Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 18 novembre 2017 - Ore 16:54

La tragedia della Costa Concordia, a bordo tanti salentini

La tragedia della Costa Concordia, a bordo tanti salentini

Italia - Decine di pugliesi, fra cui anche una famiglia salentina, si trovavano a bordo della Costa Concordia, l'enorme nave che ieri sera, intorno alla mezzanotte, si è reclinata su un fianco dopo l'impatto con uno scoglio al largo dell'Isola del Giglio. La collisione ha fatto imbarcare un'ingente quantità di acqua alla nave che, in pochi minuti, ha iniziato ad affondare.

Tre persone, due francesi e un peruviano, hanno perso la vita nel tragico incidente mentre sono 60 i feriti e 40 i dispersi.
In molti, a bordo della nave del gruppo Costa Crociere, erano di origine pugliese e salentina: tre famiglie di Fasano, due parrucchieri di Brindisi e Tuturano, dieci persone originarie di Galatina e, infine, una donna di Taranto.

Tra loro nessuna vittima, ma tanta paura. Uno dei dieci fasanesi, Giuseppe Miccoli, che avevano scelto la crociera per trascorrere una vacanza dopo un anno di lavoro, racconta la tragica avventura: "Intorno a noi è stato tutto un rompersi di piatti e tavoli rovesciati, gente urlante e bambini che piangevano. Sono andato subito sul ponte a vedere la posizione delle scialuppe e ho portato il nostro gruppo fuori, portandolo vicino ad una di queste. E' stato subito chiaro che non c'era più niente da fare".

Più scossa la testimonianza di Nicoletta Bacca, parrucchiera di Tuturano, che ancora non riesce a trattenere le lacrime nel raccontare la vicenda: "Non avrei mai potuto immaginare che una nave così immensa potesse capovolgersi su se stessa. Non potrò mai dimenticare la paura nelle lacrime dei bambini, negli anziani e in tutti quegli uomini che, in preda al panico, ho visto gettarsi nell'acqua gelida dal sesto e dal settimo piano della nave". La donna si trovava, insieme ad altri duecento parrucchieri italiani, sulla nave per partecipare alle selezioni di un programma televisivo.
"Non ho più nulla, ho perso tutto", racconta invece un membro dell'equipaggio della Concordia, pugliese, "Ho avuto solo il tempo di prendere il cellulare per comunicare con i miei parenti e tranquillizzarli. Noi abbiamo cercato di fare del nostro meglio per mettere tutti in salvo e senza allarmare gli ospiti. Ci sono stati attimi di panico e qualcuno si è lanciato in acqua. Pare che due componenti dell'equipaggio non si trovino più, ma non bisogna dare credito alle voci".
Le cause della violenta collisione sarebbero dunque da ricercarsi nell'impatto con lo scoglio che avrebbe aperto uno squarcio nella nave di 70 metri, ma sono ancora da accertare le responsabilità del comandante, dato che la nave avrebbe dovuto navigare ad almeno tre miglia dalla costa.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner