sul territorio si occupa di hiv/aids”.

"Perché farlo?" Non è la domanda giusta! Piuttosto iniziamo a chiederci "Perché non farlo?".

Perché non farlo se oggi sappiamo che l'unico modo per diagnosticare l'infezione è quello di fare il test per l'HIV? Perché non farlo se ormai è risaputo che in tanti vivono con il virus dell'HIV senza saperlo, arrivando a diagnosi tardive? Perché non farlo se sappiamo che oggi si vive e si può convivere con il virus, ma molto dipende dallo scoprirlo quanto prima? Perché non farlo se i dati ci dicono che l'80% delle nuove trasmissioni avviene per via sessuale? E non importa che tu sia omo/bi/etero sessuale, il virus può colpire chiunque abbia una vita sessualmente attiva e ha avuto anche solo un rapporto non protetto. Perché non farlo se ci saranno il counselling e i sorrisi dei volontari di LILA LECCE e degli altri promotori dell'iniziativa? Perché non farlo se saranno garantiti i criteri di anonimato, gratuità e riservatezza?


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner