Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 23 ottobre 2017 - Ore 20:58

Social, giovane ed etico il Vigneto Puglia conquista Vinitaly

Social, giovane ed etico il Vigneto Puglia conquista Vinitaly

Italia - Tra conferme e novità, si chiude in positivo la presenza della Regione Puglia alla 48esima edizione di Vinitaly.

Grande affluenza di pubblico nel Padiglione 11, dove migliaia di appassionati e addetti ai lavori hanno visitato gli spazi occupati dai 120 espositori che hanno rappresentato la produzione del Vigneto Puglia. Rilevante la presenza dei giovani, attirati anche dalle iniziative social, come “Vieni in Puglia per Cantine Aperte” proposto dal Movimento Turismo del Vino Puglia e “Selfie e le Donne del Vino” a cura dell'Associazione Donne del Vino, che hanno animato le quattro giornate della manifestazione scaligera.

"Del resto la nostra è una regione giovane dal punto di vista anagrafico - commenta Fabrizio Nardoni, Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia - come testimoniano recenti dati Istat che raccontano di una popolazione per il 60% in età produttiva e con un'imprenditoria altrettanto giovane e attiva, con il 10% impegnato nel settore agricolo. L'attenzione per i social è quindi una diretta e interessante conseguenza che noi istituzioni assecondiamo e favoriamo".

Importante anche la conferma del successo di iniziative ormai divenute un cavallo di battaglia della presenza pugliese al Vinitaly. Prima tra tutte Taste & Press, il format che prevede l'incontro diretto tra cantine e giornalisti. 19 tra le più prestigiose firme del giornalismo enogastronomico nazionale hanno incontrato tutte le aziende pugliesi presenti in fiera, discutendo ovviamente di qualità ma anche di sistemi produttivi, comunicazione e marketing. E proprio di marketing si è parlato durante le iniziative Taste & Buy con i compratori internazionali e Buyer Connect UK, focalizzato sul mercato britannico.

E i buyer e i rappresentanti della stampa sono rimasti particolarmente colpiti anche dalla grande novità che vede la Puglia protagonista assoluta del mondo agroalimentare italiano, l'introduzione del bollino etico.

"Un'iniziativa della Regione Puglia che ha sin da subito suscitato molti commenti positivi - sottolinea Nardoni - e che si sostanzia in un riconoscimento nei confronti delle aziende virtuose che rispettano i contratti di lavoro. In sintesi le imprese devono dimostrare di rientrare nel cosiddetto indice di congruità e quindi di non utilizzare lavoro nero. Ovviamente stiamo lavorando per adeguare i limiti alle innovazioni tecnologiche, rivedendo le tabelle ormai obsolete. Un lavoro importante che vede la Puglia assoluta pioniera e che, ne siamo certi, costituirà una pietra angolare alla quale si adegueranno molte altre realtà territoriali".

Un'altra tappa in un percorso di crescita costante e attenzione nei confronti del mondo del consumo che si sposa perfettamente con l'altra novità presentata a Vinitaly, il marchio "Prodotti di Qualità Puglia".

"Ormai quello pugliese è un brand riconosciuto e affermato - prosegue Nardoni - che proprio per questo necessitava di un ulteriore marchio di riconoscimento, una sorta di certificato di garanzia in grado di offrire al consumatore un'immediata possibilità di identificazione di tutte le eccellenze del nostro straordinario paniere agroalimentare. Un "marchio ombrello", oggi consolidato e rafforzato dal sostegno finanziario assicurato anche dal Regime di qualità dell’Unione Europea e riconosciuto dall’ente regionale, in grado, tra l'altro, di premiare chi fa qualità ma anche di esaltare l'orgoglio di appartenenza delle nostre aziende, che arricchiscono un patrimonio consolidato di tradizione ed esperienza con radici antiche".

Vinitaly non è stato solo vino. Anche l'olio extravergine d'oliva ha avuto il suo palcoscenico con la manifestazione Agrifood & Sol.“Quella dell'olio extravergine d'oliva è una filiera fondamentale per l'economia regionale – ha commentato Nardoni – pertanto intendiamo avviare misure di sostegno molto importanti per supportare il lavoro degli olivicoltori in Puglia e valorizzare questo fondamentale comparto dell'economia agricola regionale”.

Ma infine questo Vinitaly ha portato alla ribalta anche le birre artigianali con i due premi “ Sol & Agrifood Golosario 2014” assegnati ai birrifici Birranuova e I Peuceti.

Si chiude quindi quest'edizione 2014 che, grazie alla spinta sinergica di istituzioni e imprese, si è ancora una volta rivelata stimolante e propositiva. Ed è stato ricco il programma di iniziative grazie al coinvolgimento dei partner quali: Ais Puglia, Associazione Assoenologi Puglia, Camera di Commercio Italo-Orientale, Concorso Enologico Vini Rosati d'Italia, Cucina e Vini, Le Donne del Vino, Movimento Turismo del Vino Puglia, Officina Creativa – Made in Carcere, ONAV Puglia, Radici Wine, Slow Fod Puglia, Vinoway e PugliaPromozione con le proposte


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
22 Ottobre 2017 - Nardò

Nardò - Nuovi imperdibili appuntamenti con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 27 ottobre il gruppo si...

08 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Di Roberta Apos, nota hair stylist salentina, ne abbiamo sentito parlare a lungo. Nel corso del tempo stile e professionalità l’hanno...

07 Ottobre 2017 - Salento

Salento - Domenica 8 ottobre tornano i live al Gianna Rock Cafè di Veglie (via Fratelli Bandiera), con la band Figli di Rock 'n' Roll. Nel corso della...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner