Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 13:13

Processo Scazzi, ascoltata Valentina Misseri

Processo Scazzi, ascoltata Valentina Misseri

Taranto - Anche se le telecamere sembrano essersi allontanate un po' dall'omicidio Scazzi e la tensione mediatica sembra essersi allentata lasciando spazio al corso della giustizia, sono ancora molti i punti su cui fare luce.

In aula, il dottor Luigi Strada, medico legale, ha illustrato le modalità del ritrovamento del cadavere di Sarah Scazzi proiettando le foto del corpo. Il medico ha spiegato le caratteristiche del solco rinvenuto sul collo della quindicenne: "Segni compatibili con una cintura da 2,4 cm".

Secondo il medico legale, il modo in cui Misseri avrebbe strangolato Sarah, come lui stesso ha indicato in carcere, non sarebbe compatibile con i segni rinvenuti. 

Oggi è in aula, per il processo, Valentina Misseri, sorella di Sabrina e figlia di Michele e Cosima. 
La ragazza, che abita a Roma, è stata ascoltata in qualità di testimone.

La ragazza è stata ascoltata per tre ore e mezzo. "Non perdonerò mai a mio padre quello che ha fatto a Sarah. Però è pur sempre mio padre", ha affermato Valentina Misseri, ricordando le fasi della triste vicenda. 

"Il giorno del suo arresto, Sabrina mi mandò un sms dicendo che papà la stava accusando dell'omicidio. Io ho pensato: papà è impazzito, oppure è drogato, o ancora è tutta una strategia difensiva".

"Prima di far ritrovare il cellulare, papà mi chiese: ma secondo te li trovano questi che hanno preso Sarah? Io gli ho risposto di stare tranquillo, che prima o poi li avrebbero trovati. Poi papà disse che quel pomeriggio andava "su e giù" in garage. Dopo abbiamo capito che forse si riferiva al fatto che entrava e usciva dalla cantina per vedere se c'era qualcuno, visto che doveva nascondere il cadavere".

Poi, facendo riferimento ad un possibile movente, Valentina Misseri ha aggiunto che tra Sarah e Sabrina non c'era alcuna gelosia: "Sabrina riprendeva Sarah per i suoi atteggiamenti troppo affettuosi con tutti i ragazzi, non solo con Ivano. Ma non ci si poteva arrabbiare con Sarah, era dolcissima, un gioiellino". 

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner