Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 16 agosto 2017 - Ore 15:30

14enne ruba a casa dei nonni costretto dal padre

14enne ruba a casa dei nonni costretto dal padre

Nardò - Costretto dal padre, sottoposto al regime di arresti domiciliari, a perpetrare un furto a casa dei nonni, il 14enne, visti arrivare i Carabinieri presso la propria abitazione, ha detto tutto: il ragazzo si era recato a casa dei nonni materni, assieme alla madre, per effettuare un furto, obbligato dal padre.

La vittima del furto, avvenuto a Nardò, ha denunciato presso il Comando Stazione dei Carabinieri la mancanza di alcuni oggetti dalla propria abitazione: un televisore a schermo piatto di 32 pollici e un fucile da caccia a canne sovrapposte, detenuto regolarmente. 

Le attività di indagine, subito avviate, hanno permesso di individuare dei testimoni i quali avevano notato, intorno alle 23.00, un ragazzo, il 14enne, e un'altra persona scendere da una macchina di colore chiaro. Il ragazzo, accortosi della presenza di alcune persone, si era subito dato alla fuga e, dopo un po' di tempo, il veicolo si è ripresentato dinanzi alla casa. 
A quel punto, però, riconoscendo il genero dei proprietari dell'abitazione, i testimoni non si sono preoccupati.

Una volta asportato il televisore e il fucile, ha raccontato il ragazzino, quest'ultimo veniva consegnato al padre e nascosto dallo stesso in un campo vicino alla loro abitazione; il televisore, invece, è stato consegnato ad un uomo di Surbo come pagamento per alcuni lavori di sistemazione di un loro PC.
Tali dichiarazioni sono state sostanzialmente confermate anche dalla moglie dell’arrestato, la quale ha confermato che erano stati costretti tramite minacce a perpetrare il furto.

A seguito di tale collaborazione, la moglie dell’arrestato ha recuperato il fucile asportato, rinvenendolo in un fondo distante circa 50 metri dall’abitazione dove era ristretto il 32enne.

L'uomo, C.M., è stato tratto in arresto per evasione, mentre gli altri due sono stati denunciati per furto.
Dopo le formalità di rito, l’arrestato, su disposizione del magistrato di turno, è stato associato presso la casa circondariale di Lecce.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner