Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 19 agosto 2017 - Ore 11:29

Onu: "In Italia il femminicidio è crimine di Stato"

Onu: "In Italia il femminicidio è crimine di Stato"

Italia - Sono stati presentati nella gionata di ieri, presso la sede dell'Onu di Ginevra, i dati sugli omicidi e sulla violenza ai danni delle donne nel nostro paese. Per quel che riguarda gli omicidi si tratta del primo Rapporto tematico sul femminicidio ed è il frutto del lavoro realizzato per dieci giorni in Italia da Rashida Manjoo, inviata dell'Onu.

"Il femmicidio è l’estrema conseguenza delle forme di violenza esistenti contro le donne. Queste morti non sono isolati incidenti che arrivano in maniera inaspettata e immediata, ma sono l’ultimo efferato atto di violenza che pone fine ad una serie di violenze continuative nel tempo". Afferma Manjoo, la quale inoltre dichiara "Purtroppo, la maggioranza delle manifestazioni di violenza non sono denunciate perché vivono in una contesto culturale maschilista dove la violenza in casa non è sempre percepita come un crimine; dove le vittime sono economicamente dipendenti dai responsabili della violenza; e persiste la percezione che le risposte fornite dallo Stato non sono appropriate e di protezione". E ancora "Femmicidio e femminicidio sono crimini di Stato tollerati dalle pubbliche istituzioni per incapacità di prevenire, proteggere e tutelare la vita delle donne, che vivono diverse forme di discriminazioni e di violenza durante la loro vita. In Italia, sono stati fatti sforzi da parte del Governo, attraverso l’adozione di leggi e politiche, incluso il Piano di Azione Nazionale contro la violenza, questi risultati non hanno però portato ad una diminuzione di femicidi o sono stati tradotti in un miglioramento della condizione di vita delle donne e delle bambine".

Il rapporto dell'Onu, sottolinea proprio la responsabilità dello Stato nella risposta data al contrasto della violenza e, analizza l’impunità e l’aspetto della violenza istituzionale in merito agli omicidi di donne causati da azioni o omissioni dello Stato.

Dall'inizio dell'anno ad oggi sono 63 le donne vittime di femmicidio in Italia, rivela Simona Lanzoni, direttrice dei progetti Pangea e componente della piattaforma Cedaw : La mancanza di dati certi e aggiornati non permette a chi governa di rendersi conto della gravità della situazione e dei loro costi sociali. Basti pensare che l’unica raccolta di dati ISTAT risale al 2006 e che la società civile conta solo nel 2012 in 6 mesi già 63 omicidi di donne uccise da uomini violenti".

Di seguito l'elenco delle donne che dall'inizio del 2011 hanno perso la vita in Italia:

2 gennaio 2012, Lenuta Lazar, 31 anni
Prostituta romena, accoltellata a Chiesuol del Fosso. Il killer prima ha tentato il suicidio poi ha confessato.

3 gennaio 2012, Yuezhu Chen, 20 anni
Prostituta, strangolata a Milano da un egiziano, un suo cliente abituale.

6 gennaio 2012, Antonella Riotino, 21 anni
È stata soffocata a Putignano dal fidanzato 19enne geloso

7 gennaio 2012, Antonia Azzolini, 66 anni
Uccisa dal marito in un hotel di Bari. L’uomo poi si è suicidato. Avevano problemi economici.

9 gennaio 2012, Fabiola Speranza, 45 anni
Dopo l’ennesima lite, il marito le ha sparato fino a scaricare la pistola. Era di Atripalda.

12 gennaio 2012, Nunzia Rindinella, 78 anni Stefania Mighali, 39 anni Daniela, 8 anni
Pietro Fiorentino, 40 anni, non accettava la fine della storia con la moglie Stefania, così ha ucciso tutti: la donna, sua figlia Daniela, sua madre Nunzia e il cognato Hans, di 55 anni. L’uomo ha dato fuoco ai corpi poi si è suicidato. È accaduto a Trapani.

14 gennaio 2012, Rosetta Trovato, 38 anni
È stata strangolata dal marito a Scicli, nel Ragusano. L’uomo, un violento, la picchiava abitualmente.

14 gennaio 2012, Grazyna Tarkowska, 46 anni
Polacca, uccisa a Civitanova Marche. A dicembre aveva subìto una prima aggressione dal marito al quale, però, non era stato revocato il porto d’armi.

15 gennaio 2012, Enzina Cappuccio, 34 anni
Madre di sei bambini, disabile, è stata uccisa a pugni dal marito a Marano. L’uomo si è difeso: “Ero ubriaco”.

15 gennaio 2012, Sharna Gafur, 18 anni
Bengalese, strangolata con una sciarpa a Monza dal fidanzato geloso.

24 gennaio 2012, Maura Carta, 58 anni
Picchiata a morte a Mandas dal figlio, depresso per la morte del fratello. Un anno prima lui era stato allontanato da casa.

27 gennaio 2012, Cristina Marian, 23 anni
Ballerina ungherese di night, è stata trovata col cranio fracassato e un sacchetto in testa a Porto Potenza Picena (MC).

4 febbraio 2012, Leda Corbelli, 65 anni
È morta a Novate Milanese dopo due mesi di agonia: il 17 dicembre il convivente le aveva dato fuoco.

4 febbraio 2012, Domenica Menna, 24 anni
Uccisa a Fognano dall’ex fidanzato, una guardia giurata che non accettava la fine della loro relazione.

4 febbraio 2012, Elda Tiberio, 93 anni
Picchiata a morte dal figlio 69enne con problemi psichici, a Lanciano.

5 febbraio 2012, Loveth Eward, 22 anni
Prostituta nigeriana trovata morta tra la spazzatura non lontano dal Tribunale di Palermo.

5 febbraio 2012, Ave Ferraguti, 72 anni
Parmense, soffriva di una malattia degenerativa. Il marito non la sopportava più e l’ha strangolata.

7 febbraio 2012, Rosanna Siciliano, 37 anni
"Papà ha ucciso la mamma e si è suicidato" ha detto la figlia undicenne quando ha chiamato al 118. Vivevano a Palermo.

8 febbraio 2012, Immigrata di colore, 25 anni
Trovata strangolata nella sua auto nei pressi della stazione di Napoli. Le cronache non riportano neanche il suo nome.

13 febbraio 2012, Antonia Bianco, 43 anni
Uccisa per strada dall’ex compagno a San Giuliano Milanese con una stilettata al cuore. “Mi ha picchiato ancora”, le sue ultime parole.

15 febbraio 2012, Nike Adekunle, 20 anni
Prostituta nigeriana, bruciata viva a Palermo. Si era ribellata ai suoi aguzzini, voleva scappare a Roma col fidanzato.

15 febbraio 2012, Edyta Kozakiewicz, 39 anni
Polacca, picchiata e soffocata a Modena dal convivente italiano. Trovata nuda in casa.

17 febbraio 2012, Tommasina Ugolotti, 77 anni
Uccisa a Latiano dal figlio. I carabinieri erano intervenuti più volte in passato.

22 febbraio 2012, Wally Urbini, 88 anni
Uccisa per rapina a Cesena dalla vicina di casa marocchina.

24 febbraio 2012, Fernanda Frati, 70 anni
Accoltellata dal figlio con cui viveva a Maniago.

24 febbraio 2012, Elisabeth Sacchiano, 73 anni
Soffocata dal marito 79enne a Siracusa. “Era depressa”, ha detto l’uomo.

25 febbraio 2012, Qiaoli Hu, 39 anni
Cinese, accoltellata a Cavriana da un ex dipendente che le aveva chiesto soldi.

28 febbraio 2012, Brunella Cock, 30 anni
Trans trovata morta davanti al canile. Un uomo fermato mentre sotterra una pistola.

1 marzo 2012, Patrizia Klear, 31 anni
Tedesca, sgozzata a Grottaminarda . È stata trovata nel vialetto di casa dei suoceri.

2 marzo 2012, Gabriella Lanza, 49 anni
Uccisa a Napoli dal marito, che poi si è sparato. All’origine del gesto, motivi economici.

4 marzo 2012, Gabriella Falzoni, 51 anni
Il marito scopre un sms sul suo cellulare e la strangola. È accaduto a Roverbella (Mn).

4 marzo 2012, Francesca Alleruzzo, 45 anni Chiara Matalone, 19 anni
Mario Albanese, un camionista originario del Barese, non accetta la fine del matrimonio e uccide a Brescia l’ex moglie, la figlia di lei e il fidanzato di quest’ultima.

5 marzo 2012, Anna Cappilli, 81 anni
Picchiata e soffocata a Torino dal vicino di casa, che secondo la donna non pagava l’affitto.

5 marzo 2012, Esmeralda Encalada, 49 anni
Ecuadoregna, uccisa a Piacenza dall’ex fidanzato, un muratore siciliano, che non accettava la fine della relazione.

15 marzo 2012, Maria Diviccaro, 62 anni Maria Strafile, 65 anni
Trovate morte soffocate in casa a Barletta. La seconda era la badante della prima. L’omicidio sembra legato a questioni patrimoniali.

19 marzo 2012, Rita Pullara, 64 anni
Soffocata dal marito a Caselle per motivi legati alla gestione economica dei figli.

19 marzo 2012, Concetta Milone, 77 anni
Uccisa dal marito a Mesagne , convinto che fosse posseduta dal demonio.

23 marzo 2012, Annamaria Pinto, 50 anni
Il marito, ex carabiniere, le ha sparato a Ladispoli. Ha detto che la donna era ossessionata dal diavolo.

26 marzo 2012, Hane Gjelaj, 46 anni
Accoltellata per strada a Noale dal marito disoccupato. Era lei a mantenere la famiglia.

26 marzo 2012, Carmela Iamundi, 52 anni
Non ce l’ho fatta a puntare l’arma verso di me, così ho ucciso lei, ha detto il marito. Successo a Prata Sannita.

28 marzo 2012, Alfina Grande, 44 anni
Precipitata dal balcone a Tori-no. Era tornata da poco con l’ex marito, che in passato aveva denunciato per maltrattamenti.

2 aprile 2012, Camilla Auciello, 35 anni
Presa a martellate dall’ex compagno a Baricella. Lui non accettava la fine della relazione.

12 aprile 2012, Gianna Toni, 50 anni
Colpita da due proiettili sparati dal compagno a Calenzano. L’uomo, che ha ferito di striscio una delle figlie, ha tentato il suicidio.

19 aprile 2012, Giacomina Zanchetta, 67 anni
Uccisa dal marito a Vittorio Veneto . Prima o poi mi ammazza, ho i giorni contati, aveva confidato alle amiche.

20 aprile 2012, Tiziana Olivieri, 40 anni
Il compagno, 26 anni, la strangola e dà fuoco alla casa. Poi è costretto a confessare.

27 aprile 2012, Rosa Genovese, 26 anni
Uccisa a Villapiana dalla madre che ammazza pure il marito e tenta il suicidio.

27 aprile 2012, Vanessa Scialfa, 20 anni
Strangolata dal fidanzato che poi ha avvolto il corpo in un lenzuolo e lo ha gettato da un cavalcavia nell’Ennese.

30 aprile 2012, Antonietta Giarrusso, 65 anni
Uccisa con 27 fendenti fuori dal suo negozio di parrucche a Palermo.

30 aprile 2012, Pierina Baudino, 82 anni
Strangolata a Cuneo dal marito 76enne. Lei lo accusava di averla tradita.

2 maggio 2012, Matilde Passa, 63 anni
Uccisa dal marito che poi si è tolto la vita. L’uomo soffriva di depressione.

5 maggio 2012, Carmela Russi, 36 anni
Fermato a Santeramo e poi scarcerato lo zio. L’omicidio forse legato all’eredità.

5 maggio 2012, Rosa Amoroso, 80 anni
Uccisa insieme col marito ad Aci S. Antonio dal figlio che poi si è suicidato.

6 maggio 2012, Mariana Marku, 30 anni
Albanese, lavorava in un night a Cese. Colpita alla testa forse da un cliente.

6 maggio 2012, Giovanna Sfoglietta, 82 anni
Paralizzata da 8 anni. Uccisa nel sonno dal marito a Pegli. L’uomo si è sparato.

6 maggio 2012, Julissa Feliciano, 26 anni
Dominicana, lo aveva denunciato sei volte per stalking : il suo ex fidanzato l’ha accoltellata a Vicenza. Il 17 maggio il pm chiede di sentirla per le denunce, ma lei è già morta.

7 maggio 2012, Alessandra Cubeddo, 36 anni
Uccisa a mani nude dal compagno, poliziotto in pensione a Villaricca.

13 maggio 2012, Donna dominicana, 31 anni
Uccisa a coltellate ad Alessandria dal convivente venezuelano. I vicini sentivano spesso le loro liti.

17 maggio 2012, Maria Enza Anicito, 42 anni
Si erano lasciati da poco. Lui l’ha uccisa per strada a Paternò poi si è sparato in chiesa.

28 maggio 2012, Kaur Balwinde, 27 anni
Indiana, incinta di tre mesi, uccisa dal marito a Piacenza e poi gettata nel Po. Vestiva troppo all’occidentale.

31 maggio 2012, Sabrina Blotti, 44 anni
Uccisa a Cesena da un uomo con cui aveva avuto una breve storia e che poi aveva denunciato per stalking. L’uomo si è poi barricato nel duomo di Cervia e si è sparato.

1 giugno 2012, Claudia Benca, 23 anni
Sgozzata davanti al figlio di due anni dall’ex compagno. Lei lo aveva lasciato da poco.

7 giugno 2012, Rosina Lavrencic, 60 anni
Avrebbero dovuto sposarsi quattro giorni dopo. Lui l’ha uccisa a Staranzano.

11 giugno 2012, Marika Sjakste, 29 anni
Modella lettone, sognava di fare la stilista in Italia. Aveva una relazione con un ricco notaio milanese, che però aveva anche una famiglia.

12 giugno 2012, Alena Tyutyunikova
Moldava, era la badante di un uomo di 71 anni che, invaghito di lei, l’ha uccisa a Campegine, nel Reggiano. L’anziano ha sparato anche a quello che credeva il compagno della donna.

17 giugno 2012, Franca Lo Iacono, 61 anni
Trovata sgozzata in auto a Desio, nel Milanese. Era consuocera di un imprenditore ucciso il 14 novembre.

19 giugno 2012, Erna Pirpamer, 32 anni
Parrucchiera di Merano. Uccisa dall’ex compagno tunisino, che non accettava di essere stato lasciato.

19 giugno 2012, Jasvyr, 32 anni Jaspreet, 7 anni
Madre e figlia, uccise a Solofra dal marito che poi si è suicidato. Salva per miracolo un’altra figlia.

21 giugno 2012, Raachida Lakhdimi, 37 anni
Marocchina, soffocata e nascosta in un sacco dell’immondizia a Consandolo (Fe). Il marito si è costituito in Francia.

Azzurra Monaco


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner