Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 23:14

Ilva, due cortei e comizio in piazza. Blitz dei contestatori

Ilva, due cortei e comizio in piazza. Blitz dei contestatori

Taranto - Questa mattina Taranto si è svegliata presto con una mobilitazione dei dipendenti dell'Ilva che, uscendo dallo stabilimento, hanno preparato due cortei in concomitanza con lo sciopero di 24 ore proclamato dai sindacati Cgil, Cisl e Uil e dai sindacati di categoria dei metalmeccanici in seguito al sequestro di sei impianti dell'area a caldo imposto dalla magistratura.

Migliaia di persone hanno camminato per le strade della città dei due mari assieme ai segretari nazionali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti in uno dei cortei; i segretari nazionali dei sindacati dei metalmeccanici, Maurizio Landini (Fiom), Giuseppe FarinaFranco Bentivoglio (Fim) e Rocco Palombella (Uilm) nell'altro.

Il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, intanto, insieme al governatore della Puglia, Nichi Vendola, incontrerà in mattinata i rappresentanti degli enti locali, una delegazione di parlamentari ed il presidente dell’Ilva, Bruno Ferrante; nel pomeriggio, poi,  avrà un confronto con i leader sindacali nazionali e con Confindustria.

"Difendere il lavoro per tutelare salute, sicurezza e ambiente" è il grande manifesto che aleggia sulle teste dei lavoratori dell'Ilva mentre marciano per difendere il diritto sacrosanto alla salute.
Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, ha affermato: "Il problema dell’Ilva è il problema dell’assetto industriale del nostro Paese. Dobbiamo sapere che se non si trovassero soluzioni saremmo costretti a importare acciaio dall’estero".

Il leader nazionale della Fiom-Cgil, Maurizio Landini, ha invece dichiarato: "Abbiamo deciso di scioperare e manifestare nella città e di discutere con la città proprio perchè vogliamo unire il diritto al lavoro col diritto alla salute e allo sviluppo del territorio".

I due imponenti cortei si sono congiunti, poco dopo le 10 di questa mattina, in Piazza della Vittoria, dove sul palco allestito è iniziato un comizio tenuto dai segretari, sospeso appena dopo l'inizio a causa dell'arrivo di un gruppo di contestatori dei Cobas che ha fatto una incursione con fumogeni nella piazza gremita di gente. 

Le forze dell'ordine, in tenuta antisommossa, hanno impedito che i contestatori, circa un centinaio,   raggiungessero il palco. 

Il gruppo ha interrotto il comizio facendosi largo tra la folla a bordo di un Apecar, diffondendo fumogeni e lanciando uova contro il palco dove al momeno vi era Maurizio Landini, segretario della Fiom. 

Intorno alle 11.00 il blitz dei contestatori si è concluso e la piazza si è lentamente svuotata. 
Dall'Apecar, uno dei contestatori ha letto un volantino accusando i sindacati di essere troppo vicini all'Ilva e di difenderla più che la salute degli abitanti e dei lavoratori.

Quando i contestatori sono andati via, il comizio è ripreso con gli interventi di Buonanni e Angeletti. 

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner