Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 18 ottobre 2017 - Ore 06:01

Notte di fuoco per la litoranea di Porto Badisco

Notte di fuoco per la litoranea di Porto Badisco

Salento - Una notte da incubo per la litoranea salentina. All'alba ancora fumo ed un'aria irrespirabile. Otranto si risveglia così, vedendo le sue pinete distrutte dalle fiamme. Per sconfiggere l'incendio si è reso necessario l'intervento di Canadair e ben 15 getti d'acqua dalla sua botte sospesa in aria. La macchia mediterranea è così divenuta un cumulo di cenere.

Nell'aria ancora la fuliggine ed un odore sgradevole. La vegetazione completamente depauperata. Veramente un peccato che uno squarcio di paradiso si sia tramutato in cenere. Gli scenari naturali del salento rappresentano la nostra ricchezza. Ed il parco Otranto- Santa Maria di Leuca- Bosco di Tricase è stato distrutto in una notte. Il fuoco non ha distrutto solo ettari di macchia mediterranea, ma con essi sono bruciate emozioni e ricordi.

Da poco trascorsa la mezzanotte e nell'area Parco le fiamme distruggevano tutto ciò che incontravano. Complice di questo disastro il vento che come un burattinaio manovrava le fiamme spargendole dalla Tenuta il Gambero alla zona Palascia.

Impegnati nel cercare di domare le fiamme i volontari della Protezione civile. Una signora imperterrita cercava di soffocare le fiamme con la sua vecchia scopa. Dalla Tenuta il Gambero una catena umana di volontari. Grande la voglia di vincere il fuoco, purtoppo limitati i mezzi.

Ancora oscure le cause della tragedia ambientale. Purtroppo non è stato l'unico incendio che ha coinvolto il Salento.

Sicuramente l'intervento dei mezzi speciali doveva giungere in maniera più repentina, mentre si è dovuta attendere la mattinata del giorno seguente. Da qui nasce l'esigenza di rifornire i grandi patrimoni artistici e naturali come Otranto dei mezzi per difendersi da questi incidenti ed evitare che si tramutino in tragedia. Non a caso recente l'appunto del segretario provinciale Conapo e del sindacato provinciale dei vigili del fuoco, che ha come portavoce Giancarlo Capoccia, che sottolineava la carenza di personale. Purtroppo, come nella tragica tradizione della pubblica amministrazione, prima che si muova qualcosa, si lascia che accadano disastri di questo calibro.    

Laura Fiore


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner