Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 20 ottobre 2017 - Ore 07:15

Triplo furto a Borgagne, arrestato il palo

Triplo furto a Borgagne, arrestato il palo

Melendugno - Ieri sera, a Borgagne, frazione di Melendugno, si è consumato un triplo furto ad opera di tre malviventi.
L'azione criminale dei tre ha avuto inizio in Via Matteotti, dove si è consumato il primo furto, poi si sono introdotti in una seconda abitazione, accumulando un prezioso bottino.
Non contenti, però, i tre si sono spostati con una potente Audi A6 dall'altra parte del paese, prendendo di mira una casa situata nelle vicinanze della circonvallazione che rappresentava, dunque, una facile via di fuga.
Armati di fucile, i ladri si sono introdotti nell'ultima abitazione minacciando la padrona di casa e portando via in pochi minuti ciò che potevano.
Il "palo", rimasto nella macchina fuori dall'abitazione per controllare la situazione, è stato notato da due carabinieri fuori servizio originari del posto. Il suo atteggiamento defilato, l'auto parcheggiata in un punto molto buio e la postura dell'uomo che tentava di non farsi vedere dall'esterno, hanno messo in allarme i due bravi carabinieri che hanno subito allertato la centrale operativa.
Attendendo l'arrivo delle pattuglie, però, i due carabinieri hanno bloccato l'uomo. All'arrivo dei colleghi, due individui col volto travisato sono stati visti uscire in tutta fretta da un'abitazione poco distante e, sebbene fossero inseguiti dai militari, i due sono scappati nelle vicine campagne non lasciando traccia.
Il palo, invece, è stato tratto in arresto. Si tratta di Filippo Miguel Breglia, 35enne di Palo del Colle (Bari), già noto alle forze dell'ordine perché facente parte della "Banda dell'Audi", che da alcuni mesi infierisce nel Salento.
Da un rapido controllo della macchina, sono stati rinvenuti due televisori LCD di nuova generazione, monili in oro ed attrezzi usati per scassinare porte e finestre, oltre che due radio portatili, chiaro elemento di furti già perpetrati. Il giovane ha vanamente tentato di trovare improbabili scusanti, evidenziando una certa professionalità anche in una situazione assolutamente sfavorevole. Tuttavia i Carabinieri hanno, nel corso della notte, ricostruito il percorso della banda, rintracciando, e prendendo le rispettive denunce, due persone del posto che, avvisate dagli stessi Carabinieri e trovandosi fuori dalle abitazioni, non si erano ancora rese conto del furto già patito. A loro sono stati riconsegnati gli oggetti trafugati.
La terza vittima verrà sentita nelle prossime ore.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner