Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 19 ottobre 2017 - Ore 23:43

Fasano, mamma molestata da un bidello

Fasano, mamma molestata da un bidello

Brindisi - Un giovane donna ha ritirato la sua bimba da una scuola materna di Fasano stanca delle attenzioni morbose subite da parte del bidello.

L'episodio ha avuto fortunatamente breve durata.
E' iniziato tutto il 16 febbraio scorso quando alla donna si avvicinò, per la prima volta, uno dei bidelli della scuola subito dopo aver lasciato sua figlia andare in classe.

Avviatasi all'uscita della scuola, la donna viene di lì a poco afferrata alle spalle dall'uomo che l'ha spintonata verso un angolo buio tra l'ingresso ed il corridoio di accesso alle aule; qui ha poi tentato di baciarla sulle labbra, sebbene il repentino movimento della donna ha fatto si che il conttato fosse avvenuto solo sulla guancia. La donna è scappata nell'aula di sua figlia attendendo che l'uomo s'allontanasse per poi tentare di uscire. Il bidello le si è avvicinato nuovamente sussurando che l'avrebbe chiamata per telefono. Il telefono della donna è squillato per ben due volte senza, però, alcuna risposta.

Accresce lo stato d'ansia della giovane donna, che il mattino seguente si è fatta accompagnare a scuola da un'amica. Non è accaduto nulla sino al 18 febbraio, giorno in cui non avendo amici che potessero accompagnarla all'uscita da scuola è stata costretta ad andarci sola. Qui il bidello è tornato all'attacco. L'ha afferrata dinuovo  per il braccio e l'ha spinta verso  l'angolo buio, costringendola ad afferrare un biglietto dalle sue mani. La mamma, agitata e ansiosa, è riuscita a divincolarsi ed a  correre verso l'uscita con la sua piccola, che purtroppo ha perso l'equilibrio, cadendo. Fortunatamente è intervenuto subito un amico che ha accompagnato mamma e figlia al Pronto Soccorso.

Ora la bambina è stata definitivamente ritirata da quell'istituto, ma i gravi atti persecutori hanno spinto la donna a rivolgersi ad un avvocato, Bernardino Turchiarulo, con il quale si è recata alla caserma dei Carabinieri di Fasano per presentare una denuncia-querela ai danni del bidello.

Ora le forze dell'ordine indagheranno sull'accaduto facendo leva anche sulle testimonianze.

Daniela De Angelis


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner