Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 20 novembre 2017 - Ore 08:44

Dipendente da "Gratta e vinci", ruba a casa della cognata

Dipendente da "Gratta e vinci", ruba a casa della cognata

Porto Cesareo - Nella mattinata di ieri, mercoledì 31 ottobre 2012, i carabinieri della Stazione di Porto Cesareo hanno arrestato in flagranza di reato di tentato furto Surano Annarita, nata a Copertino, classe 68, coniugata, incensurata. La donna è stata sorpresa dai carabinieri in casa della sua vicina, la cognata, moglie del fratello del proprio marito, mentre rovistava in camera da pranzo.

La vittima da tempo lamentava la sparizione in casa di piccole somme, senza però notare i segni di alcun tipo di effrazione o intrusione. Le sottrazioni di denaro andavano avanti dall’inizio di Agosto. La vittima, a metà settembre, pensando che potesse trattarsi di qualcuno entrato in possesso, per motivi non ipotizzabili, dei doppioni di casa, aveva cambiato serratura alla porta d’ingresso. Ma i furti erano regolarmente continuati.

La vittima indecisa, a suo dire, se rivolgersi a uno spiritista o ai carabinieri, negli ultimi giorni si è ha bussato alla porta della Stazione di Porto Cesareo. D’accordo con i militari è stata piazzata una telecamera all’interno della casa. Martedì sera l’amara scoperta: la cognata, la mattina, aveva prelevato 25 euro dal comodino del letto della vittima. Mercoledì è stata tesa la trappola: Surano Annarita è entrata in casa usando un doppione della chiave d’ingresso ed è stata poco dopo fermata dai carabinieri. Il danno complessivo pare ammonti a 5000 euro.

Dietro il “furto continuato” sembrerebbe esserci una dipendenza da “Gratta e Vinci”, ormai sempre più diffusa. E forse una certa invidia per la cognata vicina di casa che gode di un tenore di vita molto migliore del suo. Surano Annarita è stata posta agli arresti domiciliari su ordine del P.M. di turno, in quanto incensurata. Un ultimo particolare: dopo il cambio della serratura, la cognata ladra, durante un pranzo in casa della vittima, si era impossessata delle chiavi di casa, assentandosi il minimo indispensabile per poter realizzare un doppione.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner