Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 21 agosto 2017 - Ore 19:58

Al via il ciclo di seminari specialistici a cura del Cedad

Al via il ciclo di seminari specialistici a cura del Cedad

Lecce - Nuovo appuntamento, mercoledì 5 giugno 2013, con il ciclo di seminari specialistici con esperti italiani e stranieri a cura del CEDAD – Centro di Datazione e Diagnostica dell’Università del Salento.

L’iniziativa si inserisce nelle celebrazioni per il decennale delle attività del centro e ha in programma, appunto il 5 giugno, alle ore 10.30 nell’aula seminari della Cittadella della Ricerca (s.s. 7 km 7.3, Brindisi), un seminario dei ricercatori Maurizio D’Orefice e Roberto Graciotti, dell’ISPRA – Settore Geomorfologia e Geologia del Quaternario di Roma, sul tema “L’importanza delle datazioni 14C nella ricostruzione dell’evoluzione geomorfologica del territorio: il caso di studio dell’Isola d’Elba”.

Abstract del seminario

Il Servizio Geologico d’Italia, dal 2008 confluito nell’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale), in quanto Organo cartografico dello Stato, ha tra i suoi compiti istituzionali il rilevamento di carte geologiche e geotematiche. Nell’ambito di tali compiti, il Settore di Geomorfologia e Geologia del Quaternario ha realizzato alcuni fogli geomorfologici ufficiali alla scala 1.50.000 e cartografie geotematiche a varie scale di dettaglio.

Per la realizzazione della carta geomorfologica, in cui sono rappresentate in maniera simbolica le forme d’erosione e d’accumulo caratterizzanti un determinato territorio, è di basilare importanza stabilire l’età dei depositi superficiali quaternari. Infatti, solo attraverso la loro collocazione nel tempo è possibile effettuare una corretta ricostruzione paleogeografica, paleoclimatica e morfoevolutiva dell’area in esame. Tale aspetto conoscitivo è, quindi, assolutamente imprescindibile per qualsiasi studio di geomorfologia e di geologia del Quaternario.

Attualmente è in fase di completamento il Foglio “Isola d’Elba” della Carta Geomorfologica d’Italia alla scala 1:50.000. In questo caso l’inquadramento geocronologico dei depositi superficiali è basato principalmente sulla datazione 14C - AMS della materia organica dispersa in alcuni paleosuoli intercalati all’interno di sedimenti eolici e nelle conchiglie e carboncini prelevati in sei sondaggi a carotaggio continuo, eseguiti nelle principali piane costiere elbane. Durante il seminario verranno riportati i risultati degli studi effettuati in collaborazione con il CEDAD dell’Università del Salento.

 

 


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner