Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 21 agosto 2017 - Ore 14:14

Le parole della memoria presenta "Nu Currere An Furia"

Le parole della memoria presenta "Nu Currere An Furia"

Lecce - L’antico detto, in dialetto ditteriu, “Nu currere an furia” tradotto alla lettera vorrebbe dire: non correre con furia, ma il vero significato è un altro, il verbo correre è solo metaforico e il detto equivale piuttosto alla raccomandazione di non avere fretta in senso generale, raccomandazione che dovremmo considerare in ogni momento della nostra vita, soprattutto quando si tratta di prendere delle decisioni importanti che possono creare spesso situazioni irreversibili.
Nella commedia di Mario Teni, il ditterio si colloca nel contesto di un discorso che ha come tema quello della gelosia. Argomento sempre di attualità anche se possiamo affermare che la stessa nasce con la comparsa dell’uomo sulla terra. Che cos’è la gelosia? La gelosia è amore ma può essere anche possesso, rivalità, invidia. La gelosia può essere legittima ma talvolta è cieca, assurda, immaginaria e spesso morbosa. La gelosia è un sentimento complesso, capace di creare stati d’animo diversi in cui entrano in gioco la fiducia ed il sospetto. La gelosia è pericolosa perché può creare situazioni equivoche con conseguenza talvolta drammatiche. Questo argomento è stato, da sempre, oggetto di opere letterarie, teatrali e cinematografiche. Anche il campo musicale è stato coinvolto infatti ritroviamo questo tema non solo in innumerevoli canzoni leggere ma anche in melodrammi classici tra i quali ricordiamo tra i più noti “l’Otello” di Verdi o “La Carmen” di Bizet.
Anche Mario Teni, col suo stile umoristico e grottesco, ha voluto cimentarsi in questa tematica scrivendo questa commedia brillante in vernacolo salentino in cui due coppie si trovano ad affrontare il problema della gelosia che sembra talmente grave da far temere una disastrosa rovina nei rapporti affettivi e familiari. Solo la saggezza e l’importanza del ditterio “ Nu currere an furia” riuscirà invece a risolvere la delicata situazione creatasi in seguito ad una serie di equivoci. La morale della commedia pertanto sta proprio nella raccomandazione di non prendere decisioni affrettate, di riflettere prima di agire, di consigliarsi, di non agire d’impulso, di ascoltare e vedere le cose con occhi diversi. Raccomandazione che se recepita spesso eviterebbe sofferenze inutili se non addirittura fatti delittuosi.
Prezzi : platea numerata 7.50 - Galleria 5.oo


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner