Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 21 novembre 2017 - Ore 18:45

Protesta contro il lavoro nero

Protesta contro il lavoro nero

Lecce - Arrivare a catturare l'attenzione della Prefettura di Lecce: questo l'obiettivo della protesta dei braccianti immigrati di Nardò. Si grida all'allarme sociale alla Masseria Boncuri.

I lavoratori sfruttati e cui dignità è stata calpestata sono sostenuti in questa lotta dalla segretaria confederale del sindacato Antonella Cazzato. Una struttura lavorativa che ricorda il fenomeno dello schiavismo in Africa dell'antichità, quello del lavoro agricolo nelle colture di angurie a Nardò, in cui la retribuzione e il cibo erogato dai "caporali" sembra un plus ultra e non un diritto.

In tutti questi anni nessuno dei lavoratori vittima dei soprusi ha avuto il coraggio di parlare. Adesso qualcosa si è mosso ed iniziano ad emergere finalmente i nomi dei cosiddetti "capi neri", provenienti dall'Africa ma posti un gradino sopra gli altri operai, "con le spalle coperte" da uomini "importanti".

Intimidazioni, minacce di morte in virtù del potere di questi caporali che "non hanno paura di nessuno". Un'organizzazione complessa. Intimidito dalle denunce depositate uno dei caporali si è rifugiato a Napoli, continuando comunque a trasmettere direttive telefonicamente.

Ricatti, estorsioni di denaro, tanti i soprusi che hanno dovuto sopportare i braccianti di Nardò. Alcuni volontari dell'associazione Brigate di solidarietà attiva cercano di garantire i presupposti per una decente vivibilità nella Masseria di Nardò in cui alloggiano questi operai, ma non è impresa facile, in quanto mancano mezzi e strutture compatibili al numero di persone ospitate.

Gli immigrati che vogliono emergere da questo clima di sfruttamento, lavoro nero ed illegalità non possono farlo senza un regolare contratto di lavoro, che tra l'altro garantirebbe loro la possibilità di veder rinnovato il loro permesso di soggiorno. Gli interventi concreti tardano ad arrivare, spiega il segretario provinciale della Cgil Salvatore Arnesano. Rinviato al prossimo lunedì il vertice sull'argomento, presieduto dall'Assessore alle Attività produttive Salvatore Perrone.

Laura Fiore


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner