Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 25 novembre 2017 - Ore 01:12

Serata conclusiva della festa di Santa Domenica

Serata conclusiva della festa di Santa Domenica

Scorrano - Si è conclusa ieri sera la festa di Santa domenica a Scorrano. Migliaia gli avventori che in questi giorni hanno invaso le strade del paese per ammirare le bellissime luminarie.

Di seguito le foto della serata conclusiva e la storia di Santa Domenica:

"La sensibilità popolare scorranese, spesso nutrita, di fantasia, di tendenza al mito, di pietà, di religiosità, a volte anche di paure, di coscienza della memoria e senso del racconto, si è appropriata dell'evento dell'apparizione sulle mura di Santa Domenica per liberare il paese dal flagello della peste e ne ha fatto un punto di riferimento essenziale per l'immaginario religioso collettivo. La Santa di Tropea, sconosciuta fino a quel momento (anno 1600, forse agli inizi di luglio) agli Scorranesi, perché era loro nota col nome di Ciriaca, durante un'epidemia di peste che stava falcidiando la popolazione, appare in sogno ad un'anziana donna sulle mura della città, su Porta Terra, e le comunica che, spontaneamente, aveva deciso di diventare la protettrice di Scorrano. Come segno di questa Sua benevolenza nei confronti degli Scorranesi avrebbe liberato il paese dalla peste. All'anziana donna la Santa chiede di comunicare questo sogno all'arciprete e come testimonianza della veridicità di questa Sua volontà predice che gli ammalati colpiti dal morbo sarebbero stati salvati e, una volta guariti, avrebbero dovuto far conoscere questo evento straordinario al resto del paese accendendo delle lampade ad olio sulle finestre, come segno dell'avvenuta guarigione. In poco tempo tutto il paese brillò di luci sulle finestre e la peste fu debellata. Da allora, tutti gli anni, durante il novenario in preparazione alla festa di Santa Domenica gli Scorranesi, per riconoscenza verso la loro Protettrice per questo miracolo, accendono delle lucerne sulle finestre in ricordo delle lampade ad olio accese per volere della Santa (da quando esiste la luce elettrica sulle porte delle case o sugli architravi delle finestre vengono accese delle lampadine).

In riferimento a questa pia memoria, col passare del tempo, nacquero altre leggende e racconti entrati a far parte del bagaglio della cultura popolare scorranese. La Casa di Santa Domenica, per esempio, che indica una delle due antiche torri poste ai lati della Porta Terra ed oggi crollate. Probabilmente, in riferimento al racconto dell'apparizione della Santa sulle mura, si riconobbe nella torre di destra la cosiddetta casa di Santa Domenica. Qualcuno dei più anziani ricorda ancora l'interno della torre prima del crollo (probabilmente il vano della casamatta delle sentinelle di guardia sulle mura secondo alcuni o una piccola stanza ricavata nella parte alta dello spessore delle mura, ma sempre a lato della Porta, secondo altri), arredato con una panca, una sedia, stoviglie in terracotta che il popolo riteneva usate dalla sua Santa".

 


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
23 Novembre 2017 - Copertino

Copertino - La tredicesima edizione del “Campionato Interregionale di Danze Sportive e Artistiche” vedrà tra i protagonisti i numerosi...

16 Novembre 2017 - Lecce

Lecce - Spazio ai giovani autori italiani alla Città del Libro di Campi Salentina. In occasione della XXII edizione della rassegna letteraria...

10 Novembre 2017 - Monteroni Di Lecce

Monteroni Di Lecce - Nuovo imperdibile appuntamento con la cover band di Luciano Ligabue “Figli di Rock 'n' Roll”. Venerdì 17 novembre il gruppo si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner