Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 19 ottobre 2017 - Ore 02:10

Omicidio Romano: fermato un 22enne a Supersano

Omicidio Romano: fermato un 22enne a Supersano

Ruffano - Svolta nelle indagini in merito all'agguato nel quale, sabato pomeriggio, ha perso la vita Roberto Romano, 36enne di Ruffano.
Alle prime ore di questa mattina, a Supersano, i militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Lecce hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto Andrea Macagnino, un 22enne originario di Supersano, con l'accusa di concorso in omicidio e tentato omicidio.

Il ruolo ricoperto dal giovane è stato ricostruito attraverso le accurate indagini svolte dal Procuratore della Repubblica di Lecce, Dott. Cataldo Motta, e dal Sostituto Procuratore Giovanni De Palma.
Molti testimoni hanno notato l'auto dell'indiziato, una Golf, mentre imboccava controsenso la Via Boccaccio di Ruffano, portando il killer sul luogo dell'agguato a Roberto Romano.

Il 22enne avrebbe atteso sotto l'abitazione della vittima con il motore acceso e la portiera del passeggero aperta, mentre all'interno dell'abitazione venivano esplosi non meno di quattro colpi da arma da fuoco nei confronti di Roberto Romano e Dario Traversa, rimasto ferito ad una gamba.
I fatti sono stati ricostruiti grazie ad una meticolosa analisi del luogo del delitto che ha immediatamente evidenziato che la dinamica si è svolta all’interno dell’abitazione.
Ciò ha permesso di ipotizzare una conoscenza e una frequentazione del killer con le due vittime, tale da giustificare l’ingresso in casa dell’assassino.

Da questi capisaldi ha preso il via la minuziosa e paziente ricostruzione dei militari del Nucleo Investigativo che, con un lavoro costante e puntiglioso, hanno riallacciato i fili di una matassa contorta, non senza oggettive difficoltà ambientali legate alla reticenza degli abitanti di via Boccaccio.
La supervisione della Procura della Repubblica ha, inoltre, consentito di attivare tutte le risorse possibili per garantire in tempi brevi i responsabili alla giustizia, poiché anche il presunto omicida è stato identificato.

Continuano le indagini volte a fare chiarezza circa il movente ed le persone coinvolte nel delitto, nonché all’individuazione di tutti coloro che hanno in qualche modo contribuito direttamente o indirettamente ad agevolare i colpevoli.
Dopo le formalità di rito, Andrea Macagnino è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Borgo San Nicola.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner