Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 23:32

Morte studentessa bolognese, causata dalla velocità

Morte studentessa bolognese, causata dalla velocità

Porto Cesareo - La notte dello scorso 19 Agosto sulla sp 340 che collega Torre Lapillo a Porto Cesareo, la studentessa
bolognese di 23 anni, Anna Innorta fu investita mentre attrversava la strada con un suo amico 20enne, Marino Cavoluzzi, da una smart guidata da un'altra ragazza 24enne, Valentina Carrozzo di Salice Salentino.

Secondo le indagini effettuate per ricostruire la dinamica e le evntuali responsabilità dell'incidente, dall'ing. Sergio Leo, consulente dei familiari della vittima, l'automobilista avrebbe commesso una serie doi infrazioni del codice della strada che poi avrebbero causato l'incidente e la morte della giovane 24enne.

Ovvero la conducente dell'auto, non avrebbe rispettato la velocità e i segnali verticali di attraversamento pedonale, imposti dalla segnaletica verticale presente sulla strada.

La velocità elevata oltre i limiti consentiti sarebbe stata la causa principale dell'incidente, dichiara il legale degli Innorta, l'avv. Giuseppe Romano.

Inoltre fondamentale nelle indagini è la testimoninza di un motociclista, secondo il quale i pedoni anche senza un'illuminazione stradale adeguata, sarebbero stati visibili alle luci delle vetture.

La giovane automoibilista che ha investito i due ragazzi, ora rischia il rinvio a giudizio su decisione del pm.

Daniela Coluccia


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner