Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 18 agosto 2017 - Ore 22:18

"Se io fossi… il Signor G" per la rassegna Must In Song

"Se io fossi… il Signor G" per la rassegna Must In Song

Lecce - “Se io fossi… il Signor G” - Omaggio musical teatrale a Giorgio Gaber, è lo spettacolo che andrà in scena giovedì 24 luglio alle 21.30 nel Cortile del Must, il Museo storico della città di Lecce (in via degli Ammirati 11). E’ il secondo dei cinque concerti della seconda edizione del ciclo “Must in song” che, all’interno della rassegna estiva del Comune di Lecce “Lecc’è” realizzata dall’assessorato alla Cultura, turismo e spettacolo guidato da Gigi Coclite, è organizzato dall’associazione Nireo, che fa capo al pianista e compositore Francesco Libetta ed al critico e vicepresidente della Fondazione Ico “Tito Schipa” Eraldo Martucci.

Protagonisti saranno Daniele Vitali, pianoforte e voce, e le voci recitanti Mino Profico e Marco A. Romano. A undici anni dalla scomparsa del “cantattore”, uno spettacolo che vuole essere un omaggio al grande Giorgio Gaber, personaggio tra i più noti della musica d’autore italiana, uomo da palcoscenico a tutto tondo, intellettuale impegnato e voce fuori dal coro. L’impressionante attualità che le parole di Gaber sprigionano anche a distanza di anni, testimoniandone la profondità del pensiero e ruolo di lucido testimone critico del suo tempo, saranno la scoperta più suggestiva che il pubblico, forse, potrà compiere, scorgendo dietro l’ironia pungente della scrittura della coppia Gaber-Luporini un disincanto amaro. 

Ma a Gaber non manca la voglia di continuare a credere, la fiducia se non più nelle ideologie, certo negli ideali, nell’uomo, nella vita. Se l’Italia è un malato con tutti i sintomi della malattia, corruzione, cinismo, indifferenza, malafede, possiede anche un sistema immunitario forte, che si alimenta di cultura, storia, tradizione, intelligenza. Tre artisti in scena, Daniele Vitali, pianoforte e voce dell’omaggio, Mino Profico e Marco Antonio Romano, che alternandosi daranno voce alla voce del cantautore milanese, ripercorrendo brani musicali e monologhi, successi noti e meno noti: parole ironiche, dure, dissacratorie e tènere. Dall’inossidabile Barbera e Champagne alla addolorata Io non mi sento italiano, da La parola io al surreale viaggio su La nave, passando da Lo shampoo. Tra riflessioni su libertà e democrazia e critiche alla società contemporanea, 100 minuti di parole, note e canzoni protagoniste di “Se io fossi… il signor G”. Al centro della scena, poi, una bottiglia di vino rosso, pane e formaggio: i simboli più semplici e concreti della convivialità con cui manifestare la passione per le cose condivise e partecipate. Non a caso, libertà è… 

Ingresso: 13 euro. Prevendita: Castello Carlo V. Telefono: 0832 246517;  Youmusic, Piazza Mazzini 71, tel. 0832 301570; Must, via degli Ammirati 11, 0832 241067, Gift, Via 140mo Reggimento Fanteria, 14.  

Parte dell’incasso sarà donato a favore di “Padre Mario ed il Pronto Soccorso Sociale”. 


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner