Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 18 agosto 2017 - Ore 07:11

Omicidio Romano: spunta il movente passionale

Omicidio Romano: spunta il movente passionale

Ruffano - Omicidio Romano: le dichiarazioni shock dell'assassino.
Michele Espedito Valentini, il 27enne di Supersano accusato dell'omicidio di Roberto Romano, si è costituito spontaneamente ai carabinieri due giorni fa.

Il giovane durante l'interrogatorio di garanzia dinanzi al gip Carlo Cazzella e al sostituto procuratore Giovanni De Palma, ha dichiarato: "Non doveva accadere, non avrei mai pensato che potesse succedere una cosa dal genere. La mia vita è rovinata per sempre".
Le sue sono parole di disperazione tra le lacrime.

Nell'interrogatorio durato più di un'ora e mezza, Valentini assistito dal suo avvocato Mario Coppola, ha ricostruito i concitati minuti dello scorso 26 marzo, durante i quali si consumò l'omicidio di Roberto Romano.

Valentini ha anche dichiarato al gip: "La pistola non era mia, io volevo solo parlare e chiarire la vicenda".

Ed ecco che riappare il "lato rosa" della vicenda: Valentini ha dichiarato che da tempo aveva intrapreso una relazione con la moglie di Romano, il quale venuto a conoscenza di questa relazione, il giorno dell'omicidio si era recato presso l'abitazione di Valentini, dicendo ai parenti che lo spettava da casa.

Valentini si sarebbe recato da Andrea Macagnino, arrestato per concorso in omicidio e tentato omicidio, e si sarebbe fatto accompagnare a casa di Romano.
Da li lo scoppio di un violento litigio verbale, degenerato nella sparatoria.

Secondo la ricostruzione di Valentini, Romano avrebbe estratto la pistola con un repentino movimento, Valentini si sarebbe lanciato contro riuscendo a disarmarlo e facendo cadere la pistola.
Una volta raccolta la pistola da terra, secondo Valentini, sarebbero partiti i colpi che poi avrebbero ferito mortalmente Roberto Romano, spirato poco dopo in ospedale, e che avrebbero colpito anche Dario Traversa.

Successivamente alla sparatoria. Valentini sarebbe scappato facendo ritorno a casa, per poi recarsi in una campagna dove avrebbe gettato la pistola, ritrovata dai carabinieri.

Valentini ha quindi fornito ai magistrati una descrizione dettagliata dell'accaduto, mimando anche fisicamente i movimenti.
Gli inquirenti, sentita la testimonianza di Valentini, assassino materiale di Romano, stanno valutando ipotesi, dettagli e particolari.
Le indagini proseguono serrate, grazie al lavoro del comando provinciale dei carabinieri, guidati dal capitano Biagio Marro.
Presto potrebbero venire alla luce importanti risvolti.

Daniela Coluccia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner