Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 23 novembre 2017 - Ore 03:03

Lampa! L'Unda Maris nel Parco dei Paduli

Lampa! L'Unda Maris nel Parco dei Paduli

San Cassiano - Seconda tappa domenica 12 gennaio a San Cassiano per la rassegna “Lampa!” che anche quest’anno festeggia la nuova produzione di extravergine di oliva nato nel Parco dei Paduli. Nella rassegna itinerante è la musica ad accompagnare le degustazioni dell’olio, ottenuto dal recupero di ulivi secolari abbandonati e oggi rimessi a regime con tecniche colturali rispettose dell’ambiente.
Per ognuno dei cinque appuntamenti, che di volta in volta toccheranno i comuni dell’Unione Terre di Mezzo, la musica progredirà nel suo percorso di avvicinamento tra le suggestioni degli antichi canti e le sonorità più contemporanee, segnando una nuova tappa della costruzione di una sinfonia ideale del parco.

Ospiti della seconda serata, che inizierà alle ore 19 presso il frantoio Santa Cristina di San Cassiano, nei pressi della vecchia manifattura del tabacco, saranno i musicisti Enza Pagliara (voce e tamburello), Giorgio Distante (tromba ed elettronica), Antongiulio Galeandro (fisarmonica), Mario Grassi (percussioni), Redi Hasa (violoncello), che presenteranno il loro nuovo concept musicale “Unda Maris Project”.
L’appuntamento è alle 19. A precedere il concerto, in programma alle 20, sarà un laboratorio di canto, aperto a tutti, che si sviluppa attorno alle tracce orali legate al lavoro e alla vita nei campi, raccolte all’interno del “Coro dei Paduli”, un progetto artistico e di studio coordinato dalla cantante Enza Pagliara, che vede coinvolti anche i membri del Coro De La Regina Paza e il coro del “Circolo delle Donne” di San Cassiano.

Promosso dall’associazione Lua (Laboratorio Urbano Aperto) nell’ambito del progetto Abitare i Paduli, finanziato attraverso l’avviso pubblico per il sostegno alla gestione di spazi pubblici per la creatività giovanile, Assessorato alle politiche giovanili e cittadinanza sociale della Regione Puglia, dalla Fondazione con il Sud, dalla Provincia di Lecce e con il patrocinio dell’Unione dei Comuni delle Terre di Mezzo.
La natura itinerante degli appuntamenti, che fino a primavera si snoderanno per piccoli centri attorno al Parco dei Paduli, farà in modo che a ogni tappa il coro cresca di pari passo alla costruzione di una sinfonia, dalle sonorità arcaiche e contemporanee, che racchiuda in sé il suono dei Paduli.


Nel corso della serata sarà offerta al pubblico la degustazione dell'olio d'oliva in abbinamento all'aperitivo a km0. In collaborazione con la Banca dei Semi salentina, il secondo appuntamento di Lampa! ospiterà anche un banchetto dedicato al libero scambio dei semi per la coltivazione dei prodotti agricoli.


Cos'è Lampa!

Nel lembo più ad est di Italia, attraversato dall’antica via istmica che collega i porti di Gallipoli e di Otranto, lo Jonio e l’Adriatico, nel cuore delle Terre di Mezzo, si estende un vasto uliveto secolare che prende il nome di Paduli.
Conosciuto sin dal XVII secolo per la produzione di olio lampante, combustibile quotato alla Borsa di Londra ed utilizzato per l’illuminazione pubblica delle capitali europee, oggi questo luogo arcaico vive una condizione di inerzia, legata in buona parte alla tecnica colturale obsoleta e più in generale alla lunga crisi del settore agricolo.
Per la sua storia, per la posizione geografica e per il suo enorme valore paesaggistico, oggi questo luogo rappresenta un terreno ideale per sperimentare nuove forme di cura che ne impediscano il degrado e attivino modelli di produzione e sviluppo compatibili con le sue peculiarità.
Dall'abbandono degli alberi secolari alla produzione di olio d'oliva di alta qualità, passando per la scoperta di luoghi e persone. È questo l'obiettivo di Lampa!, evento nato all'interno di “Abitare i Paduli” progetto neorurale a metà tra la pratica e l’esperimento, promosso dal Laboratorio Urbano Bollenti Spiriti delle Terre di Mezzo.
Attraverso l’adozione di uliveti secolari abbandonati, circa 450 piante tra “celline” e “oglialore”, si è avviato un modello di produzione di olio di alta qualità, che prende il nome di Lampa!
L’obiettivo è costruire un processo ecosostenibile di produzione pubblica dell’olio d’oliva, dando a questo prodotto così profondamente identitario per il luogo, nuove prospettive culturali ed economiche. A coordinare il progetto è il Lua, Laboratorio Urbano Aperto, insieme a cinque associazioni locali, sostenuto dalla Regione Puglia - Assessorato alle Politiche Giovanili e dai Comuni delle Terre di Mezzo.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
16 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - Spazio ai giovani autori italiani alla Città del Libro di Campi Salentina. In occasione della XXII edizione della rassegna letteraria...

10 Novembre 2017 - Monteroni Di Lecce

Monteroni Di Lecce - Nuovo imperdibile appuntamento con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 17 novembre il gruppo si...

03 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - RADICI - Pizzicheria Salentina organizza - per il nono anno consecutivo - l’edizione romana del “San Martino Salentino”. Un evento,...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner