Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 17 agosto 2017 - Ore 23:33

AlteraMente presenta il progetto "Jek, Duj Trin…Ánde Škola"

AlteraMente presenta il progetto "Jek, Duj Trin…Ánde Škola"

Lecce - L’Associazione di Promozione Sociale “AlteraMente” mercoledì 30 ottobre darà avvio alle attività previste dal progetto «Jek, Duj Trin…Ánde Škola: Percorsi di inclusione sociale e scolastica dei bambini Rom», vincitore del bando “Principi Attivi 2012: Giovani Idee per una Puglia Migliore”.

L’Associazione “AlteraMente” è costituita da quattro giovani socie che collaborano insieme a livello informale da molti anni, in seguito a una ricerca svolta all'interno del Campo Sosta Panareo. Il lavoro di ricerca, condotto dall’OPI, Osservatorio Provinciale sull’Immigrazione (ora I.C.I.S.M.I.) è stato coordinato dal prof. Luigi Perrone.

L’Associazione “AlteraMente” evidenzia al proprio interno caratteristiche comuni di professionalità, coesione, motivazione e attenzione alle problematiche sociali del proprio territorio ed è costituita da Alessandra Cataldo, Katia Baglivo, Ester Stefano e Tina Saljaj.
Il progetto, della durata di nove mesi, ideato e portato avanti da queste ragazze, svilupperà percorsi di inclusione sociale e scolastica per i bambini Rom residenti nel Campo Sosta Panareo di Lecce e frequentanti la scuola primaria.
Nella prima fase di realizzazione del progetto, l’Associazione ha già effettuato interventi di mediazione socio-culturale e orientamento per le famiglie rom, ha preso contatti con le scuole interessate e i Servizi Sociali del Comune di Lecce e organizzato momenti di formazione/informazione con i volontari che prenderanno parte alle attività.

Mercoledì inizieranno gli incontri con i bambini, incontri dedicati al supporto extrascolastico e ad attività ludico-ricreative e laboratoriali con le quali si intende lasciare libero spazio all’espressione artistica e manuale per incentivare lo sviluppo della creatività. Sarà prestata particolare attenzione alla lingua e alla cultura romanì, grazie alla collaborazione di un’esperta rom; si dedicheranno, inoltre, delle ore all’apprendimento dell’educazione civica e ambientale. Attraverso la valorizzazione di entrambe le culture si vuole investire sul biculturalismo di questi bambini e renderli consapevoli dei loro diritti e doveri in quanto cittadini del mondo.

Il progetto mira a configurarsi come un luogo di mediazione tra scuola e minore, scuola e famiglia, minore e famiglia, minore e territorio, attraverso la creazione di uno spazio esterno al Campo che permetta ai bambini di rapportarsi con il tessuto sociale e di uscire dalla condizione ghettizzante che la dimensione Campo comporta.
Le attività si svolgeranno, infatti, presso la Casa Catechistica della Parrocchia di Santa Maria Del Popolo, grazie all’accoglienza di Don Fernando Capone e di tutta la comunità parrocchiale di Surbo; il servizio di trasporto sarà garantito dall’Associazione Marco 6.31.
Per la realizzazione di questo lavoro, è stata fondamentale la collaborazione con il Centro Interculturale Migrantes, l’Associazione Popoli e Culture Onlus e l’I.C.I.S.M.I. Le famiglie rom non dovranno contribuire economicamente in nessun momento, tutte le attività formative e ludiche previste, nonché il trasporto dei bambini rom, saranno a carico del progetto.

A conclusione dello stesso, sarà realizzato un evento pubblico in collaborazione con il Comune di Lecce, il Consorzio Nova Onlus, la Federazione Romanì e le Associazioni di Terzo Settore partners del progetto (Associazione CSP, Comitato per la difesa dei diritti degli immigrati , Amis Onlus).
«Jek, Duj Trin…Ánde Škola: Percorsi di inclusione sociale e scolastica dei bambini Rom» s’inserisce, inoltre, in un’attività di networking che mira alla costituzione di una rete territoriale pro-attiva sul tema delle politiche di inclusione delle minoranze Rom presenti nei diversi contesti locali. La rete, al suo interno, prevede il coordinamento di tutti gli attori per dar vita ad azioni sinergiche e partecipative, con interventi coordinati e congiunti da parte di tutte le realtà interessate al fenomeno. L’intento è quello di coinvolgere i giovani Rom affinché si dia avvio a un’inclusione non PER i Rom, ma CON i Rom.

Per ulteriori informazioni: Alessandra Cataldo +39 3883447375; Katia Baglivo +39 3288390316.
È possibile seguire l’andamento delle attività attraverso la pagine Facebook dell’Associazione:
https://www.facebook.com/associazionealteramente.




Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner