Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 20 ottobre 2017 - Ore 23:35

Ray Ban Envision Tour 2013 presenta Casino Royale ed Esperanza

Ray Ban Envision Tour 2013 presenta Casino Royale ed Esperanza

Lecce -

Domenica 19 maggio (ore 22.00 - ingresso 10 euro) le Officine Cantelmo di Lecce ospitano una tappa del Ray Ban Envision Tour 2013. Sul palco si alterneranno i Casino Royale che proporranno i brani della loro lunga carriera e quelli inseriti nel disco più recente “Io e la mia Ombra”, ed Esperanza, una giovane band formata da tre musicisti (Carlo, Matteo e Sergio) nata da alcune jam session dove i ragazzi si divertivano a sperimentare con bassi, synth e batteria. 

Ray Ban Envision Tour 2013
 è il viaggio di quattro band in otto tappe. Due di loro (Palma Violets ed Esperanza) sono all’inizio di un cammino che potrebbe portarle molto lontano: vere e proprie “future pop band”, hanno accettato l’invito a confrontarsi con territori e pubblici nuovi, proseguendo il cammino verso l’affermazione definitiva del proprio messaggio musicale. Le alter due (Liars e Casino Royale) sono state capaci di stigmatizzare un suono contemporaneo proiettandolo sino ai giorni nostri attraverso decine di produzioni e centinaia di concerti. Tra cittadine di provincia e grandi centri urbani, nei circoli e nelle aree post-industriali dove va in scena oggi la musica dal vivo, queste quattro band attraverseranno l’Italia contemporanea in una eccezionale esperienza on the road che conserva tutto il fascino del rock’n roll d’altri tempi e che grazie a Ray Ban sarà svelata nei suoi più intimi particolari.

La tappa di Lecce ospiterà dunque l'attesa esibizione dei Casino Royale. Sono passati oltre 25 anni da quando un gruppo di musicisti dalle svariate influenze decide a Milano di formare una band e di darsi un nome ispirato alla famosa saga di Ian Fleming. Inizialmente indecisi tra Gold Finger e Casino Royale, la band decide di far loro l’episodio dell’agente James Bond dal titolo Casino Royale. E dopo tanti anni, come l’agente 007 resta un classico che riesce sempre a riproporsi, i Casino Royale sembrano aver ereditato la stessa fortuna. Dal 1987 ad oggi i Casino Royale hanno suonato di tutto e visto di tutto. Partiti come band fortemente influenzata dagli Specials e dai Clash sono rapidamente divenuti un fenomeno capace di raccogliere un pubblico trasversale. I primi due dischi, “Soul of Ska” e “Jungle Jubilee”, suonati in levare e con una sezione fiati di primissimo piano, rimangono tuttora opere prime per la musica italiana, dischi con una formula sonora ancora oggi riproposta da moltissimi gruppi. I primi anni novanta vedono alcuni cambiamenti e sviluppi radicali nel suono della band. Si comincia a cantare in italiano e le liriche assumono di conseguenza una rilevanza fondamentale, alla pari del suono. “Dainamaita”, primo album registrato per una major, un’esplosione di suoni molto differenti tra loro: black rock, reggae, hip hop, dub, funk. L’album spiazza e sorprende tutti, e diventa allo stesso tempo una pietra miliare per il nuovo suono alternativo italiano, un’opera che merita sicuramente la definizione di “cross over”. Nel 1994 comincia la lavorazione di “Sempre Più Vicini”, per la cui produzione viene coinvolto Ben Young, artigiano del suono della scuola di Bristol, che indirizza la band verso sonorità più profonde ed introspettive. Le radio cominciano a suonare parecchio alcuni dei singoli presenti sull’album, e la sensazione comune .. quella che il gruppo sia ormai ad una svolta decisiva. Alla fine del 1995 i Casino Royale si trasferiscono a Londra e cominciano a comporre brani per un nuovo album che coincide con il decennale della band. Viene ingaggiato in qualità di sound engineer e coproduttore Tim Holmes, già produttore dei Primal Screem e successivamente componente dei Death in Vegas. Il risultato è un disco fatto da parti melodiche, un suono solido e potente, il groove tipico dell’hip hop e sperimentazioni influenzate dalla drum’n’bass. Per ironia della sorte “CRX”, questo il titolo dell’album, viene definito da alcuni discografici “il miglior disco del 2006”. Scelti dagli U2 per aprire i due concerti italiani del Pop Mart Tour, i Casino Royale finiscono in realtà col vendere poco meno di cinquantamila copie di CRX.
Le reciproche aspettative tra band e label vengono disattese e i Casino Royale chiedono la scissione del contratto. Nel periodo di assenza dal mercato la band apre una propria etichetta dal nome “Royality” e sviluppa un progetto parallelo, Royalize, legato a sonorità elettroniche di matrice black. Giuliano Palma, interprete vocale di molti dei brani, sceglie la strada solista e il progetto Casino Royale si ferma per un lungo periodo, anche se per il pubblico affezionato i Casino Royale continuano, comunque, ad esistere. Nel 2002 il gruppo si ricompatta e sposta la sua attenzione sul web, con la pubblicazione di una serie di brani scaricabili liberamente dalla rete, diventati successivamente spunto per una serie di pubblicazioni di materiale video e musicale. Nel 2004 tornano a suonare dal vivo, proponendosi tra la primavera e l’estate con una quindicina di date in tutta Italia. L’affetto e l’interesse dimostrati dal pubblico in questa occasione sono la spinta che convince definitivamente i Casino Royale a cominciare a lavorare a dei nuovi brani. Decisi a comporre un numero di canzoni sufficiente a pubblicare un nuovo album, la band ritorna nel suo studio a suonare. La voglia di tornare a fare solo ed esclusivamente i musicisti è tanta che i Casino Royale decidono di prendere contatti con una nuova etichetta. La scelta ricade proprio sulla V2 Records, mentre come produttore viene contattato lo scozzese Howard Bernstein, meglio noto come Howie B. Nel 2006 esce Reale e dopo un anno tornano con "Not in the Face": una versione in chiave dub-dance di "Reale" realizzata da Howie B. Nel 2008 il gruppo pubblica "Royale Rockers the Reggae Sessions" un'antologia di undici brani riarrangiati e risuonati in chiave roots-reggae anni settanta. Due anni fa è uscito “Io e la mia Ombra”, una sintesi attuale tra Sempre più Vicino, CRX e Reale. Info www.casinoroyale.it


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Di Roberta Apos, nota hair stylist salentina, ne abbiamo sentito parlare a lungo. Nel corso del tempo stile e professionalità l’hanno...

07 Ottobre 2017 - Salento

Salento - Domenica 8 ottobre tornano i live al Gianna Rock Cafè di Veglie (via Fratelli Bandiera), con la band Figli di Rock 'n' Roll. Nel corso della...

08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner