Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 24 ottobre 2017 - Ore 11:41

Bibliopride: 3^ Giornata Nazionale delle Biblioteche

Bibliopride: 3^ Giornata Nazionale delle Biblioteche

Lecce - Sabato 4 ottobre a Lecce verrà inaugurata la terza edizione del Bibliopride, la Giornata Nazionale delle Biblioteche, con una grande festa alla quale parteciperanno scrittori, artisti, giornalisti e intellettuali che si confronteranno sul tema delle biblioteche e sul valore della cultura. L’iniziativa vuole  ricordare ai cittadini e alle istituzioni il valore sociale delle biblioteche, vere e proprie “agitatrici di coscienze”, punti focali per la creazione di società più eque, fondamentali per la crescita culturale, economica e sociale del nostro Paese. 

La giornata inaugurale di sabato 4 ottobre a Lecce si svolgerà in vari spazi della città, in particolare alla Biblioteca Provinciale “N. Bernardini” (Ex Convitto Palmieri, piazzetta Carducci-Corte de’ Ursis), in collaborazione con Provincia di Lecce e Biblioteca Provinciale, al Must e allo Studium 2000, Biblioteca di Interfacoltà “Teodoro Pellegrino”.

Ogni città della Puglia ha un tema differente.  A Lecce viene affrontata la tematica della integrazione musei/archivi/biblioteche, per sottolineare le importanti sinergie che è possibile instaurare tra questi tre presìdi culturali ai fini del recupero, valorizzazione, fruizione, comunicazione del patrimonio culturale. Vi sarà anche una campagna itinerante di iniziative e di visite guidate nelle biblioteche del Salento volta a condividere e diffondere la conoscenza di patrimoni e fonti di inestimabile valore.

Due i momenti più rilevanti di sabato 4 ottobre nella città salentina: alla Biblioteca Provinciale "N. Bernardini" - Ex Convitto Palmieri, piazzetta Carducci - Corte de' Ursis - Lecce, grazie alla collaborazione con Provincia di Lecce e Biblioteca Provinciale  alle 17.30  si svolgerà l’incontro Le biblioteche hanno valore sociale: testimonianze istituzionali e del mondo della cultura che si aprirà con la proiezione di un videomessaggio del giornalista, scrittore e conduttore televisivo Corrado Augias, testimone ufficiale di BiblioPride 2014.

A seguire interverranno Paolo Perrone, sindaco di Lecce, Onofrio Introna, presidente Consiglio Regionale della Puglia, Angela Barbanente, vicepresidente e assessore Beni Culturali Regione Puglia. Sono inoltre previste le testimonianze di: Airan Berg, Nuccio Ordine, Cecilia Mangini, Luciano Canfora, Giuliano Volpe, Lino Angiuli, Guido Oldani, Luciana Castellina, Giuliano Montaldo, Costanza Quattriglio, Raffaele Nigro, Edoardo Winspeare, Luigi Mangia, Ada Fiore, Luisa Ruggio, Sergio Blasi, Maurizio Guagnano, Maria Pia Romano, Alberto Colangiulo, Lara Savoia, Tiziana Cazzato, Fabiana Renzo, Eugenio Barba, Franco Ungaro, Pierluigi Mele, Piero Rapanà, Andrea de Simeis, Giovane Orchestra del Salento, e altri esponenti del mondo delle istituzioni, dello spettacolo, delle arti, delle lettere, gruppi di utenti ed esperienze di piccole e curiose biblioteche. Concluderà Enrica Manenti, Presidente dell’associazione Italiana Biblioteche (AIB).

Infine, si potrà assistere ad una performance artistica, voci, teatro e musica: si inizia con Letture al «buio»: Luigi Mangia recita, leggendo in Braille, poesie di Vittorio Bodini in occasione del centenario della nascita del poeta. A seguire Nobili e porci libri, monologo di e con Michele Santeramo e La maldicenza di Temistocle de Vitis - tela teatrale, compagnia Corte dei Miracoli, regia Fabrizio Saccomanno 

Per concludere la kermesse Suoni e voci del Salento per la cultura e le biblioteche: Testimonial speciale per “BiblioPride 2014″: Nandu Popu dei Sud Sound System e altri illustri esponenti del repertorio musicale salentino: Carolina Bubbico, Cesco (Après La Classe), Anna Cinzia Villani, Alessia Tondo, Antonio Castrignanò, Orchestra di via Leuca, Crifiu.

Sabato 4 ottobre, alle ore 18, a Tuglie, alla Biblioteca Comunale "F.Gnoni", in via Risorgimento, 19, è in programma invece una mostra dal titolo: “Così vicine, così lontane. Tate, colf e badanti”. La Mostra (con audioguida gratuita) raccoglie una raccolta di testi e materiali per bambini, ragazzi e adulti (storie, romanzi, film, fotografie, manuali) in italiano, o bilingui e plurilingui, sul tema delle collaboratrici domestiche, di oggi e di ieri, a partire dalla figura dell’aiutante e della domestica nella fiaba e nella letteratura per ragazzi. I percorsi di lettura sono articolati in cinque sezioni che riflettono la struttura della Mostra. https://www.facebook.com/biblioteca.tuglie

Ideata e organizzata dall’AIB - Associazione Italiana Biblioteche, la terza edizione del BiblioPride è realizzata con il fondamentale sostegno della Regione Puglia, Giunta Regionale della Puglia - Assessorato ai Beni Culturali e Consiglio Regionale e del Comune di Lecce, la collaborazione della Direzione Generale Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri che ha coinvolto la rete degli Istituti Italiani di Cultura all'estero, e ha ottenuto l’adesione del Presidente della Repubblica, oltre ai seguenti patrocini: Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Provincia di Bari, Provincia di Barletta-Andria-Trani, Provincia di Brindisi, Provincia di Foggia, Provincia di Lecce, Comune di Bari, Comune di Foggia, Comune di Taranto, Università degli studi di Bari Aldo Moro, Università degli studi di Foggia, Università degli studi del Salento, Forum del Libro, UPI, ANCI, Federculture, AIE, ANAI, ICOM Italia, Fondazione Apulia Film Commission.

“Il BiblioPride in soli due anni è diventato un appuntamento di grande valenza culturale e civile - sottolinea Enrica Manenti, neo presidente nazionale dell’Associazione Italiana Biblioteche (AIB)  -  ma bisogna continuare a richiamare l’attenzione delle istituzioni sul ruolo che un moderno ed efficiente servizio bibliotecario può giocare per la nostra società. Tutti i luoghi della cultura in Italia devono riacquistare valore, non da ultimo le biblioteche. Al Congresso mondiale dei bibliotecari tenutosi a Lione in agosto Sinnika Silipa, Presidente IFLA (International Federation of Library Associations and Institutions), ha proposto il motto "strong libraries for strong societies" evidenziando un nesso che può essere uno straordinario stimolo per le biblioteche di oggi e di domani anche in Italia. Basti pensare che delle 65.000 biblioteche pubbliche di tutta Europa, quasi 6.000 si trovano nel nostro paese”.

Le biblioteche rimangono una chiave per combattere la crisi e per lo sviluppo, e in particolari aree critiche la presenza di una biblioteca può rappresentare un modello culturale alternativo all’illegalità. Questo è un assioma riconosciuto a livello internazionale, meno che in Italia, dove addirittura il ruolo sociale delle biblioteche viene confuso a volte con prassi che inseriscono il volontariato nelle biblioteche: in questo modo da una parte si mettono le biblioteche nella condizione di non poter ottimizzare risorse fondamentali come quelle dei volontari, e dall’altro si dequalifica di fatto il riconoscimento professionale dei bibliotecari. Investire nello sviluppo delle biblioteche dovrebbe significare innanzitutto credere nelle competenze dei bibliotecari come strumenti di crescita collettiva”.

Il BiblioPride riconsegna all’opinione pubblica il legame sempre più stretto fra biblioteche e cittadini: un’occasione di sorprese e di scoperte per tutti, lettori e non lettori, frequentatori di biblioteche e non; un’affermazione d’orgoglio non solo dei bibliotecari, ma di tutti coloro che hanno compreso le biblioteche come servizio essenziale per la vita culturale, sociale e civile del Paese, presìdi di democrazia fondati sulla libertà di espressione e sul confronto delle idee. Il BiblioPride è il ribadire ad alta voce e pubblicamente da parte dei bibliotecari italiani l’amore per la loro professione e chiedere maggiore attenzione da parte delle istituzioni sulle biblioteche, vere e proprie “fabbriche” del sapere e “colonne” del Welfare, dove l’utopia diventa possibile, dove si possono ridefinire i concetti di uomo e cittadino, di umanità e società, di uguaglianza e diversità.

L’edizione 2014 del BiblioPride propone un ricco programma di iniziative, realizzate anche grazie alla collaborazione di musei e archivi italiani: visite guidate, laboratori didattici e letture per i più piccoli, dibattiti e tavole rotonde, presentazioni di libri. 


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
22 Ottobre 2017 - Nardò

Nardò - Nuovi imperdibili appuntamenti con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 27 ottobre il gruppo si...

08 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Di Roberta Apos, nota hair stylist salentina, ne abbiamo sentito parlare a lungo. Nel corso del tempo stile e professionalità l’hanno...

07 Ottobre 2017 - Salento

Salento - Domenica 8 ottobre tornano i live al Gianna Rock Cafè di Veglie (via Fratelli Bandiera), con la band Figli di Rock 'n' Roll. Nel corso della...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner