Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 20 novembre 2017 - Ore 06:57

Nuovo retroscena nel delitto di Antonio Blasi

Nuovo retroscena nel delitto  di Antonio Blasi

Melpignano - L'omicidio di Antonio Blasi, il trentatreenne ucciso dallo zio Luigi Pasquale, meccanico di 54 anni, nella note tra il 20 e il 21 dicembre 2007 nelle campagne di Melpignano, sarebbe stato la conseguenza di artriti tra due famiglie, dovuti all'eredità della somma di 60mila euro, che due fratelli e la cognata (madre della vittima), si sarebbero intascati a insaputa di un fratello parzialmente incapace, di cui Luigi Blasi era tutore. Il 54enne avrebbe scoperto i raggiri che hanno portato, poi, a dei litigi sfociati in sangue. I tre parenti, Giorgio e Antonio Blasi e Maria Addolorata Catalano, sono stati condannati a quattro mesi di carcere dal tribunale di Maglie e al risarcimento dei danni per appropriazione indebita. Nella note del misfatto, Blasi sparò al braccio del nipote e poi lo colpì in volto con il fucile. Qualche giorno dopo, l'uomo avrebbe dichiarato ai carabinieri di Corigliano d'Otranto che fu la  vittima ad averlo provocato e minacciato di morte.

Daniela De Angelis


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner