Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 24 novembre 2017 - Ore 01:12

Il Club dell’ascolto all'Ammirato Culture House

Il Club dell’ascolto all'Ammirato Culture House

Lecce - Il Club dell’ascolto nasce da una necessità: quella di riscoprire la pratica in via di estinzione dell’“ascoltare musica”. Collettivamente. Analogicamente. Basta poco: un giradischi in salute, almeno tre vinili e due casse diversamente funzionanti. E’ con questo approccio che Gigi Colaci ha dato vita – con il supporto (a)morale di Luigi Negro – al progetto che lentamente sta riavvicinando appassionati di lungo corso e neofiti al vinile. Aspetto portante del Club dell’ascolto è la condivisione dei propri percorsi musicali; una condivisione che è pretesto di aggregazione sociale, scambio intorno a futilità imprescindibili come solo la musica (la copertina di un 33 giri, un assolo di David Gilmour, un arrangiamento di David Bowie) sa essere. Ciascuno ha quindi la possibilità di portare la propria collezione di vinili da casa e di renderla patrimonio di tutti. La consolle è a disposizione. Ogni puntata del Club dell’ascolto è incentrata su un tema affrontato con un dibattito semiserio bilanciato da un serissimo aperitivo a Km 0. E ospiti – musicisti, scrittori, addetti ai lavori o absolute beginners – pronti a mettersi in gioco alle regole della “condivisione analogica”, musicale e culinaria, passando così dai piatti ai piatti per poi tornare ai piatti. Esattamente come hanno fatto artisti del calibro di Richard Sinclair, Graham “Suggs” McPherson e Bette Bright.
Il Club dell’ascolto è un progetto tuttora in evoluzione.

IL CLUB DELL'ASCOLTO N.11
Selezioni Viniliche video e commenti a cura di:
Gabriele Rampino ( Edizioni Dodicilune, Musicista)
Maurizio Bizzochetti ( Musicista)
Mauro Tre (Musicista).
GABRIELE RAMPINO.
Sax sopranino, soprano, contralto, tenore baritono. Clarinetto, clarinetto basso, duduk e strumenti
ad ancia etnici. Flauto traverso e flauti etnici. Pianoforte, Tastiere, Programmazione. Produzione
musicale. Sound design. Sonorizzazioni. Jingles. Direttore editoriale di Dodicilune. Direttore
artistico di Jazle. Dopo regolari studi di pianoforte intraprende lo studio del saxofono e del
clarinetto con il M° Rosato del Conservatorio di Lecce. Negli anni approfondirà lo studio
dell'intera famiglia degli strumenti ad ancia. Ha studiato poi con Steve Grossman e Alan Michael
Rosen. Ha seguito numerose masterclass di improvvisazione jazz e armonia (tra gli altri con Joey
Calderazzo). Compositore delle colonne sonore dei film di Edoardo Winspeare, “Galantuomini”
(2008), “Sotto il Celio Azzurro” (2009), “In Grazia di Dio” (in lavorazione). Nel 2008 ha realizzato
le musiche dello spot dell’ICE (Istituto per il Commercio estero) con Isabella Rossellini, la cui
eleganza e il cui fascino hanno rappresentato l’Italia in una campagna lanciata per promuovere il
Made in Italy negli Usa; l’attrice romana è infatti stata scelta dal'Ice per rappresentare e lanciare i
prodotti del nostro paese negli Stati Uniti, per la regia di Paolo Vari; nonché la colonna sonora per il cortometraggio "Il Primo Anniversario (Le Cadeau d'Anniversaire)", commissionato dalla notissima maison francese Louis Vuitton a Edoardo Winspeare, che è stato presentato a Parigi presso l'Espace Culturelle Loius Vuitton e, nella sera del 6 giugno, presso MK2, ed è stato proiettato sino al 31 agosto 2008 nella Rue Bassano presso la nota maison nell'ambito di “Travelling”. “Gabriele Rampino appartiene a quei musicisti che riescono a rendere sonore le immagini e immaginifiche le musiche. Una dote innata, senza dubbio, che si fonda su di un'esperienza robusta e ben diversificata e su seri studi ad ampio spettro. E' dal 2005 che mette al servizio del cinema, ed in particolare del regista Edoardo Winspeare, il suo naturale talento e la colonna sonora di Galantuomini testimonia il suo stato di grazia. Un percorso impregnato di Mediterraneo ottimamente suonato da Gabriele Rampino che tocca dal clarinetto al pianoforte, passando attraverso il bandoneon, le percussioni, le tastiere ed l'armeno duduk... Il gruppo conferisce un ulteriore valore aggiunto all'intera opera e distilla una musica calda, corposa, ricca di lirismo. Rampino ha saputo, ancora una volta, creare delle melodie sempiterne, a volte ancestrali, mutuate dalle tradizione popolare, senza schemi precostituiti. Un lavoro di ricerca e di composizione magistralmente eseguito”
(Alceste Ayroldi, Jazzitalia, marzo 2009)

MAURIZIO BIZZOCHETTI

Direttore, produttore esecutivo e Label manager Dodicilune Edizioni discografiche e Musicali, vincitrice del JAZZIT AWARDS 2010 - 2011 – 2012 per la categoria "Migliore Etichetta Discografica Italiana" (2° posto nel 2012, 3° posto nel 2011, 2° posto nel 2010) Oltre 100 dischi in
catalogo. Dodicilune, è un viaggio a 360 gradi sulla strada delle musiche (im)possibili. Una visione a tutto tondo tra jazz, classica, contemporanea e le musiche del mondo". Chitarrista, classico ed elettrico; compositore. Membro fondatore e responsabile tecnico della rassegna concertistica
stabile Jazle, attiva sin dal 1999.

MAURO TRE

Eclettico musicista e compositore, figura tra i protagonisti degli ultimi 25 anni di storia musicale pugliese e salentina. Classe 1965, dotato di innato talento intraprende, giovanissimo, un percorso di studi da autodidatta per pianoforte, strumento che si rivelerà perfetto per interpretare quell’ispirazione minimale, ricca di colori e di emozioni, tratto peculiare del suo estro creativo. Nel 1985 entra come pianista stabile nel leggendario “Jazz Club Underground” di Maglie e, tre anni dopo, è consacrato “promessa della musica contemporanea” da Antonio Verri sulla rivista “Sud Puglia”. In quegli anni ha l’occasione di suonare con alcuni dei nomi più rappresentativi della scena jazz nazionale e internazionale, come Massimo Urbani, accompagnato per un breve tour salentino, o Roberto Ottaviano, come con l’allora giovanissimo Fabrizio Bosso. Fonda nel frattempo l’Intensive Jazz, progetto in progress con cui influenza la ricerca musicale pugliese in campo
jazzistico, tra contaminazioni fusion e free-jazz. Anni di intensa attività che sfociano nell’esordio discografico con l’album “Today’s Sound” (1997) e segnano l’incontro col trombettista Cesare Dell’Anna, con cui cementa un fraterno sodalizio artistico suggellato nel tempo dalla collaborazione nei progetti Opa Cupa, DD3, Zina, My Miles e DN3. L’esigenza di esplorare nuove forme espressive nella musica contemporanea lo vede inoltre impegnato in composizioni per lavori teatrali, tra cui Ulysse’s Gramophone, War Gift (2006) e Beckett Suite (2007) per Astràgali Teatro, in cui sperimenta tecniche di composizione elettronica, digitale per tornare poi, nell’ultimo lavoro dedicato Beckett, alla scrittura per quartetto d’archi. Dal 2010 torna a dedicarsi con più intensità al jazz, che negli anni precedenti aveva coltivato proponendo letture del repertorio mainstream nella formazione più congeniale del trio, oltre che all’avvio dell’iniziativa orchestrale in omaggio a SunRa (2007). Il trio si consolida con la collaborazione stabile di Dario Congedo alla batteria e di Luca Alemanno al contrabbasso (Lecce Jazz Festival 2012, Otranto Jazz Festival 2012, Locomotive Jazz.Sempre nel 2012, con la collaborazione di Andrea Favatano e Ennio Brunetta, fonda, sull’esperienza pluridecennale del Jazz Club Le Caveau, l’associazione JASS – Jazzisti Salentini Associati, con cui da vita al Lecce Jazz Festival 2012. In seno all’associazione rinasce il progetto
“Sun-Ra Orkestra”, con la collaborazione del musicista e compositore.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
23 Novembre 2017 - Copertino

Copertino - La tredicesima edizione del “Campionato Interregionale di Danze Sportive e Artistiche” vedrà tra i protagonisti i numerosi...

16 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - Spazio ai giovani autori italiani alla Città del Libro di Campi Salentina. In occasione della XXII edizione della rassegna letteraria...

10 Novembre 2017 - Monteroni Di Lecce

Monteroni Di Lecce - Nuovo imperdibile appuntamento con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 17 novembre il gruppo si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner