Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 20 ottobre 2017 - Ore 23:33

Musica da marciapiede al Molly Malone

Musica da marciapiede al Molly Malone

Lecce - Da sabato 10 maggio gli spazi esterni del Molly Malone di Lecce ospitano la rassegna Musica da marciapiede, curata da Uasc in collaborazione con Molly Arts, Lobello Records, CoolClub, Radio Flo, che ospiterà dj set e band pugliesi, italiani e internazionali per tutta l'estate tra rock, folk, musica d'autore e indie.

La rassegna sarà inaugurata sabato 10 maggio (ore 22.00 - ingresso gratuito) da "Birre di Primavera" con le selezioni musicali e video a base di indie, electronic e rock a cura di Groom & Bride. I video, in parte prodotti da Groom, sono combinati in tempo reale tra loro e si "sposano" perfettamente con danzanti riff di chitarra, ridondanti giri di basso e batterie da far muovere anche i più pigri, il tutto servito da Bride. Questo progetto dimostra come anche l'occhio vuole la sua parte. Per la serata il Molly proporrà una selezione di otto birre di cui sei artigianali e un contest a base di luppolo. Al vincitore una fornitura di litri di birra equivalenti al suo peso, da consumare in 3 mesi.

Giovedì 15 maggio (ore 22.00 - ingresso gratuito) appuntamento con Mino De Santis. Ogni qual volta si ascoltano le sue canzoni, si hanno ben chiare le sue radici, la sua storia, le origini musicali e i suoi ascolti al jukebox. La voce e l'ironia amara di De Andrè, ma anche l'impegno di Stefano Rosso o la compostezza di Paolo Conte. Ma per non abbandonarsi a facili semplificazioni, bisogna fermarsi un attimo e rimettere play. Mino De Santis è a tutti gli effetti un fuoriclasse, unico nel suo genere perché ama ancora raccontare e lo fa come potrebbe fare un fotografo con le sue istantanee, un pittore impressionista nel fermare tutto su una tela o il saggio del paese nel riferire vizi e virtù della sua gente. Con dovizia e ironia. Dopo Scarcagnizzu (Fondo Verri) e Caminante (Ululati/Lupo Editore) anche in questo terzo album "Muddhriche" (Ululati/Lupo Editore) si raccolgono piccoli momenti di vita quotidiana, come fossero proprio molliche minute ed essenziali, messe insieme per farne pane e nutrimento.

Venrdì 23 maggio (ore 22.00 - ingresso gratuito) la rassegna ospita Mery Fiore. Classe ’92, cresce e si imbeve di musica sin da piccola. Dopo alcuni esperimenti goliardici legati al favoloso mondo del liceo, è con l’università che la sua attività concertistica ha veramente inizio. Prima in un coro gospel, poi a capo del simpatico duo bucolico “Gli Ultimi Arrivati” , successivamente nei “MEry Fiore & The Papy Boomers”, una Beatles Tribute, ed infine all’interno del gruppo “The Beedons”, che pubblica il video della cover “Satellite” di Colapesce, comincia finalmente a comporre all’inizio del 2013, quando un regalo fortuito, la vecchia tastiera di un amico, la aiuta a riorganizzare e a concretizzare quelle che prima erano soltanto delle idee musicali registrate a random sul suo registratore di fiducia. Testi su tutto ciò che la circonda ricamati su trame semplici di accordi spontanei e vissuti sono gli ingredienti della sua musica. Nonostante la giovane età, MEry riesce a toccare le corde intime dell’anima grazie ad una voce che sa essere dolce e potente allo stesso tempo, cavalcando le note in maniera originale e innovativa. Uno show che dal vivo conquista al primo ascolto, creando un’atmosfera intima e racchiusa, come se si entrasse in una dimensione che viene esplorata solo grazie alla sua voce. Attualmente porta in scena il suo spettacolo assieme ai suoi amici e componenti della band: Donato Nicolaci alla chitarra, Matteo Spano alla batteria elettronica, Daniele Spano ai synth e bass line. Insieme a loro la corolla di questo fiore si colora di mille sfumature, le influenze dei quattro ragazzi si combinano e ne viene fuori una miscela composita fatta di Dub, Dance,Trip-Hop, Dream-Pop, Electro-Pop e Indie Rock. In altre parole: di tutto un POP. Di recente MEry e la sua band si sono aggiudicati il titolo di Best Arezzo Wave Band 2014 in Puglia e andranno così a rappresentare la loro regione sul prestigioso palco dell'Arezzo Wave Love Festival. Recentemente hanno aperto i concerti di Marzia Stano aka Una e Calibro 35.

Giovedì 29 maggio (ore 22.00 - ingresso gratuito) ultimo appuntamento del primo mese di programmazione con il cantautore Tommaso di Giulio che presenterà, tra gli altri, i brani del suo disco "Per fortuna dormo poco". Nato a Roma nell’agosto del 1986, inizia a prendere dimestichezza col palco e col microfono a quindici anni, grazie ad un gruppo di compagni di liceo che lo invitano a cantare in una band rockabilly. Rapito e conquistato dal rock n' roll e dalle sue magiche proprietà, Tommaso è diventato in breve tempo un ascoltatore curioso ed onnivoro, approfondendo lo studio di diversi strumenti musicali per poter sperimentare, con il passare degli anni, più sonorità possibili, passando dalla new wave al folk, dal jazz alle colonne sonore. A partire dal 2006 Tommaso gravita in varie formazioni sia in veste di cantante che come bassista o chitarrista e parallelamente realizza più di dieci colonne sonore originali per il teatro e per numerosi audiovisivi. Nel 2008, dopo due anni trascorsi a suonare nei locali della capitale armato di chitarra e ukulele, riunisce attorno a se un gruppo di amici musicisti (Simone Empler al pianoforte, Stefano Vaccari al basso e Andrea Freda alla batteria) con i quali da il via al suo progetto solista che sente un po’ stretta la definizione di “cantautoriale”. Con l'intensificarsi dell'attività dal vivo, la conquista di premi all'interno di alcuni importanti concorsi musicali, le esibizioni live in apertura di artisti noti (Marlene Kuntz, Dente, Alessandro Mannarino) e la pubblicazione dell'album autoprodotto "Tutto il male vien per nuocere" cresce anche l'attenzione delle radio (tra cui Rai radio 1, Rai radio 2, Rai Isoradio, Radio Popolare, Radio Città Futura, Fandango Web Radio, Radio Dimensione Musica e molte altre) della tv (nel 2009 Tommaso duetta con Max Gazzè all'interno della trasmissione 1x1 in onda su SKY) e della stampa specializzata, che in alcuni casi ha definito il suo stile come "pop cinematografico" o "rock tragicomico". Nel 2012 arriva è tra i 4 vincitori di Musicultura 2012 (in quell’occasione si esibisce allo Sferisterio di Macerata in apertura di Francesco De Gregori, Pino Daniele e Jethro Tull) e tra i primi 60 finalisti di Sanremo 2013. Nel 2013 esce "Per fortuna dormo poco" (Leave / Universal). Il titolo del disco, come tutte le canzoni in esso contenute, nasce da un incontro/scontro tra due o più opposti. È un disco sull’insonnia come arma fondamentale del cantautore moderno che non si può permettere di fare l’artista maledetto (nel senso romantico del termine) ma che deve anzi dividersi tra mille impegni e doveri diversi per potersi ritagliare, quasi sempre di notte, un po’ di tempo per mettere in musica le impressioni e le inquietudini accumulate durante la giornata. È un disco irrequieto, dove convivono generi musicali anche antitetici, pieno di metaforici incontri di boxe che vanno avanti sin dall’alba dei tempi: il viaggio vs il ritorno, l’amore vs la rabbia, l’immobilità vs il movimento, l’Italia di chi si lamenta e non fa niente per cambiare la situazione vs L’Italia che non conferma la regola, il giorno vs la notte. La frase Per fortuna dormo poco, non a caso, è di certo una contraddizione in termini e una provocazione, ma è anche la verità. È vero: io dormo poco, per fortuna.

Il progetto Uasc! - vincitore di Principi attivi 2012 Giovani idee per una Puglia Migliore - si occupa di promozione culturale per favorire la diffusione della musica indipendente-emergente attraverso attività di booking, organizzazione eventi e management. Al suo interno il progetto Bandsurfing ha l'obiettivo di superare difficoltà strutturali, economiche, territoriali che si presentano quando si organizzano concerti che coinvolgono realtà musicali lontane. Lo scopo principale è quello di creare condivisioni di backline, scambi date, day off, vitto e alloggio attraverso una pubblicità congiunta, la ricerca di convenzioni e di tutto ciò che possa sostenere il difficile lavoro di quelle attività che hanno il coraggio di dedicarsi alla musica live originale.

Info e prenotazioni 3294499610 - 3891828289 - www.uasc.it


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Di Roberta Apos, nota hair stylist salentina, ne abbiamo sentito parlare a lungo. Nel corso del tempo stile e professionalità l’hanno...

07 Ottobre 2017 - Salento

Salento - Domenica 8 ottobre tornano i live al Gianna Rock Cafè di Veglie (via Fratelli Bandiera), con la band Figli di Rock 'n' Roll. Nel corso della...

08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner