Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 22 novembre 2017 - Ore 23:19

Aperitivo con Autore: Giuseppe Pascali e "Il sigillo del marchese"

Aperitivo con Autore: Giuseppe Pascali e "Il sigillo del marchese"

Melendugno - Martedì 19 agosto alle ore 18,30 presso l'Oasi Salento Residence Hotel in Via Lèucade, 2 (Strada Prov. per Melendugno) a Torre dell'Orso, Le Ali Di Pandora e Secara Animazione presentano: l'ultimo romanzo di Giuseppe Pascali “Il sigillo del marchese” edito da Lupo Editore. Interverrà l'Autore.

Scrive la Bisconti: “Nell’era degli Instant-book riscoprire un magnifico romanzo storico come “Il sigillo del marchese” di Giuseppe Pascali edito da Lupo Editore, è un modo per tornare ad apprezzare non solo l’insostituibile bellezza della tradizione letteraria, ma anche la capacità di un autore che ha curato in modo laborioso la propria creatura. (…)  L’intellettuale cavallinese ha ricostruito nelle 250 pagine del volume, impreziosito da un elegante copertina rossa con al centro un cuore, simbolo della trama del romanzo, il contesto storico e geografico attraverso dialoghi eccellenti caratterizzati da un lessico variegato e aulico, mediante descrizioni brillanti ricche di metafore, tramite frequenti latinismi e inevitabili seppur rare espressioni dialettali. Nel riportare i minuziosi dettagli della romantica storia d’amore tra don Francesco Castromediano Sanseverino e Beatrice Acquaviva d’Aragona  (...) La lettura de “Il sigillo del marchese” è un susseguirsi di emozioni suscitate dalle vicende narrate egregiamente: è il 31 luglio del 1637 quando nel castello dei Castromediano di Caballino, Beatrice Acquaviva d’Aragona, chiamata donna Bice dai popolani in segno d’affetto, gemeva morente nel suo letto. Prima di andare in sposa a don Francesco Castromediano, Beatrice fu educanda nel monastero di San Marcellino a Napoli, in seguito da sposa di Dio divenne moglie di uomo aitante come il marchese che fu capitano nell’esercito del re Filippo IV di Spagna. Il loro fu un amore profondo suggellato il 25 luglio del 1627 in un matrimonio celebrato da monsignor Francesco Vincenzo Martinelli, vescovo di Conversano. (...) La gioia delle molteplici gravidanze nell’arco di dieci anni di vita coniugale indebolirono però la salute della giovane e bella Beatrice che lasciava i suoi amati figli e i devoti sudditi alla sola età di 28 anni. 

(...) Malgrado la malattia “Il viso della nobildonna” scrive l’autore “era bianco come neve ma conservava una bellezza inusitata. Sembrava che Dio, attraverso quell’angelica creatura, volesse lanciare una sfida alla morte conservando fino all’ultimo respiro la dolcezza dei suoi lineamenti”. I riferimenti alla divina provvidenza, alla religione cristiana e alla fede assoluta in Dio ritornano spesso nei trenta capitoli del libro e riaffiorano anche in una frase tratta dal Vangelo di Luca, intorno alla quale ruota la vicenda: “Dov’è il vostro tesoro là è anche il vostro cuore”. Intrisa di pathos, la lettura sembra accompagnarci in un viaggio nel tempo e si ha l’impressione di ritrovarsi in quel lontano 1637 dove fra le sale del palazzo ducale si percepiva soprattutto la nobiltà d’animo dei feudatari che tanto lustro e onore hanno dato al paese in un periodo che raggiunse il massimo della completezza costituzionale e organizzativa.

GIUSEPPE PASCALI: Nato a Lecce nel 1970, è laureato in Materie Letterarie all'Università degli Studi di Lecce. Giornalista, scrive per 'La Gazzetta del Mezzogiorno' occupandosi di Cultura e Spettacoli ed è direttore responsabile del quotidiano online 'Salentoinlinea.it'. Ha realizzato numerosi servizi su lirica, musica sinfonica e bande musicali del Mezzogiorno d'Italia. Ha intervistato personaggi dello spettacolo tra cui Giancarlo Giannini, Katia Ricciarelli, Al Bano, Monica Guerritore, Margherita Buy, Sebastiano Somma ed Ennio Fantastichini e scrittori come Roberto Pazzi e Valerio Massimo Manfredi. Ha seguito seminari di approfondimento giornalistico con Duilio Giammaria, Antonio Caprarica (Rai 1), Piero Dorfles (Rai 3) e Salvo Sottile (Canale 5). Addetto stampa del Concorso Internazionale "Tito Schipa" per giovani cantanti lirici. Ha pubblicato con Capone Editore i saggi La banda di Lecce. Dal concerto cittadino alla Schipa-D'Ascoli (2006), Bande di Puglia. Il teatro sotto le stelle (2008), Gli Spiziotti. Storia della banda dell'Ospizio Garibaldi di Lecce (2009). Nel 2011 ha pubblicato il romanzo Il maestro della banda (Edizioni Grifo), ristampato in seconda.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
16 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - Spazio ai giovani autori italiani alla Città del Libro di Campi Salentina. In occasione della XXII edizione della rassegna letteraria...

10 Novembre 2017 - Monteroni Di Lecce

Monteroni Di Lecce - Nuovo imperdibile appuntamento con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 17 novembre il gruppo si...

03 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - RADICI - Pizzicheria Salentina organizza - per il nono anno consecutivo - l’edizione romana del “San Martino Salentino”. Un evento,...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner