Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 16 agosto 2017 - Ore 17:21

Il negozio "Sogni" devastato da una bomba.

Il negozio "Sogni" devastato da una bomba.

Lecce - Risveglio amaro per la città di Lecce dopo una notte di orrore e paura. Una bomba, intorno alle 00:30, ha devastato il negozio "Sogni", in via Imbriani.

L'attività aveva già subìto lo stesso attentato nella notte tra il 6 e il 7 gennaio del 2010, ma questa volta del negozio non restano che macerie.

La bomba ha causato seri danni anche al palazzo: i solai del primo e secondo piano sono stati gravemente danneggiati, il pavimento ha accusato un cedimento e i calcinacci hanno distrutto le auto parcheggiate nel "Salento garage" e alcune in strada.

I vigili del fuoco del comando provinciale di viale Grassi sono accorsi con più mezzi e hanno trovato non poche difficoltà nel domare le fiamme attraverso il fumo sempre più fitto. Un pompiere è rimasto ferito ed è stato condotto in ospedale dai sanitari per una frattura dell'avambraccio.

Anche lo storico Bar Raphael è stato danneggiato dall'esplosione, mentre è a serio rischio l'agibilità del palazzo.

Poca la gente da evacuare in quanto si tratta di un palazzo prevalentemente costituito da uffici, eppure una famiglia napoletana in vacanza ha sfiorato la tragedia. Una coppia di professionisti con due bambini è rimasta intrappolata nel bed and breakfast in cui alloggiava, al terzo piano, rischiando di soffocare.

Così, mentre gli esperti del nucleo Saf sono saliti sul tetto, un mezzo dotato di autoscala con cestello si è avvicinato al luogo dell'intervento. Un pompiere si è calato fino alla finestra del terzo piano, dove si trovava l'impaurita famiglia in attesa di soccorsi, e il cestello ha portato in salvo dapprima la madre con i figli e, poi, il padre. Tutto ciò nel giro di un'ora e mezza.

Proseguono le indagini avviate dalla squadra mobile già in occasione della prima esplosione, lo scorso 6 gennaio, ma questa volta la polizia scientifica dovrà individuare il luogo in cui è stato piazzato il secondo ordigno.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner