Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 19 ottobre 2017 - Ore 12:41

Wojtek Pankiewicz: “Allora Codacci-Pisanelli lo ricordo io”

Wojtek Pankiewicz: “Allora Codacci-Pisanelli lo ricordo io”

Lecce - Il 28 marzo 2013 ricorrono i 100 anni della nascita di Giuseppe Codacci-Pisanelli, insigne uomo politico salentino, uno dei Padri della Costituzione, protagonista della nascita e dello sviluppo dell’Università di Lecce, di cui sarà docente di Diritto Pubblico nella Facoltà di Magistero e Rettore per venti anni.

La mattina del 31 gennaio scorso, su mia iniziativa, ho avuto un lungo incontro col collega Michele Carducci, preside della Facoltà di Scienze della Formazione e Scienze Politiche, continuazione, in particolare, della Facoltà di Magistero, dove Codacci Pisanelli insegnò fino alla seconda metà degli anni ‘80, concordando con lui un programma di manifestazioni per celebrare degnamente l’evento, coinvolgendo pure, ovviamente il Rettore e la famiglia Codacci-Pisanelli. Per i noti avvenimenti è saltato tutto. Sia perciò consentito al sottoscritto, che ha avuto la fortuna e l’onore di essere per tanti anni amico e collaboratore dell’on.

Giuseppe Codacci-Pisanelli, ricordare questa data con sentimenti di profonda gratitudine, condivisi, sono certo, dal popolo salentino, nei confronti di questo grande uomo di Tricase, di cui fu sindaco, che tantissimo ha dato all’Italia, prima in Assemblea Costituente e poi come Deputato e Ministro della Repubblica, e al Salento, riuscendo a investire con grande lungimiranza in cultura con la vittoriosa “battaglia” per l’Università, anziché far giungere nel nostro territorio mostri, come si è rivelata l’Italsider a Taranto. Mi occorrerebbe un intero giornale per ricordare tutto il suo impegno e le sue opere a favore della Terra d’Otranto, ma, non a caso, ho voluto ricordare la “battaglia” per ottenere l’Università di Lecce, perché ciò sta consentendo uno sviluppo economico nel rispetto della vocazione turistica del nostro territorio e perché di vera e propria “battaglia” si trattò, in quanto, come previsto, ci fu una vera azione di boicottaggio da parte dell’Università di Bari.

Anche Aldo Moro, Ministro della Pubblica Istruzione, nel 1957, fu ostile e sostenne la campagna antiuniversitaria salentina, così come, con un vero e proprio colpo di mano in sede di Comitato di Coordinamento in Assemblea Costituente, insieme ad altri deputati baresi democristiani e comunisti, era riuscito a fare “sparire” di notte la Regione Salento, che invece Giuseppe Codacci-Pisanelli era riuscito a far inserire tra Le Regioni storiche.

Il 15 gennaio 2010, alla presenza del Presidente della Repubblica Napolitano, l’Università di Bari fu intitolata ad Aldo Moro. Sarebbe giusto e doveroso che quanto prima l’Università del Salento venisse intitolata a Giuseppe Codacci-Pisanelli.

Nel nome di Codacci-Pisanelli l’Università del Salento ritrovi il suo antico orgoglio.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CULTURA E SPETTACOLO"
08 Ottobre 2017 - Lecce

Lecce - Di Roberta Apos, nota hair stylist salentina, ne abbiamo sentito parlare a lungo. Nel corso del tempo stile e professionalità l’hanno...

07 Ottobre 2017 - Salento

Salento - Domenica 8 ottobre tornano i live al Gianna Rock Cafè di Veglie (via Fratelli Bandiera), con la band Figli di Rock 'n' Roll. Nel corso della...

08 Agosto 2017 - Vernole

Vernole - Al Mediterraneo si fa baldoria in compagnia di "Midsummer Night", il party in notturna in programma mercoledì 9 agosto con start alle ore 23....



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner