Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 16 agosto 2017 - Ore 23:46

Ancora scosse in Emilia, salgono a 15 le vittime

Ancora scosse in Emilia, salgono a 15 le vittime

Italia - Il terremoto che il 20 maggio ha colpito l'Emilia, provocando sette morti e migliaia di sfollati, non sembra volersi arrestare. Sono state numerose e forti le scosse che hanno colpito, nella giornata odierna, il territorio modenese con uno spostamento ad ovest dell'epicentro rispetto alla scossa di domenica.
Il bilancio è tragico: le vittime sono 15, i dispersi 7 e 200 i feriti. Il numero degli sfollati è cresciuto in maniera allarmante: ai 6 mila iniziali, si sono aggiunti altri 8 mila.

LE VITTIME- Sono 15 le persone che hanno perso la vita a causa delle scosse di questa mattina.
Il crollo della ditta Meta di San Felice sul Panaro ha provocato la morte di tre operai. Uno era Kumar, 27enne del Punjab, deceduto assieme ad un altro operaio marocchino e ad un ingegnere italiano che stava effettuando i controlli di stabilità all'interno della fabbrica metalmeccanica.
Sergio Cobellini, 68 anni, pensionato, è morto a Concordia, Modena. L'uomo stava uscendo da una banca quando la caduta del tetto di un comignolo lo ha travolto. La sua abitazione era a pochi metri, ma l'uomo non è riuscito ad arrivarci.
Don Ivan Martini è morto nel crollo della chiesa della Stazione di Novi, a Rovereto, mentre tetava di salvare una piccola statua della Madonna durante il sisma che ha distrutto la sua chiesa. Il sacerdote, attardatosi nel recuperare la statuetta, è rimasto schiacciato da una grossa trave.

SI SCAVA TRA LE MACERIE- La scena è la stessa. Come domenica scorsa, si torna a scavare tra le macerie nel Modenese. Cinquanta militari del Genio Ferrovieri di Bologna si sono aggiunti ai soccorritori e stanno scavando, in queste ore, alla ricerca dei dispersi.
La Protezione Civile ha chiesto di lasciare libera la Statale 12 del Canaletto, che collega Mirandola a Modena, per poter avere una via preferenziale per i soccorsi.

I CROLLI- Si sono registrati molteplici crolli nei comuni di Medolla, Mirandola, Cavezzo, Finale Emilia e San Felice Sul Panaro. In particolare, sono stati coinvolti nei crolli anche il Duomo e la Chiesa di San Francesco di Mirandola.
Il centro storico di Crevalcore, nel Bolognese, è stato sgomberato creando, purtroppo, 2.000 nuovi sfollati.

GOVERNO- Il presidente del consiglio, Mario Monti, ha affermato che, nella giornata di domani, il Consiglio dei Ministri assumerà nuovi provvedimenti di emergenza per il terremoto in Emilia. Il ministro dell’Interno, Anna Maria Cancellieri, ha visitato alcune delle zone colpite dalle scosse di oggi e ha confermato l’impegno del governo.
Per lunedì 4 giugno è prevista, inoltre, una giornata di lutto nazionale per i fatti degli ultimi giorni nella Regione. Le celebrazioni del 2 giugno sono state, invece, confermate dal Quirinale.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner