Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 19 ottobre 2017 - Ore 16:26

Gli altri utenti stanno guardando:

#noisiamolecce2019: 12 ore di festa per la visita della giuria internazionale

#noisiamolecce2019: 12 ore di festa per la visita della giuria internazionale

Lecce - Laboratori, musica, teatro, danza, spettacoli, mostre, pranzi sociali: sarà una festa il Giorno dell’EUtopia. Così Lecce si prepara ad accogliere la giuria internazionale in visita nelle sei città italiane che si contengono il titolo di Capitale Europea della Cultura con un benvenuto di comunità, una festa concentrata nel tempo e nello spazio ma diffusa in cui si celebra e si dà prova dell’operosità, dell’energia, della vitalità e del grande slancio di cui il territorio è capace. Nessun dorma in questa giornata memorabile, che segna un ulteriore passo avanti nel processo di candidatura. L’imperativo è scendere in strada, partecipare e fare la differenza.

Tanti i linguaggi e le iniziative che dalle 12 sino a sera animeranno il Giorno dell’EUtopia, un evento laboratoriale che abbraccia il centro storico della città ma anche le periferie e in cui i cittadini stessi daranno prova della loro laboriosità e del loro saper fare. Nessuno escluso, come dimostrano le numerose adesioni provenienti da tutto il territorio e oltre. Il Giorno dell’EUtopia sarà prima di tutto per i cittadini un’occasione per guardare alla città con occhi nuovi e a riconoscersi come comunità. Grande protagonista sarà lo spazio pubblico, inteso come possibilità di incontro, dialogo e condivisione. Le strade, rinominate attraverso filoni tematici, saranno i fili conduttori attraverso cui ricostruire la narrazione di questo giorno speciale. 

Via dei Principi di Savoia diventerà per l’occasione la Via della Musica, con il coro barocco del Conservatorio Tito Schipa e l’Ensamble Fortunae Flautus; le piazzette Castromediano e Riccardi invece saranno ribattezzate come Via della Terra dove, grazie alle attività di workshop e alle mostre saranno messi in luce la grande varietà e ricchezza del paesaggio e di un territorio salentino variegato ed esteso. Si torna agli elementi naturali in piazza Baglivi: benvenuti in Via del Mare, con il laboratorio di costruzione di reti da pesca a cura dell’associazione MediterraneaMente e pescatori di Porto Cesareo e un LUAC sulla pesca sostenibile a partire dalle 14.50. Via Rubichi pullula di storie: saranno le narrazioni al centro della Via del Racconto, dove tra un concerto dell’ensamble Arcadia e un altro, è tutto un Trip, come recita il titolo dello spettacolo di Factory Compagnia Transadriatica; mentre sempre su questa via si incontrano anche "Canti te l’autra vita" di Carla Guido e insieme ai fiati del Conservatorio Tito Schipa e l’Ecomuseo delle Bonifiche di Frigole. Non sarà da meno Porta Napoli: l’elemento distintivo è la ruota, come elemento di dinamismo per eccellenza. Che sia di uno skateboard, di una carrozzina o di una bicicletta poco importa: nella città aperta e accessibile a tutti, la parola d’ordine è andare avanti sulla strada del cambiamento. Da una porta all’altra si arriva a Porta San Biagio: da qui si imbocca Via D’Aragona, meglio conosciuta come la Via del Barocco, ma questa volta da rileggere nei suoi aspetti più contemporanei: si consiglia di far tappa a Casa Eutopia-01 prima di accomodarsi alla lunga tavolata che si snoderà da Porta San Biagio verso la Chiesa di San Matteo ospitando cibi provenienti da tutto il mondo. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare: basta non presentarsi a mani vuote ma portando una pietanza preparata a casa per prendere posto. Il pranzo è servito alle 12. Non siamo lontani dal quartiere Leuca dove va in scena Il Mio Quartiere, un progetto  targato Salento2019 di riappropriazione e restituzione urbana, di sabotaggio e rilettura dei luoghi comuni fatta insieme agli abitanti del quartiere. Qualche passo indietro verso via dei Perroni per approdare in piazzetta Santa Chiara: è la Via dei Piccoli Esploratori

Piazza Sant’Oronzo sarà il cuore pulsante del Giorno dell’EUtopia: alle 12 appuntamento nei pressi dell’anfiteatro per provare tutti insieme il coro della canzone Casa Mia, Terra Mia insieme a Nandu Popu e l’Orchestra I.C.O. Tito Schipa nella lingua dei segni LIS. Sarà un grande cantiere, brulicante di attività sino al Teatro Politeama Greco. Tanti gli eventi live, gli happening, le iniziative mobili che coinvolgeranno anche le strade extrapercorso: potrà capitare di incontrare Edoardo Winspeare alle prese con la macchina da presa; Ippolito Chiarello col suo barbonaggio teatrale o ancora Tobia Lamare vagabondare per le strade nelle vesti di un menestrello dei giorni nostri. 

Non mancheranno gli ospiti internazionali, come Stefania Xidia, attivista greca che si confronterà in piazzetta Baglivi sul tema di DEMOCRAtopia e cittadinanza europea in un LUAC (ore 14.50); Assen Assenov, direttore del centro culturale Edno da Plovdid, neoeletta città Capitale Europea della Cultura 2019 in Bulgaria, sul ruolo dell’arte nella società contemporanea; Gerhard Jäger, di ABC House di Bruxelles, divenuta nel mese di aprile Casa Eutopia-03; e David Mayaan, regista teatrale di fama internazionale ospite della città col progetto The Family Table. A proposito di dimensione e respiro internazionale, Il Giorno dell’EUtopia sarà anche l’occasione per accogliere i nuovi studenti Erasmus con il Welcome Day.

E ancora, LUAC e workshop, tutti gratuiti, il cui calendario è consultabile al seguente link:

http://www.lecce2019.it/2019/blog.php?id=582&spn=1. 

In questa giornata speciale si segnalano anche le iniziative di Confcommercio (Confguide) che, oltre ai mini tour gratuiti guida alla scoperta del centro storico di Lecce (ritrovo ore 12 in piazza Duomo fino alle 19), promuove anche il ritrovo dei giovani imprenditori all’Urban Cafè; l’apertura straordinaria degli esercizi commerciali e menu a prezzi speciali nelle trattorie e bar che aderiscono all’iniziativa Pranzo #noisiamolecce2019

Ma non è tutto: nella serata l’appuntamento è al Paisiello. Nell’antico teatro salgono sul palco gli attori detenuti del laboratorio teatrale Io Ci Provo che, per la prima volta, usciranno dal carcere per svolgere questo lavoro, dal momento che saranno retribuiti come veri attori. L’ingresso è gratuito e libero fino ad esaurimento biglietti, che possono essere ritirati presso l’infopoint di Castello Carlo V. Il sipario si leva alle 21.  Lecce2019 insieme al Comune di Lecce si scusano con i cittadini per eventuali disagi: diventare Capitale Europea della Cultura nel 2019 vuol dire anche essere pronti ad accogliere occasioni speciali e memorabili come questa giornata.

Stiamo lavorando per EUtopia. 

In caso di pioggia le attività si svolgeranno invece al Must – Museo Storico della Città di Lecce; al Castello Carlo V; all’istituto “Galilei Costa” e Manifatture Knos, con appuntamento alle 12 presso il Teatro Politeama Greco per il video e le prove con Nandu Popu e l’Orchestra I.C.O. Tito Schipa. 

Informazioni:

www.lecce2019.it

welcome@lecce2019.it


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Di Roberta Apos, nota hair stylist salentina, ne abbiamo sentito parlare a lungo. Nel corso del tempo stile e professionalità l’hanno...

07 Ottobre 2017 - Salento

Salento - Domenica 8 ottobre tornano i live al Gianna Rock Cafè di Veglie (via Fratelli Bandiera), con la band Figli di Rock 'n' Roll. Nel corso della...

08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
paola tortorella - 07/10/2014

è stata una bellissima giornata, con la II A della scuola Stomeo Zimbalo delle Vele abbiamo partecipato ai laboratori, ricchi di attenzione di chi ce li ha proposti, organizzato benissimo, unico rammarico non aver visto altre scuole.



Banner
Banner
Banner