Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 15:40

Summertime-Taranta on the beach a San Cataldo

Summertime-Taranta on the beach a San Cataldo

Lecce - Lunedì 25 e martedì 26 agosto, in concomitanza con i festeggiamenti dei Santi Patroni di Lecce, a San Cataldo è in programma la manifestazione Summertime-Taranta on the beach. L’evento - promosso e patrocinato dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Lecce - è organizzato dalla società cooperativa Forma Menti, da Federbalneari e dal consorzio Cast. 

Si inizia lunedì 25 agosto con “Summertine-Salento DanceHall” per tutti gli appassionati del reggae e della black music. La crew Adriatic Sound si esibirà con Rankin Lele, Papa Leu e Morello Selecta. Inoltre, Flavio dei Ghetto Eden e Giorgio Rude alla console presenteranno il nuovo, estivo e coinvolgente singolo “Summertime”, un inno di promozione della nostra terra.  Sul palco spazio anche per Double Sound e Militant Dandy.

Martedì 26 agosto spazio all’elettronica con i migliori dj leccesi che hanno scritto e continuano a scrivere la storia di tutti i più importanti club salentini. Un susseguirsi di sonorità che riprendono il meglio della club culture con Guido Nemola e Chico Perulli, i “baroni” della deep house e della techno, dj producers di lungo corso. A precederli sul palco, Lorenzo Invidia, Alessandro Perugino, Andrea Ledh, Giuseppe Provenzano, giovani promesse del panorama musicale elettronico salentino. 

Punta di diamante della serata il Live dei Nidi D’Arac, una band i cui componenti si possono definire gli ambasciatori della cultura salentina nel mondo. Uno stile inconfondibile, tra tradizione ed innovazione, tra suoni acustici ed elettronici. Una taranta rivisitata con citazioni culturali di altissimo livello, risultato di una incessante ricerca storica e musicologica. Un esaltante live che non smette mai di stupire. 

“Nonostante le esigue risorse finanziarie – spiega l’assessore al Turismo, Marketing Territoriale, Spettacoli ed Eventi, Luigi Coclite - quest’anno abbiamo organizzato una serie di eventi nelle per dare un segnale concreto dell’attenzione da parte dell’Amministrazione comunale. Si tratta di una manifestazione di qualità che dà spazio ad artisti di rilievo”.

“Per questo evento - spiega l’assessore alle Politiche Ambientali, Andrea Guido - abbiamo predisposto un Piano igienico-ambientale implementando i cassonetti dei rifiuti, prevedendo alcune isole ecologiche per la raccolta differenziata e diverse batterie di bagni chimici. Inoltre le nostra guardie ecozoofile cercheranno di assicurare il decoro urbano nella marina”.

Anche l’Assessorato al Traffico e alla Mobilità supporta questo evento: “Lunedì 25 e martedì 26 agosto, ogni quaranta minuti, fino alla chiusura  dell’evento – fa sapere l’assessore Luca Pasqualini - metteremo a disposizione alcune navette che da Lecce raggiungeranno la marina di San Cataldo”

“E’ un punto di partenza per San Cataldo e per le altre marine leccesi - sottolinea Giuseppe Mancarella, presidente del Consorzio Cast - Ringrazio il Comune di Lecce e Forma Mentis per il supporto che ha permesso di chiudere la stagione estiva a testa alta”. 

“Un evento – ha sottolineato il presidente di Assobalneari, Mauro Della Valle – reso possibile al giusto binomio tra l’impegno dell’Amministrazione Comunale e gli sforzi creativi e non solo di Forma Mentis che ha garantito un intrattenimento di qualità per residenti e villeggianti”.

“Ho accolto con entusiasmo questa idea – afferma Alessandro Coppola, leader dei  Nidi d’Arac - Porterò sul palco un pezzo originale che parte da San Cataldo ma che guarda lontano: si chiama ‘La guerra dei rizzi’, una contesa tra ricci di mare e ricci di terra che si conclude con un nulla di fatto. Perché si tratta di una guerra impossibile e inutile, come tutte le altre del resto”.

“Mi auguro – conclude Rankin Lele dei Sound System -  che queste manifestazioni possano riportare le marine leccesi all’antico splendore trasformandole in luoghi di cultura”

Il programma dell’evento (visibile nella locandina in allegato) è stato illustrato dall’amministratore di Forma Mentis, Flavio De Marco.

TARANTA ON THE BEACH, SCHEDA ARTISTI

NIDI D’ARAC

Il progetto Nidi d’Arac nasce nel 1998 a Roma, città in cui le nuove espressioni musicali si incontrano, si fondono e traggono nuovo slancio. Leader è il musicista leccese, Alessandro Coppola, il cui genio creativo e l’amore per la propria terra, il Salento, hanno dato frutto ad un’appassionata e consapevole ricerca di contenuti inscritti nella  tradizione musicale, poetica e folklorica del patrimonio della cultura popolare mediterranea, assimilati e rielaborati. Alla base di questa meticolosa ricerca “c’è il bisogno di raccontare al mondo di una tradizione musicale, quella del Sud Italia, che è viva e che , attraverso aggiornate formule estetiche vuole comunicare i suoi valori di modernità e universalità.” 

A. Coppola.

La musica del gruppo salentino, è quindi il risultato della modernità, è un incrocio tra riflessioni sulla tradizione ed elettroniche accelerazioni metropolitane. Come fossero rave di musica etnica, i concerti dei Nidi d’Arac  diffondono lunghe onde emotive all’interno di costruzioni sonore molteplici, che partono da antichi spartiti di pizzica, per deformarli con ritmi trance, sintetizzatori alieni e componenti elettronici in cortocircuito.  

Dal Salento all’Europa, spingendosi sino in Africa, in Brasile e a New York il gruppo  ha saputo esportare e divulgare, con passione e professionalità, la cultura  popolare del nostro bacino geografico.

ADRIATIC SOUND

RANKIN’ LELE e PAPA LEU sono uno dei marchi di fabbrica più noti e rispettati del Reggae salentino. Da oltre 15 anni coltivano, con esperienza e passione, un infinito amore per questa cultura musicale, producendo ed esibendosi dal vivo in una moltitudine di forme artistiche diverse ma sempre coerenti. Nel loro suono come nelle liriche c’è tutto il bagaglio artistico maturato in un’infinita sequela di feste in spiaggia, dancehall nelle campagne, eventi nelle masserie e concerti nelle piazze che hanno reso il Salento una scena musicale conosciuta e rispettata in tutto il mondo.

Nato e cresciuto artisticamente nella “culla” del Reggae nostrano con i Sud Sound System, il duo trepuzzino – per gli amici i ’2 Lele’ – è sicuramente uno dei frutti più maturi della seconda generazione di cantanti e selecta Raggamuffin salentini. Nonostante la giovanissima età, RANKIN’ LELE e PAPA LEU vantano una storia artistica di tutto rispetto. A 12 anni fondano la “2 Lele Posse” e l’ispirazione, già allora, è ben chiara: il Reggae come messaggio di pace da portare alle persone, all’insegna del motto: “unicu core, unicu sangu”, per citare il ritornello di una loro canzone. Se già in quegli anni la strada era tracciata, rimaneva solo da percorrerla.

La loro prima esibizione ufficiale è datata 1994, proprio durante un concerto dei Sud Sound System, ospiti con il nome della loro seconda formazione la “Trepuzzi Posse” dal nome loro Paese. Nel 1995 il dj jamaicano Ruff Rider ‘ribattezza’ artisticamente il duo in RANKIN’ LELE e PAPA LEU; quest’ultimo anche per dichiarata ispirazione verso uno dei veterani dei SSS, Papa Gianni, al quale somiglia per timbro vocale e ricerca della melodia. Attivi definitivamente dal 1995 nel panorama Reggae salentino i due si affermano come intrattenitori, dj e selecta nelle Dance Hall, ma anche come chitarrista uno, Papa Leu, e tastierista l’altro, Rankin’Lele, nella Reggae band RIESTA GHENGA.

Un fondamentale momento della loro lunga carriera artistica è quello rappresentato dall’arrivo della cantante MARINA, una vera “principessa” della musica Reggae italiana, che si unisce al duo, arricchendolo con liriche, melodie e incredibile potenza espressiva.

Il 2000 è l’anno della svolta: la prima produzione discografica, “Salento Showcase 2000″ (prodotto Sud Sound System), li catapulta in una dimensione nazionale. Le rime graffianti di RANKIN’LELE, le calde melodie di MARINA, la voce potente e melodica di PAPA LEU, rappresentano uno dei pi_ significativi manifesti di quella vera e propria “Ragga Scola” salentina, conosciuta e amata in tutta Italia, dove si fa apprezzare in una miriade di concerti e dancehall da sud a nord, ma anche oltre, con tour in Germania e Austria.

Nel 2006 incidono il primo album prodotto dai Sud Sound System: “Comu passione” che, promosso da molte emittenti radio nazionali, ottiene un repentino successo, con brani come “Rimanite Cu Mie” e “Notte Salentina” che diventano la colonna sonora delle serate reggae in stile salentino. La presenza del loro brano “L’unicu Rimediu” nella compilation “Salento Showcase 2007″ è una ulteriore occasione, per i tre, di riaffermare il proprio talento, ormai riconosciuto a livello nazionale.

Intanto si moltiplicano le collaborazioni e live show con i principali sound system reggae italiani come con alcuni grandi artisti internazionali (Shaggy, Ziggy Marley, Jimmy Cliff, Luciano, Mickey General, T.O.K, David Rodigan, Pow Pow, Massive B, Don Lets, Robbo Ranx, Jah Shaka, Top Cat, General Levy, Daddy Freddy, Bushman, Mr Vegas, Mickey Dread & Channel One, Earl Sixteen, Looyd Brown, Louie Culture, Esco, Josey Wales, Anthony Johnson, Brigadier Jerry, Pinchers, Warrior King, Jah Mason, Black Out JA, Gappy Ranks, Jigsy King, Zumjay, Alozade, Chico e Buccaneer,).

Le loro canzoni parlano di pace e amore ma anche della realtà legata al movimento del reggae; un occhio di riguardo ha nei loro testi, la difficile relazione tra i giovani e il mondo che li circonda pieno di avversità spesso celate dai guadagni facili e da questioni malavitose, che aggrediscono i giovani proprio nel periodo della vita in cui sono più deboli, temi trattati nel loro inno “La Strada Giusta”, come nei brani “Troppe Storie Fiacche”, “Gente de lu Sud”, “Ausa lu sguardu “.

Papa Leu dal 2000 é inoltre chitarrista della Bag A Riddim band, dj dei Sud Sound System e segue il gruppo nelle innumerevoli tournée in giro per il mondo.

Negli anni Rankin Lele e Papa Leu si distinguono anche come intrattenitori e dj radiofonici, dal 98 conducono svariati programmi e trasmissioni, ultima delle quali PULL UP reggae program.

Intanto con l’inseparabile amico Antonio “Fossa” Miglietta alla batteria e e Dario “Mat D” Guidotti al basso , maturano l’ esperienza in studio a Trepuzzi, dove fondano l’ Adriatic Studio, un punto di riferimento per molti musisti, un laboratorio musicale dove confluiscono vari altri talenti della scena locale. In questo periodo con Luca Manno al sax, Giancarlo dell’ Anna tromba, Marco Rollo alle tastiere fondano la band reggae The Steppers.

Nell’ estate ‘09 One Love records stampa il primo 45 giri di Rankin Lele “Ausa Lu Sguardu” sul riddim Revolution.

Esce nel pieno dell’estate 2010 il loro nuovo videoclip, “Can’t Stop the Music”, legato all’omonimo singolo che da il titolo all’ultima compilation prodotta dai Sud Sound System.

GUIDO NEMOLA

Cresciuto a Lecce in una famiglia di musicisti, nel 1991 inizia a fare il DJ. Nel 1992 si trasferisce a Milano dove si esibisce in locali che hanno fatto un'epoca (Plastic, Magazzini Generali, Old Fashion, Atlantique, BeauGeste). Nel frattempo inizia a produrre deep ed elettronica e pubblica il suo primo disco. I singoli pubblicati su Pasta Boys Records e Manocalda riscontrano successo in America, Inghilterra, Germania e

Giappone: sfiora la vetta della classifica di Danny Rampling sulla BBC e di Suburbia su RIN. Tutti i più grandi DJs di quegli anni supportano la sua musica: Little Louie Vega, KikoNavarro, Eddie Amador, DJ Gregory, David Coleman, Francois Kevorkian, Marques Wyatt, il mitico David Mancuso.

Nel 2000, tornato a Lecce, inizia a lavorare con Dario Lotti con cui avvia il progetto "Jack in The City". Dalla loro

collaborazione nascono successi internazionali: C'Mon (con Stefano Noferini), "Jack in The City" sulla londinese Junior Boy's Own, e "Lu_Ragno Impoverito" su LaTerra (l'etichetta di Ralf). Negli stessi anni inizia il sodalizio con il gruppo Joyfull Family e con le etichette Re>>Vox ed Ocean Dark. 

In quegli anni inizia a suonare nei migliori clubs del Salento (Mediterraneo, Living, Vertigo, Smeraldo, Caporais, Guendalina e Casablanca). 

Nel 2006 inizia a collaborare con la label Italo Business, stella nascente della scena techno europea ed internazionale.

Nel corso degli ultimi 10 anni ha remixato mostri sacri come First Choice (Love and Happiness), Dajae (Brighter Days), Micheal Watford (You Got It, sulla londinese Spectrum - Defected), Johnny Dangerous (sull'americana King Street).

L'evolversi della musica lo porta negli ultimi anni a proporre nei suoi DJ set sonorità  più minimali, contaminate da venature jazz ed old school. Nelle sue esibizioni dal 2005 affianca un laptop ai vinili, inserendo nei suoi DJ set loops ed elettronica live. 

Nel 2007 Guido Nemola e Santorini fondano l'etichetta RECYCLE, che si fa presto notare in Italia ed all'estero per il suo sound minimal influenzato della Techno di Chicago e Detroit (supporto da Jeff Samuel, Matthias Kaden, Martin Eyerer, Luciano Esse, Someone Else, Robin Porter, Xpansul, Davide Squillace, Mark Henning, Lars Wickinger, Jurgen Kirsch, Micha Klang, Kenny Leaven, Ralf, Alex Neri, Luca Agnelli e molti altri..)


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner