Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 21 agosto 2017 - Ore 04:54

"Special Guest": Beatrice Mele presenta la sua mostra "Holy Pop"

"Special Guest": Beatrice Mele presenta la sua mostra "Holy Pop"

Lecce - La rassegna “Special Guest” ideata e curata da H24 FabrìKa venerdì 22 novembre 2013 alle 20.30, presso la sede di H24 FabrìKa in Vico Dietro Spedale Pellegrini, 29/a di Lecce presenterà “HOLY POP”, mostra di Beatrice Mele. Durante la serata H24 FabrìKa proporrà una serie di opere rappresentative dei diversi generi trattati dall’artista. Seconda la curatrice Rosanna Gesualdo, si tratta di "un'accurata selezione di “Icons” dalla forte carica attrattiva e da una tensione comunicativa, caratteristiche di un’arte ludica e consapevole, una connotazione caratteriale dunque che fonda la propria comprensibilità attingendo i propri soggetti da una quotidianità riconoscibile da tutti nell’ immediato.

Beatrice Mele può essere certamente definita artista Neo-Pop ovvero la corrente artistica internazionale postmoderna sviluppatasi a partire dagli anni novanta del XX secolo. Con evidente riferimento alla Pop Art storica e ai suoi più noti autori come Andy Wharol e Roy Lichtenstein.

Quello di Beatrice Mele è un mondo rappresentativo in cui sapientemente si fondono momenti quotidiani dall’ apparente insignificanza come costruzioni urbane, raffigurazioni estetiche di un’adolescenza trascorsa in una città di provincia negli anni novanta, e non per ultima la narrazione di un’intima visione del sacro.
Ogni opera preannuncia la successiva, ogni vicenda narrativa appare come la tessera di un mosaico ampio di possibilità ancora tutte da indagare. Talvolta apparentemente irriverenti, talvolta semplici e graffianti come intente in un dialogo onomatopeico.

Diversi i rimandi culturali nelle opere di Beatrice Mele, graffitismo urbano e underground di cui adotta linguaggi e mezzi. La maniacale ricerca dei frammenti, la tecnica della sovrapposizione stampa-color, i colori accesi accanto ai toni del bianco e il nero, i fucsia che si stemperano nelle varie gradazioni dei blu, dove sovente la fotografia traccia la texture architettonica, ci trasportano in un mondo alternativo regolato da leggi proprie. E’ il mondo di Beatrice Mele, sospeso in uno spazio non definito che nella sua irrealtà è capace di generare una sorta di divertita sorpresa in un tempo come questo dove pensiamo di aver visto e detto ormai tutto".


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner