Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 24 ottobre 2017 - Ore 09:52

Al via la rassegna "Le Parole della Memoria" al D B D’Essai

Al via la rassegna "Le Parole della Memoria" al D B  D’Essai

Lecce - La violenza sulle donne ed il femminicidio (termine che non ci piace affatto) sono, purtroppo, di drammatica attualità. Nel vasto repertorio di Raffaele Protopapa dedicato più che altro ad un teatro,ingiustamente detto di “ evasione”, abbiamo trovato e portato in scena un’opera che affronta questi temi pur se ambientata in un periodo,inizi anni ’60 in cui , forse, vi era meno sensibilità per l’argomento. Con la saggia regia di Gianfranco Protopapa quest’opera teatrale è diventata GIU’ LE MANI DA MARIA, dando al nome di Maria, che è anche quello della protagonista, il significato di Donna.
L’opera scritta e ambientata intorno agli anni ’60 ,probabilmente, è stata ispirata da qualche episodio di cronaca dell’epoca.

MARIA (Greta Antico) il personaggio chiave della storia,infatti, esprime in se una carica di odio quasi inconcepibile,ma che poi è l’odio delle anime semplici, l’odio commisurato al senso della giustizia. Nelle pieghe delle tragedia si indovinano i rancori serpeggianti mai repressi di un contesto sociale un po’ paesano,un po’ civile ,un po’ borghese.

Il gioco dei sentimenti in quest’opera è piuttosto retrospettivo; Raffaele Protopapa tenta di mantenere in vita il suo mondo, quello della sua generazione e lo fa da maestro. Lo indica alle generazioni future , se può essere utile riproporlo, nei suoi limiti, nelle sue contraddizioni.

Il lavoro teatrale,pur nella serietà del tema trattato, viene alleggerito dalla presenza di personaggi tipici della Lecce del tempo, CIA (Annamaria Colomba) proprietaria di una “putea”, gli stessi GENITORI: CAETANU (Gigi Urru) e CUNCETTA (Rosaria Alfeo), DON CICCIO (Riccardo Riccardi) il padrone della fabbrica. Completano il cast : PIPPI (Riccardo Martella) il fidanzato, Doriana Tornese (UN FUNZIONARIO) il Dott Lorenzini (Giuseppe De Cillis) il MEDICO ed il Maresciallo RANDONE (Diego Perrone)
La scenografia è curata dallo stesso Gianfranco Protopapa con Marco Vigna e la collaborazione di Lorena Palmisano. Aiuto di palcoscenico Catiuscia Quarta

Teatro D B D’Essai Lecce, venerdi 15 novembre
Prima serata della Rassegna Le Parole della Memoria
In scena
G I U’ L E M A N I D A M A R I A
Due tempi tratti da L’Ancura di R.Protopapa
Regia di Gianfranco ProtopapaPer info CENTRO STUDI “R.Protopapa”
Via Bari 68/A 73100 L E C C E
Franco Ciardo 338 3400494
cifralecce@libero.it fax 0832 217410


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
22 Ottobre 2017 - Nardò

Nardò - Nuovi imperdibili appuntamenti con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 27 ottobre il gruppo si...

08 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Di Roberta Apos, nota hair stylist salentina, ne abbiamo sentito parlare a lungo. Nel corso del tempo stile e professionalità l’hanno...

07 Ottobre 2017 - Salento

Salento - Domenica 8 ottobre tornano i live al Gianna Rock Cafè di Veglie (via Fratelli Bandiera), con la band Figli di Rock 'n' Roll. Nel corso della...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner