Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 18 ottobre 2017 - Ore 16:53

Intercultura: "Dal 1° all'8 aprile, Lecce apre le porte al mondo"

Intercultura: "Dal 1° all'8 aprile, Lecce apre le porte al mondo"

Lecce - Dal 1° all’8 aprile una delegazione di 32 studenti stranieri sarà ospite presso le famiglie del territorio leccese e il Liceo Scientifico “Banzi Bazoli” per uno scambio culturale su usi e costumi dal mondo, organizzato dai volontari del Centro locale di Intercultura di Lecce per la VII edizione della settimana salentina.

5 sono tra gli 800 studenti provenienti da tutto il mondo, accolti per un anno o sei mesi gratuitamente da una famiglia italiana, che stanno studiando a scuola, imparando non solo la nostra lingua, ma soprattutto la nostra cultura, i nostri usi e i nostri costumi. Si tratta di: Ferdinand dall’Austria a Lovere; Chayanit detto “Toey” dalla Thailandia a Como; Francesca dagli USA a Portogruaro; Aon dalla Thailandia a Novara, John dagli USA a Frosinone. 27 sono gli studenti tedeschi della scuola “Otto Schott Gymnasium” di Mainz partecipanti ad uno scambio di classe con il liceo leccese, finalizzato al confronto con una cultura diversa e allo sviluppo di competenze interculturali. Ad accompagnarli saranno degli chaperon molto speciali, 6 studenti stranieri che da settembre stanno vivendo a studiando a Lecce: Yaxuan dalla Cina, Omar dall’Egitto, Ping Hei dall’Hong Kong, Maria del Pilar dal Messico, Ian ed Alison dagli USA.

Mercoledì 2 e sabato 5 aprile gli studenti stranieri di Intercultura incontreranno i loro coetanei italiani presso il Liceo Scientifico “Banzi Bazoli” di Lecce per confrontarsi sui temi relativi all’educazione al cosmopolitismo ma anche su tradizione e natura legati al città di Lecce e alla sua storia. Durante la mattinata di mercoledì 2 aprile, gli studenti incontreranno il Sindaco di Lecce, Dott. Paolo Perrone, il Presidente della Provincia, Dott. Antonio Gabellone e il Dirigente Scolastico, Nicola Bolumetti presso l’Aula Magna del Bazzoli, per inaugurare insieme la settimana e dare un degno inizio alle attività, facendo porgere il saluto agli ospiti da parte di un’Autorità civile che crede nell’internazionalizzazione del territorio. I ragazzi e le ragazze di Intercultura avranno modo, anche solo presentandosi, di esprimere la gratitudine per l' accoglienza che questo territorio avrà loro riservato durante la settimana. A seguire, un intervento musicale a cura dell’Ensamble di fiati “Shipa Wind Quintet” del Conservatorio di Lecce (Antonio De Santis, fagotto; Antonio De Pascalis, oboe; Fabrizio Miglietta, clarinetto; Gianmarco Leuzzi, flauto; Davide Cicerello, corno). A conclusione della giornata, i formatori dell’Associazione in collaborazione con i docenti della scuola lavoreranno con i 32 studenti e i loro coetanei italiani all’attività intotolata “No Social, No Party. Quando la crescita interculturale diventa virale” dedicata alla riflessione sul rapporto tra le nuove tecnologie e l’apprendimento interculturale, grazie ai risultati dalla Ricerca Nazionale condotta del Prof. Fornasari dell’Università di Bari e la Fondazione Intercultura.

Il programma prevede naturalmente visite approfondite della città di Lecce (mercoledì 2 aprile), di Porto Selvaggio con visita guidata del Parco Naturale e di Otranto (giovedì 3 aprile), passeggiata tra le vie di Trani e di Bari (venerdì 4 aprile), scoperta degli immancabili Sassi di Matera, Patrimonio dell’UNESCO (lunedì 7 aprile), tutte tappe imprescindibili per ogni straniero che si avventuri in territorio salentino.
Questo progetto rientra nell’ambito della settimana di scambio promossa dal gruppo di volontari di Lecce dell’Associazione Intercultura, Onlus che dal 1955 è attivamente impegnata all’educazione alla mondialità inviando all’estero ogni anno centinaia di studenti italiani e accogliendone altrettanti in Italia, provenienti da tutti e 5 i continenti. Altre importanti protagoniste di questi “incontri che cambiano il mondo” saranno le famiglie di Lecce che hanno dato la disponibilità a condividere con questi giovani ambasciatori del mondo un po’ della propria quotidianità. Saranno loro, grazie alla curiosità di vivere un’esperienza nuova e stimolante, l’elemento principale di arricchimento di questi giorni all’insegna dell’interculturalità, senza il filtro degli stereotipi.

Questa settimana di didattica interculturale darà il via alla nuova campagna di accoglienza anche a Lecce. Infatti i volontari locali sono anche quest’anno alla ricerca di famiglie che accettino la sfida di accogliere il mondo in casa e imparare dalle diversità culturali anche senza spostarsi da casa.

Per ricevere maggiori informazioni sul programma della Settimana di scambio e sulle attività di Intercultura nel Centro locale di Lecce è possibile contattare la Responsabile dei programmi di ospitalità Alberta Maci al numero di cellulare 347 9000474 oppure visitare il sito dell’Associazione, all’indirizzo www.intercultura.it

L’Associazione Intercultura Onlus (www.intercultura.it)
L’Associazione Intercultura Onlus (fondata nel 1955) è un ente morale riconosciuto con DPR n. 578/85, posto sotto la tutela del Ministero degli Affari Esteri. Dal 1 gennaio 1998 ha status di ONLUS, Organizzazione non lucrativa di utilità sociale, iscritta al registro delle associazioni di volontariato del Lazio: è infatti gestita e amministrata da migliaia di volontari, che hanno scelto di operare nel settore educativo e scolastico, per sensibilizzarlo alla dimensione internazionale. E’ presente in 147 città italiane ed in 65 Paesi di tutti i continenti, attraverso la sua affiliazione all’AFS Intercultural Programs e all’EFIL. Ha statuto consultivo all'UNESCO e al Consiglio d'Europa e collabora ad alcuni progetti dell’Unione Europea. Ha rapporti con i nostri Ministeri degli Affari Esteri dell’ dell’Istruzione, Università e Ricerca. A Intercultura sono stati assegnati il Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio e il Premio della Solidarietà della Fondazione Italiana per il Volontariato per oltre 40 anni di attività in favore della pace e della conoscenza fra i popoli. L’Associazione promuove e organizza scambi ed esperienze interculturali, inviando ogni anno oltre 1800 ragazzi delle scuole secondarie a vivere e studiare all’estero ed accogliendo nel nostro paese altrettanti giovani di ogni nazione che scelgono di arricchirsi culturalmente trascorrendo un periodo di vita nelle nostre famiglie e nelle nostre scuole. Inoltre Intercultura organizza seminari, conferenze, corsi di formazione e di aggiornamento per Presidi, insegnanti, volontari della propria e di altre associazioni, sugli scambi culturali. Tutto questo per favorire l’incontro e il dialogo tra persone di tradizioni culturali diverse ed aiutarle a comprendersi e a collaborare in modo costruttivo.
La Fondazione Intercultura Onlus (www.fondazioneintercultura.org)
La Fondazione Intercultura per il dialogo tra le culture e gli scambi giovanili internazionali Onlus nasce il 12 maggio 2007 da una costola dell’Associazione che porta lo stesso nome e che dal 1955 accumula un patrimonio unico di esperienze educative internazionali. La Fondazione intende utilizzare questo insieme di conoscenze su più vasta scala, favorendo una cultura del dialogo e dello scambio interculturale tra i giovani e sviluppando ricerche, programmi e strutture che aiutino le nuove generazioni ad aprirsi al mondo e a vivere da cittadini consapevoli e preparati in una società multiculturale. Vi hanno aderito il Ministero degli Affari Esteri e il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca. La Fondazione è presieduta dall’Ambasciatore Roberto Toscano; Segretario Generale è Roberto Ruffino; del consiglio e del comitato scientifico fanno parte eminenti rappresentanti del mondo della cultura, dell’economia e dell’università. Nei primi anni di attività la Fondazione ha promosso

i convegni internazionali “Il corpo e la rete” (2013); “Ricomporre Babele: educare al cosmopolitismo” (2011); “Identità italiana tra Europa e società multiculturale” (2008);

il lancio dell’“Osservatorio nazionale sull’internazionalizzazione delle scuole e la mobilità studentesca”, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione: www.scuoleinternazionali.org

il vasto programma di borse di studio per studenti delle scuole superiori, in collaborazione con importanti enti, fondazioni, banche e aziende italiane, che consente ogni anno a circa mille ragazzi di vivere un’esperienza di vita e di studio all’estero per un anno scolastico in 60 Paesi diversi tra cui USA, Cina, India, Russia, Brasile, Thailandia e diversi Paesi europei.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Di Roberta Apos, nota hair stylist salentina, ne abbiamo sentito parlare a lungo. Nel corso del tempo stile e professionalità l’hanno...

07 Ottobre 2017 - Salento

Salento - Domenica 8 ottobre tornano i live al Gianna Rock Cafè di Veglie (via Fratelli Bandiera), con la band Figli di Rock 'n' Roll. Nel corso della...

08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner