Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 21 giugno 2018 - Ore 17:58

Conto alla rovescia per la 22^ edizione della "Sagra te lu Ranu"

Conto alla rovescia per la 22^ edizione della "Sagra te lu Ranu"

Lizzanello - 22esima edizione della Sagra te lu Ranu in arrivo. Mancano infatti due settimane al taglio del nastro dell’edizione 2014 e la macchina organizzativa si sta muovendo a tutta forza su ogni fronte. Definito ormai già da diverse settimane il programma musicale, le donne della Sagra te lu Ranu sono già all’opera per ripristinare tutta la strumentazione necessaria per preparare le prelibatezze della sagra, dalla pasta fatta a casa al “ranu stumpatu” al pane e così via. Tutti confermati i piatti presenti nel menu 2013 (arricchitosi con i “minchiarieddhri con sugo di pomodori spezzati”) ai quali vanno ad aggiungersi quest’anno la “pucciteddhra pizzicata”, una puccetta impastata con un po’ di peperoncino (senza esagerare) da farcire a piacere. Cresce dunque l’acquolina in bocca per il 4, 5 e 6 luglio ma di novità ce ne saranno anche altre, non solo nel campo gastronomico. Ne abbiamo parlato con Maria Cretì, ex maestra delle scuole elementari di Merine, ex responsabile della catechesi e membro del Consiglio pastorale, presente nell’organizzazione della sagra fin dagli albori, ovvero proprio dal 1992.

Signora Cretì, un altro anno di Sagra, nuove emozioni in arrivo. Cosa rappresenta per lei e per gli altri “decani” la Sagra te lu Ranu?

“Per chi come me c’era alla prima edizione della Sagra te lu Ranu, pensata e voluta da Don Piero Quarta nel 1992, è come aver visto crescere un figlio, ormai più che maggiorenne visto che siamo giunti alla 23esima edizione. E’ molto emozionante, davvero, pensare a quel piccolo ritrovo di compaesani con qualche curioso dei paesi vicini che era la sagra nel 1992 e a cosa è diventata oggi, uno dei più attesi appuntamenti salentini dell’anno e probabilmente una delle sagre più importanti d’Italia”.

Una sagra che ha anche rafforzato il senso di comunità, visto che siete all’opera già da diversi mesi…

“Sì senz’altro, ci sono tante persone che si adoperano fin dall’inverno nell’organizzazione degli allestimenti e dei programmi della sagra, senza questo appuntamento la comunità merinese non sarebbe così legata, Merine non sarebbe quello che è e non avremmo questo splendido Centro Pastorale luogo di ritrovo e di gioia per la comunità e soprattutto per i più giovani. Giovanissimi che sono stati e saranno pienamente coinvolti nei giorni della sagra anche quest’anno, con il mercatino dei loro lavoretti dedicati al grano il cui incasso verrà devoluto in beneficenza”.

Quali novità in questa 22esima edizione della Sagra te lu Ranu?

“La più importante è sicuramente lo spostamento del “baricentro” della sagra dalla piazza Maria SS Assunta al Centro Pastorale dove sarà allestita come sempre l’Ajera, fulcro gastronomico della sagra e principale palco dove si susseguiranno i gruppi di pizzica. La piazza nuova non sarà invece occupata dalla sagra ma lasciata ai camioncini dei venditori ambulanti di fast food mentre i concerti di liscio si faranno in via Montenegro, quindi vicino al Centro Pastorale, all’altezza dei giardinetti pubblici. In questo modo auspichiamo di agevolare il flusso delle persone nella strada tra la piazza e l’ajera e di allargare l’area della sagra stessa. Per venire incontro al pubblico, poi, stiamo notevolmente potenziando il servizio con più stands e più casse, per evitare ritardi ed altri spiacevoli inconvenienti. Poi ci sono altre novità ma le scopriremo nei prossimi giorni. Buona Sagra te lu Ranu a tutti”.


Di seguito il programma musicale:

Venerdì 4 luglio

Ore 19,30 inaugurazione

A seguire:

- Projecto Sabor Latino De Cuba, musica balli e animazione latino americana

(Piazza Maria SS Assunta)

- “Gruppo Mediterraneo” – liscio (Via Montenegro)

- “Mustici” e ” Compagnia Popolare Ariacorte” – pizzica (Ajera – Centro Pastorale via Montenegro)


Sabato 5 luglio

Dalle 21 in poi:

- Projecto Sabor Latino De Cuba, musica, balli e animazione latino-americana

(Piazza SS Assunta)

- "Orchestra Spettacolo Liscio Simpatia" - liscio (Via Montenegro)

- "Nui... Nisciunu" e "Alla Bua" - pizzica (Ajera - Centro Pastorale)


Domenica 6 luglio

Dalle 21 in poi:

- Tamburellisti di Otranto e Disco Italia Divertentismo (Piazza Maria SS. Assunta)

- "Riviera Salentina" - liscio (Via Montenegro)

- "I Calanti" e "Ariantica" - pizzica (Ajera - Centro Pastorale)

Le esibizioni di tutti i gruppi musicali saranno presentate da Rossella Carrisi, e dal cabarettista "rumorista" di fama nazionale Dario Talesco

Altri eventi:

Dimostrazioni produzione pasta fatta in casa da parte di massaie merinesi

Esposizioni dei vari stands, fra questi quello dei lavoretti dei bambini merinesi.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
20 Aprile 2018 - Lecce

Lecce - Ultima giornata dell’evento “Oltre la paura, arte e cultura della prevenzione” firmata Andos onlus Lecce, oggi 20 aprile alle ...

19 Febbraio 2018 - Lecce

Lecce - Presentata questa mattina a Lecce la conferenza stampa di BTM, una delle principali manifestazioni del Sud Italia che raccoglie intorno a se...

20 Gennaio 2018 - Lecce

Lecce - Il 22 febbraio si accenderanno i riflettori su uno dei gioielli storici culturali leccesi d’eccellenza, l’ex convento degli Agostiniani,...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner