Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 22 novembre 2017 - Ore 14:11

Ordine di carcerazione per cittadino albanese accusato di furto

Ordine di carcerazione per cittadino albanese accusato di furto

Spongano - I Carabinieri della Stazione di Spongano hanno arrestato, su ordine di esecuzione pena emesso dalla Procura della Repubblica di Lecce, il 32enne Osman Tufa, cittadino albanese gravato da precedenti di polizia, residente a Poggiardo.

L’uomo deve scontare una pena di un anno otto mesi ed un giorno di reclusione poiché condannato per furto in abitazione.
I fatti che hanno portato alla condanna dell’uomo risalgono al mese di luglio dello scorso anno quando Osman Tufa si introdusse all’interno di un’abitazione di Marittima di Diso dal cui interno sottrasse un telefono cellulare.

Tufa era stato più volte notato, segnalato e controllato fra Castro, Diso e Andrano e relative marine.

Gli investigatori si recarono immediatamente a Poggiardo presso l’abitazione dell’uomo dove i coinquilini riferirono che il loro amico non era tornato a casa perché aveva detto si essersi fatto male (durante la sua introduzione furtiva nell'abitazione) ed aver raggiunto l’ospedale di Casarano.
Spostatisi al nosocomio, i Carabinieri vennero informati dal personale sanitario che, effettivamente, si era presentato al Pronto Soccorso tale Osman Tufa che presentava importanti lesioni da taglio la cui gravità aveva imposto il trasferimento del paziente presso l’ospedale di Gallipoli.

Raggiunto il secondo ospedale Tufa venne finalmente rintracciato e, stante i gravi indizi di colpevolezza a suo carico, dichiarato in arresto e piantonato nel reparto ove era ricoverato in attesa di subire un delicato intervento chirurgico.

A poco più di un anno di distanza Osman Tufa, condannato per il furto in abitazione ed il tentato furto nella seconda, è stato prelevato dai Carabinieri della Stazione di Spongano ed associato alla Casa Circondariale “Borgo San Nicola” di Lecce dove dovrà rimanere fino a quando non avrà saldato il suo debito con la giustizia.

La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner