Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 17 ottobre 2017 - Ore 13:07

Gli altri utenti stanno guardando:

Parte il 16 novembre il tour dei Bundamove

Parte il 16 novembre il tour dei Bundamove

Lecce - Sarà il 16 novembre la prima tappa del Tour nel Nord Italia dei Bundamove, anche se lo ‘start’ è previsto a Conversano, nel Sud Barese. Le date successive saranno a Ferrara (19 novembre), parma (21 novembre), Bologna (22 novembre) e Milano (28 novembre).

La band – composta da Emanuele "Manufunk" Pagliara (chitarra), Marco "DonSkal" Calabrese (tastiere), Michele “Mike” Minerva (basso), Antonio "Dema" De Marianis (batteria), Sandro “Sax” Nocco (sassofono) e Gabriele “Trumpet” Blandini (tromba) - nasce in Salento nel 2009 con l'attuale formazione che, ad oggi, non è mai cambiata. I sei musicisti vantano collaborazioni con Roy Paci & Aretuska, Manu Chao, Boomdabash, Anansi, Steela e si conoscevano già tra di loro, perché tutti presenti sulla scena musicale salentina ed italiana da diversi anni. Per questo motivo, al momento della nascita del gruppo, è stato semplice trovare il giusto mix ed il giusto affiatamento, sebbene il progetto sia in continua evoluzione musicale.

Accomunati dall'amore per il funk e, in generale, per la black music, è sulle basi di questo sentimento comune che è nato il progetto "Bundamove". La band ha iniziato col riproporre alcuni grandi classici della musica internazionale in chiave funk, inserendo successivamente le proprie idee ed esperienze che hanno dato vita al  primo album di inediti: Connection. Sicuramente l’aspetto “live” è quello che riesce meglio al gruppo e per questo motivo spesso molti artisti lo invitano nei propri progetti come ‘backing band’ o come arrangiatori. 

I sei salentini si fanno strada suonando in giro per l’Italia, conquistando pubblico e critica. La prima produzione discografica Da Funk Machine (Goodfellas, 2011) è anticipata da Roadhouse Blues .  Nel 2012, Smooth Criminal attira l’attenzione di Vincenzo Mollica che cita la band come una delle rivelazioni dell’anno nella rubrica del TG1 “DoReCiakGulp”. Nel 2013 i Bundamove entrano in studio per registrare il primo album di  inediti Connection, che uscirà l’anno seguente per Fiorirari/ Universal e sarà ricco di collaborazioni d’eccezione, come Sud Sound System, Emma Marrone, Après  La Classe, Nitto dei Linea 77, Mr T-Bone, Roberto Angelini, Cico: la band rivoluziona  il proprio sound, sperimentando la “connessione” tra antica passione per il funk e universo musicale, dal reggae al pop, passando per hip hop e crossover. Dal primo singolo Sexy Voodoo Party feat. Cico, prende spunto un tour di 60 date tra cui le aperture degli show di leggende della musica internazionale come Manu Chao e Ska-P, fino al Sziget Festival di Budapest, punto di riferimento della scena live europea (http://vimeo.com/72031777 ). Nel mezzo del tour, la band trova il tempo di registrare il remake di Filu de Jentu, in collaborazione con l’autore del pezzo Nandu Popu dei Sud Sound System (www.youtube.com/watch?v=EPR0GFt6iAE ). 

A maggio 2014 esce Stimoli feat. Cico & Karlino (https://www.youtube.com/watch?v=uAxaJwQi88k ), seguito a luglio da Ce Me  Passa feat. Sud Sound System & Après La Classe (https://www.youtube.com/watch?v=l0e0MSGvMWs ), pezzo simbolo di un’estate  che ha visto i Bundamove calcare i palchi di importanti festival nazionali (Ariano Folk, Gusto Dopa) ed aprire i concerti di Shaggy e dei Negramaro allo Stadio Via del Mare di Lecce.

Ma a quale pubblico si rivolgono prevalentemente i Bundamove?

“Non vogliamo rinchiuderci in una nicchia e dire: questo è il nostro mondo!” – affermano. “Preferiamo guardare all'intero universo musicale e quindi ad ogni tipo di pubblico. D'altronde, il nostro primo album lo dimostra sin dal titolo: non ci piace essere etichettati in un particolare genere; per questo ci risulta molto naturale collaborare con artisti della scena pop nazionale e contemporaneamente con le migliori band indipendenti italiane che spaziano dall’hard rock al reggae. E sempre per questo abbiamo costruito dei ponti che collegano i Bundamove ad Emma, ai Sud Sound System, agli Après La Classe, a Nitto dei Linea 77, a Mr T-Bone, ecc.., tutti protagonisti di Connection"

Avete una band di riferimento o, comunque, a cui vi siete ispirati al momento della nascita del gruppo?

“Ognuno di noi – concludono – ha le proprie preferenze musicali ed è difficile fare un solo nome. Probabilmente la band della scena internazionale a cui i Bundamove si ispirano maggiormente sono i The Roots, una delle band culto dell’Hip Hop americano. Non siamo una band hip hop, però apprezziamo molto il loro mondo musicale fatto di collaborazioni importantissime ed insolite per una band alternativa”. 

Contatti:

Web: www.bundamove.com

FB: www.facebook.com/bundamove

Twitter: www.twitter.com/Bundamove

YouTube: www.youtube.com/user/bundamove

Info & booking:

booking@liveandsurvive.it

www.bundamove.com.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Di Roberta Apos, nota hair stylist salentina, ne abbiamo sentito parlare a lungo. Nel corso del tempo stile e professionalità l’hanno...

07 Ottobre 2017 - Salento

Salento - Domenica 8 ottobre tornano i live al Gianna Rock Cafè di Veglie (via Fratelli Bandiera), con la band Figli di Rock 'n' Roll. Nel corso della...

08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner