Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 18 ottobre 2017 - Ore 03:56

Architettura rurale, pietra e acqua: a Zollino incontro con Riccardo Dalisi

Architettura rurale, pietra e acqua: a Zollino incontro con Riccardo Dalisi

Zollino -

Si articola nel tema “Architettura rurale, pietra e acqua” il secondo appuntamento di “Scordari no scordari - la memoria alle pozzelle di Zollino”, domenica 9 giugno alle ore 19 a Zollino presso le Pozzelle di Pirro. Relatore d’eccezione è l’architetto Riccardo Dalisi, uno dei più grandi esponenti e artisti del Sud Italia, da sempre impegnato nel sociale con attività di ricerca e didattica nel campo dell’architettura e del design, con particolare attenzione alla creatività spontanea dei bambini dal cui sincero istinto prende costante spunto di riflessione e azione.

Nella particolare scenografia naturale delle "pozzelle di Pirro", raro esempio di architettura rurale, Riccardo Dalisi accompagna la comunità in un’appassionante e originale relazione che argomenta, con piglio estroso e sconfinando tra diverse materie di studio, come le costruzioni siano specchio e carattere di un popolo, come la tecnica e l’ingegno umano abbiano plasmato i materiali per sopravvivere alla scarsità di acqua, quanto la riscoperta di un sito rurale possa raccontare della storia di un luogo. “Anche le pietre” scrive Dalisi “sono testimonianze dell’integrità di un territorio. Con le loro composizioni, segni e spazi contribuiscono al lavoro dell’artista per la salvazione di una memoria che sarà fonte di sentimenti, idee e strategie fertili”.

"Scordari no scordari - la memoria alle pozzelle di Zollino" è un ciclo di incontri ispirato al nome di uno dei pozzi zollinesi e, tradotto dal grico, minoranza linguistica che sopravvive in alcune espressioni verbali nel cuore della Grecìa Salentina, significa aglio. Il gioco di parole sulla memoria, non memoria, sfida le interpretazioni se si pensa che “Scordari” è un cognome diffuso nell’area, anche se non presente in paese.

L'incontro, insieme al laboratorio per bambini tenuto dallo stesso Dalisi sabato 8, è promosso dal Comune di Zollino nell'ambito del progetto di cooperazione internazionale Italia-Grecia Stonetrad, finalizzato alla valorizzazione e fruizione turistica dei beni architettonici, e realizzata in collaborazione con l'Associazione H2O - Nuovi scenari per la sopravvivenza, realtà internazionale che promuove una nuova idea di progetto e design, attualmente impegnata con interessanti lavori sull’impiego virtuoso della risorsa idrica, e con la partecipazione del Club Unesco di Zollino.

“Le pietre”, dichiara Francesco Pellegrino sindaco di Zollino, “raccontano la storia dei territori. Le chiese, i monumenti, i centri storici, le masserie, le costruzioni rurali, i menhir, i dolmen, i betel, le pozzelle, sono la testimonianza di una storia che spetta a noi conservare, rispettare e tramandare. “Stonetrad” ci dà la possibilità di studiare e valorizzare questo patrimonio”.

Durante la serata saranno presentate le finalità del progetto In.Cul.Tu.Re nel quale sono previsti interessanti interventi di studio e indagine sul sito delle Pozzelle, attraverso un sistema innovativo di documentazione e diagnostica non invasiva (mappature termografiche, indagini geoelettriche, caratterizzazione dei materiali, laser scanning 3d). Il progetto si propone inoltre di valorizzare con metodi non convenzionali il “bene culturale” portando alla luce tutte le informazioni possibili, rendendole accessibili ai professionisti del settore e costruendo percorsi esperienziali in cui sia evidente il legame tra patrimonio materiali e produzioni locali. Le attività di In.Cul.Tu.Re. sono supportate dalla sezione “Futuri Possibili”, un progetto di partecipazione e condivisione per portare la comunità al centro dei bisogni del territorio.

Le pozzelle”, sostiene Antonio Chiga, vicesindaco di Zollino, “sono un monumento simbolo per il nostro paese. Le ritroviamo a Zollino in tre diversi siti, ciascuno con le sue peculiarità e la sua storia: Pozzelle di Pirro, Cisterne Masseria Gloria e Pozzi di Apigliano. Sono un raro esempio di architettura rurale, dell’ingegno e della grande capacità di adattamento delle nostre genti in questa terra assetata. Da tempo immemorabile e sino a qualche decennio fa le pozzelle sono state utilizzate per la raccolta dell’acqua piovana indispensabile per la sopravvivenza". In sede di tavola rotonda intervengono l'assessore alla Cultura del Comune di Zollino Antonio Chiga, la presidente dell'Associazione H2O Cintya Concari, e Gabriele Miceli e Paola Durante che illustreranno le finalità del progetto In.Cul.Tu.Re. Modera l'incontro l’architetto Roberto Marcatti, docente del Politecnico di Milano.

L'iniziativa "Architettura rurale, pietra e acqua" è organizzata dal Comune di Zollino in collaborazione con: "Associazione H2O - Nuovi scenari per la sopravvivenza" e "Club Unesco Zollino" e rientra nel progetto Stonetrad - Programma di Cooperazione Territoriale Europea Grecia – Italia 2007-2013 finalizzato alla promozione e valorizzazione a fini turistici del patrimonio architettonico del territorio. 

BIO

Riccardo Dalisi

Nato a Potenza il primo maggio del 1931, ha ricoperto la cattedra di Progettazione presso la facoltà di Architettura di Napoli. Presso la stessa facoltà è stato direttore della scuola di specializzazione in Disegno industriale.

Negli anni settanta, assieme a Ettore Sottsass, Alessandro Mendini, Andrea Branzi e altri, è stato tra i fondatori della Global Tools, contro-scuola di architettura e design che riuniva tutti i gruppi e le persone che in Italia coprivano l'area più avanzata della cosiddetta “architettura radicale”. Da sempre impegnato nel sociale (resta fondamentale l’esperienza del lavoro di quartiere con i bambini del Rione Traiano, con gli anziani della Casa del Popolo di Ponticelli e negli ultimi anni l’impegno con i giovani del Rione Sanità di Napoli), ha unito ricerca e didattica nel campo dell’architettura e del design accostandosi sempre più all’espressione artistica come via regia della sua vita.

Nel 1981 ha vinto il premio Compasso d’Oro per la ricerca sulla caffettiera napoletana. Negli ultimi trent’anni si è dedicato intensamente alla creazione di un rapporto sempre più  articolato e fecondo tra la ricerca universitaria, l’architettura e il design, la scultura e la pittura, l’arte e l’artigianato, mantenendo al centro la finalità di uno sviluppo umano attraverso il dialogo e il potenziale di creatività che ne sprigiona. Nel 2010, dopo una lunga ricerca preparativa, ha presentato, in collaborazione con la Triennale di Milano e la Nuova accademia di Belle Arti di Milano, la prima edizione del “Premio compasso di latta”, iniziativa per una nuova ricerca nel campo del design nel segno del sostegno umano, della ecocompatibilità e della decrescita.

Diverse mostre dedicate alla sua attività di architetto, di designer, di scultore e di pittore sono state allestite in Italia e all’estero. Tra queste citiamo: la Biennale di Venezia, la Triennale di Milano, la Biennale di Chicago, il Museo del Design di Denver, il Guggenheim Museum di New York, il Museo di Copenaghen, il Museo di Arte Contemporanea di Salonicco, Palazzo Reale di Napoli, la Galleria Lucio Amelio di Napoli, la Fondazione Cartier di Parigi, il Museo delle Arti Decorative di Montreal, il Tabak Museum di Vienna, il Museo Zitadelle Spandau di Berlino, Castel dell’Ovo a Napoli.

 “Scordari, no Scodari”
La memoria delle Pozzelle di Zollino

Architettura rurale, pietra e acqua
A Zollino incontro con Riccardo Dalisi, massimo esponente del Sud Italia

domenica 9 giugno
ore 19
Pozzelle di Pirro, Zollino (Le)
Info 0836/600006
Ingresso libero


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Di Roberta Apos, nota hair stylist salentina, ne abbiamo sentito parlare a lungo. Nel corso del tempo stile e professionalità l’hanno...

07 Ottobre 2017 - Salento

Salento - Domenica 8 ottobre tornano i live al Gianna Rock Cafè di Veglie (via Fratelli Bandiera), con la band Figli di Rock 'n' Roll. Nel corso della...

08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner