Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 24 ottobre 2017 - Ore 11:37

Melbourne di Nima Javidi dal Festival di Venezia al Db D’Essai

Melbourne di Nima Javidi dal Festival di Venezia al Db D’Essai

Lecce - Mentre in Italia si apre la seconda settimana di programmazione, continuano nel mondo i successi festivalieri di MELBOURNE, il film di Nima Javidi, applaudito a Venezia come evento speciale d'apertura della Settimana Internazionale della Critica a Venezia e da giovedì 4 dicembre al Cinema Don Bosco D’Essai di Lecce. 

Dopo aver conquistato l'estremo oriente (Tokyo International Film Festival), il nord Europa (ottenendo il Premio per la Migliore Sceneggiatura e la Menzione speciale per la fotografia al 25. Festival di Stoccolma), e il mondo arabo (con la Piramide d'oro vinta al 36. Cairo International Film Festival), il film ha infatti ricevuto quattro nuovi e importanti riconoscimenti in Spagna e in Argentina.

Il Festival Internacional de Cine di Gijon, tra gli appuntamenti cinematografici spagnoli più prestigiosi, ha assegnato a Melbourne il premio per la migliore regia e quello per la migliore sceneggiatura, a cui si aggiunge il premio come Miglior Film assegnato dalla giuria dei giovani. Dall'altra parte dell'Atlantico, invece, il Festival Internacional de Cine di Mar de Plata, uno dei più importanti di tutto il Sudamerica, ha premiato come migliore attrice la protagonista Negar Javaherian.

Il successo internazionale del film è inoltre sancito dall'attenzione critica internazionale, a cominciare da Variety, che sottolinea che "la messa in scena di Nima Javidi, al suo debutto, fa pensare a un talento che non conosce confini". Melbourne racconta la storia di Amir e Sara, che da Teheran che stanno per trasferirsi in Australia per continuare i propri studi.

Nelle poche ore che li separano dal volo, i due stanno sistemando le ultime cose nel loro appartamento. Con loro, in casa c’è la figlia neonata dei vicini: la tata è dovuta uscire e l’ha affidata alla coppia. Mentre i preparativi per la partenza continuano, e dopo aver chiamato il padre della piccola perché venga a prenderla, Amir e Sara dovranno fare i conti con un evento tragico che rischia di sconvolgere la loro vita. "Credo che la caratteristica più affascinante e insieme terribile degli esseri umani sia l‘imprevedibilità - spiega Javidi, al suo esordio nel lungometraggio -, qualcosa che è legato a una componente della natura umana che appare nelle situazioni più complesse, e che risulta anche sorprendente. Questa è la stessa esperienza che ha vissuto la coppia, apparentemente innocente, di Melbourne: un’esperienza amara, anche se profonda. Ma credo che la situazione non sia del tutto negativa. In qualsiasi posto del mondo si trovino ora, sotto lo stesso tetto o meno, queste due persone conoscono meglio la propria vera natura. E questo è un passo avanti". Dopo il successo mondiale e l'Oscar di Una separazione (con cui Melbourne condivide il protagonista Payman Maadi), una nuova conferma della capacità del cinema iraniano contemporaneo di indagare le dinamiche di coppia, e di parlare al pubblico internazionale con storie radicate nella propria realtà ma al tempo stesso dal respiro universale.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
22 Ottobre 2017 - Nardò

Nardò - Nuovi imperdibili appuntamenti con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 27 ottobre il gruppo si...

08 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Di Roberta Apos, nota hair stylist salentina, ne abbiamo sentito parlare a lungo. Nel corso del tempo stile e professionalità l’hanno...

07 Ottobre 2017 - Salento

Salento - Domenica 8 ottobre tornano i live al Gianna Rock Cafè di Veglie (via Fratelli Bandiera), con la band Figli di Rock 'n' Roll. Nel corso della...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner