Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 17:54

Gli Almoraima presentano il nuovo album Banjara

Gli Almoraima presentano il nuovo album Banjara

Melendugno - Banjara è il secondo album degli Almoraima, pubblicato anche questo dall'etichetta salentina AnimaMundi. Segue il fortunato Amor gitano con cui l'ensemble salentino guidato dal chitarrista Massi Almoraima esordì nel 2010, giungendo alla ristampa nel giro di un anno.

Con un'accentuata propensione a mescolare più culture Banjara si muove tra flamenco,
musica araba e inflessioni sonore medio orientali grazie ad arrangiamenti equilibrati, in
cui la sezione ritmica coesa di percussioni, chitarra e contrabbasso costruisce groove
corposi sui quali le voci, la viola fascinosa ed espressiva e la stessa chitarra disegnano
lirismi preziosi. La virilità di brani flamenco come “Tangos de Pepico”, “Jaleos”, e
“Rumba catalana” incrocia così un'espressività intrisa di afflato arabeggiante in
“Banjara”, “Bolero di Titì”, “La pastora”, “Rumba pà”.
Le partecipazioni a importanti festival di world music (International Folkest, Nomad
dance fest, Festival dell'Oriente) e il recente tour nel Rajasthan hanno definito la
maturità di questo nuovo lavoro e l'apertura del suo landscape sonoro verso il Medio
Oriente e l'India del Nord. Il disco è composto per metà da composizioni inedite e per
l'altra metà da brani tradizionali andalusi, sefarditi e catalani.
Banjara è l'ode personale degli Almoraima al duende: «questo potere misterioso che
tutto il mondo sente e che nessuna filosofia spiega [...] un potere e non un modo di
fare, una lotta e non un pensiero […], non è questione di capacità ma di stile vivente, di una vecchissima cultura, creazione in atto […], non è nella gola, sale all’interno a
cominciare dalla pianta dei piedi». (Federico Garcia Lorca)
Dalle note di copertina di Maya Devi «Un viaggio denso di suoni e tradizioni nomadi, di energia e spiritualità, di riti, movenze e ritmi che richiamano mondi lontani. Sentieri d'Oriente tracciati attraverso le orme lasciate nella sabbia da una carovana gypsy che dal deserto dei Thar attraversa il mediterraneo approdando in Andalucia, fondendo elementi di due mondi e tradizioni musicali: l’arabo orientale e il flamenco zingaro andaluso arrangiati per la maggiore in maniera modale, utilizzando palos quali la bulerias, la soleà, il tangos, il bolero, il fandangos e la rumba gitana».


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....

08 Agosto 2017 - Racale

Racale - Lo spettacolo di Giuseppe Cacioppo intratterrà il pubblico del Torre Suda Bar in occasione del ventesimo anniversario del noto locale della...

04 Agosto 2017 - Minervino Di Lecce

Minervino Di Lecce - Da Londra, torna in Salento l'originale swing gypsy caratterizzato dal suono dell'arpa. Due serate all'insegna della musica gypsy jazz col...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner