Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 17 ottobre 2017 - Ore 02:13

Al via la mostra "Cultura e religione nella Grecìa Salentina"

Al via la mostra "Cultura e religione nella Grecìa Salentina"

Zollino - Domenica 4 maggio (ore 11.00 - ingresso gratuito) sarà inaugurata la mostra permanente “Cultura e religione nella Grecìa salentina dal Medioevo a oggi. Zollino” allestita presso la biblioteca comunale “Salvatore Ernesto Alberto Maniglio” di Palazzo Raho. L’installazione voluta dall’amministrazione comunale, rientra nell’ambito del progetto Interreg "PILTOUR - Pilgrim Tourism Routes in Ioannina and Lecce", Programma di Cooperazione Territoriale Europea, Grecia – Italia 2007-2013, finalizzato all’incremento del turismo religioso tra la Grecìa Salentina, ed in particolare i comuni di Zollino, Calimera, e Carpignano Salentino e Ioànnina, importante città della Grecia situata nella periferia dell’Epiro. Dopo i saluti di Antonio Chiga (vice Sindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Zollino) e di Alessandro Laporta (direttore della Biblioteca Provinciale di Lecce) seguirà l'intervento del professore Francesco G. Giannachi (Università del Salento) che ha curato i contenuti della mostra con l'antropologa Manuela Pellegrino.

La mostra, allestita a cura di Kurumuny, seguendo il filo conduttore della religione, raccoglie nelle sette sezioni che la compongono le principali testimonianze e tradizioni che caratterizzano il territorio comunale e la cultura grica: il territorio della Grecìa Salentina e le origini del griko, il villaggio bizantino di Apigliano, la figura del dotto umanista Sergio Stiso, la fine del rito greco a Zollino, I Passiuna tu Christù e l’opera di Domenicano Tondi. L’installazione vuole essere, quindi, in linea con le azioni previste dal progetto PILTOUR, uno strumento di salvaguardia e valorizzazione del carattere identitario, fortemente influenzato dalla civiltà greco-bizantina. L’isola linguistica ellenofona rappresenta un attrattore turistico importante, soprattutto per i profili legati al culto e ai riti religiosi che nel corso dei secoli hanno legato e messo in relazione la Terra d’Otranto coni vicini paesi della costa orientale dell’Adriatico.

Nell'immagine il prete di rito greco e dotto umanista zollinese Sergio Stiso vissuto a cavallo tra il 1400 e il 1500.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Di Roberta Apos, nota hair stylist salentina, ne abbiamo sentito parlare a lungo. Nel corso del tempo stile e professionalità l’hanno...

07 Ottobre 2017 - Salento

Salento - Domenica 8 ottobre tornano i live al Gianna Rock Cafè di Veglie (via Fratelli Bandiera), con la band Figli di Rock 'n' Roll. Nel corso della...

08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner