Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 22 ottobre 2017 - Ore 03:07

Fotografa le parti intime delle donne, denunciato maniaco

Fotografa le parti intime delle donne, denunciato maniaco

Gallipoli - Un operaio di Racale (C.S.) incensurato ma con uno strano hobby per la fotografia è stato denunciato nel tardo pomeriggio di domenica dai Carabinieri della Stazione di Gallipoli, intervenuti assieme ai colleghi dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Gallipoli e dell’ 11° Battaglione Carabinieri Puglia, in rinforzo nella città bella per il periodo estivo, presso il Parco acquatico Acqua Splash di Gallipoli dove, a partire dalla tarda mattinata si stavano verificando fatti assai singolari. C.S. infatti, nel godere della bellissima giornata fra le onde si stava, sin dall’orario di apertura del Parco, dedicando, armato di macchina fotografica ultra teconologica e videocamera di ultima generazione “water resistant”, anche ad un suo perverso hobby, fotografando e facendo video alle parti intime di ragazze e signore presenti nelle piscine e fra gli scivoli. La tempestiva segnalazione del personale addetto all’assistenza dei bagnanti del Parco al numero di emergenza 112, nonché le numerose telefonate giunte dalle malcapitate, hanno consentito che il giovane fosse immediatamente bloccato ed identificato, per poi, raccolte le denunce di alcune vittime (e dei loro Compagni e Mariti, decisamente infastiditi), essere denunciato in stato di libertà per Violenza Privata ed interferenza sulla vita privata delle persone. 

Ma le sorprese per gli uomini dell’Arma gallipolina e per i loro colleghi del Battaglione di Bari non erano ancora finite: nell’ambito della perquisizione di rito addosso al giovane e presso l’armadietto provvisoriamente in uso allo stesso quale cliente del Parco divertimenti infatti, i militari hanno rinvenuto altre due macchine fotografiche e video camere professionali nelle cui schede di memoria erano salvati più di 3.000 file foto video di parti intimi femminili, scattate e riprese sempre all’interno dello Splash o comunque di altra struttura analoga. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. I Carabinieri invitano chiunque avesse contezza di essere stata “immortalata” di sporgere denuncia querela presso una qualsiasi Stazione Carabinieri o Ufficio di polizia.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner