Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 18:46

"Bande a Sud. Suoni tra due mari" con Enzo Avitabile

"Bande a Sud. Suoni tra due mari" con Enzo Avitabile

Trepuzzi - Prosegue sino al 16 agosto l'articolata programmazione di "Bande a Sud. Suoni tra due mari", ricca di nomi nazionali ed internazionali tra tradizione e sperimentazione. Dopo gli intensi momenti di musica e le esplosioni di colori delle Bande di strada, ritmi e sapori con il progetto Bande a Food, dopo l'esibizione della Banda Osiris e i momenti dedicati alla musica classica e acusmatica, lunedì 12 agosto (ore 21.30 - ingresso gratuito) in Largo Margherita a Trepuzzi (Le) appuntamento con Enzo Avitabile accompagnato dai fiati della Scorribanda e dai travolgenti Bottari di Portico. Compositore, sassofonista, cantante partenopeo, Enzo Avitabile ha dedicato la sua vita alla ricerca di suoni inediti, incredibilmente vitali, mescolando costantemente  antico e moderno. Trent'anni di intensa carriera dedicata interamente all'apertura e al meticciato di linguaggi e  scambi culturali, un'incredibile mix di “soul, una napoletanità senza stereotipi, una fusione di ritmi africani e rap”, senza mai rinunciare alle proprie origini, anzi scavando nei meandri della propria storia e realizzandone sempre nuove interpretazioni e suggestioni. Crocevia di culture e voci, Enzo Avitabile  approda sul palco di Bande a Sud con uno spettacolo che l'artista porta nei più importanti festival europei.


Il Conservatorio. Il pop. Il ritmo afro-americano. La musica antica della pastellessa e della zeza e il canto sacro. Enzo Avitabile dedica la sua vita alla ricerca di un suoni inediti, non solamente originali ma vitali ed essenziali, al di fuori di ogni logica commerciale, di ogni conformismo, di ogni moda. Queste le vere note biografiche: un artista, un compositore, un polistrumentista. Da bambino, Avitabile ha studiato il sassofono; da adolescente si è esibito nei club napoletani affollati dai clienti americani. Quindi si è diplomato nella disciplina del flauto a S. Pietro a Majella e ha iniziato a collaborare con artisti pop e rock di tutto il mondo, da  James Brown a Tina Turner, Afrika Bambaataa, Randy Crawford e molti altri artisti di fama internazionale, ma muovendosi sempre sotto un cielo assolutamente personale, mai comune. Nel 2004, con 10 album all’attivo, si trova di fronte ad un delicato bivio artistico, restare consapevole della propria tradizione popolare o ignorarla e adeguarsi alle hit parade del secondo millennio? Enzo Avitabile, decide di non rinunciare al patrimonio lessico/musicale della sua terra ed è in questo periodo che nasce la voglia di incontrare, in un progetto musicale completamente nuovo, i Bottari di Portico ensemble che fa del ritmo ancestrale la sua unica fede. Sul palco, botti, tini falci strumenti atipici diretti dal capopattuglia cadenzano antichi ritmi processionali che sono sana trance: non techno, ma "folk". Dà così vita ad una proposta innovativa in cui, estrapolando dalla tradizione i ritmi antichi che i bottari avevano sapientemente mantenuto inalterati nel tempo, fonde il personale sound con la tradizione di questi percussionisti, le cui origini risalgono al XIII Sec. «Ormai era diventato indispensabile disamericanizzare il mio linguaggio musicale», diceva Avitabile. E c’è senz’altro riuscito. Da questa esperienza con i Bottari, è nato “Salvamm’ ‘o munno”, album specialissimo che ha ottenuto ben quattro nomination ai BBC World Music Award perché spazia dal canto liturgico ai tradizionali a fronna, e include – tra le altre – le prestazioni di Khaled, Manu Dibango, Zì Giannino del Sorbo, il Miserere di Sessa Aurunca, Luigi Lai, la Polifonica Alphonsiana e Baba Sissoko. Nel 2007 Enzo Avitabile presenta, sempre con la partecipazione dei Bottari di Portico, un Album doppio il cui titolo è "Festa, Farina e Forca", di rivoluzionaria memoria a cui partecipano Matthew Herbert, Bill Laswell, Banco De Gaia, Manu Dibango, Djivan Gasparian e Luigi Lai. È la storia di un uomo che scrive, suona e declama sillabe sacre, laiche, contemporanee. Attento ai popoli che abitano il mondo. Nel 2011 e 2012 nasce e si concretizza un progetto dal respiro mondiale “Black Tarantella” a cui partecipano David Crosby, Bob Geldof, Franco Battiato, Pino Daniele, Francesco Guccini, Raiz, Co’ sang, Mauro Pagani, Daby Tourè, Enrique & Solea Morente,  Idir, Toumani Diabatè. Ancora oggi questo concerto gira per il mondo portando in ogni angolo della terra la tradizione del sud Italia e del Mediterraneo, ma con la voglia di lasciarsi contaminare dalle culture del mondo, senza però voler colonizzare né farsi colonizzare. Uno scambio di riti, di ritmi, di cultura e di religioni che cerca sempre di essere alla pari, senza prevaricazione alcuna, ma nel rispetto, nell’amicizia e nell’amore tra i popoli. L’ultima produzione di Avitabile “Black Tarantella” ha vinto la targa Tenco 2012 per il miglior album dell’anno nella sezione album in dialetto (www.enzoavitabile.it).

Martedì 13 agosto (ore 21.30 - ingresso gratuito) presso la Masseria Provenzani di Casalabate (Le) appuntamento con il concerto dell'Ensemble El nuevo riconcillo con con Luigi Papa (flauto), Antonio Trevisi (clarinetto), Chiara Papa (chitarra classica), Flavio Palma (clarinetto basso), Valentina Silvestri (voce narrante) e il solista Vincenzo Maria Sarinelli (tenore). Compositore, contadino, patriota convinto, Giuseppe Verdi rappresentò e rappresenta per molti italiani, attraverso il suo impegno politico, la somma di tutti quei simboli che li hanno guidati all'unificazione nazionale contro l'oppressione straniera, sostenuti dalla potenza delle sue intramontabili composizioni operistiche. Proprio in occasione del bicentenario dalla sua nascita (10 ottobre 1813), l'Ensemble El nuevo rinconcillo, portando avanti il proprio progetto di studio e di ricerca, rende omaggio al celebre compositore eseguendo alcune sue composizioni da camera, arrangiate ed armonizzate per l'occasione per una formazione cameristica; le suddette composizioni saranno presentate e contestualizzate nel loro periodo storico, con l'ausilio di alcune letture, e verranno intervallate cronologicamente con alcuni "omaggi" delle sue opere più famose.

Mercoledì 14 e giovedì 15 agosto, invece, in occasione della Festa Patronale della Madonna Assunta, appuntamento a Trepuzzi con le bande tradizionali di Montescaglioso, Sogliano Cavour e con la Fanfara dei Bersaglieri.

Venerdì 16 agosto (ore 21.30 - ingresso gratuito) sempre in Largo Margherita a Trepuzzi, il Festival si chiuderà con i travolgenti ritmi della Kočani Orkestar. Il gruppo macedone originario di Kočani, città al confine con la Bulgaria, con le sue atmosfere zingare che strizzano l'occhio al jazz, infiammerà di musica e ritmo l’ultima notte del Festival. Un mix sbalorditivo di tradizioni, etnie e ritmi, dove gli strumenti utilizzati sono quelli della tradizione bandistica balcanica, ma le influenze sono le più varie e suggestive. La Kočani calca da anni i palchi dei Festival mondiali più importanti e vanta numerosissime e prestigiose collaborazioni tra cui quella con Vinicio Capossela.

L’idea di Bande a Sud, Festival-laboratorio degli immaginari bandistici, diretto da Gioacchino Palma, è nata nel 2012 da un incontro tra Gal Valle della Cupa, Comune di Trepuzzi e Comitato Feste Patronali, nel tentativo di rivalutare i riti e le tradizioni tipiche del repertorio bandistico. Al tempo stesso un’occasione per apprezzare queste storiche formazioni musicali ma anche uno strumento di attrattiva e promozione della cultura musicale e delle risorse locali. Quello che è stato definito come un “onesto passatempo(..) mezzo di educazione e utilità pubblica” affonda le sue radici nelle storie di artigiani, sarti, calzolai e racconta il desiderio di emancipazione, realizzatosi attraverso la musica.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner