Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 17 agosto 2017 - Ore 17:41

In giro a rubare biciclette. Individuati dalla polizia

In giro a rubare biciclette. Individuati dalla polizia

Lecce - Il 22 febbraio ed il 16 marzo scorso due persone sporgevano denuncia contro ignoti per il furto delle proprie biciclette.

Gli operatori della Sezione Volanti procedevano ad espletare le dovute indagini, visionando le immagini dell’impianto di sorveglianza situato nelle vicinanze dei luoghi ove si erano perpetrati i furti.

In particolare, scorrendo le immagini del 22 febbraio i poliziotti riconoscevano E.A. marocchino dell’83 e D.E. leccese del’73, noti all’ufficio per i numerosi precedenti di Polizia. Essi, giunti nei pressi della Prefettura, si scambiavano le giacche rispettivamente indossate e E.A. rompeva il cavalletto della  bici, mentre D.E. con tale oggetto rompeva una catena che legava la bicicletta alla rastrelliera e dopo ciò si allontanavano portandosi via la biciletta.

In data 16 marzo scorso i due indagati venivano fermati da una volante nei pressi della stazione; sottoposti ai relativi controlli, si rinveniva sugli stessi un cavalletto di una bici, il medesimo utilizzato per perpetrare il furto della bici il giorno 22 febbraio. I due venivano trovati in possesso di una bici color petrolio rubata nella stessa giornata.

In seguito i poliziotti effettuavano un controllo in via San Pietro in lama presso uno stabile abbandonato dove rinvenivano 9 bicilette di sospetta provenienza, occultate. A seguito degli accertamenti effettuati, si acclarava che VE era sottoposto alla sorveglianza speciale, mentre E.A. era stato raggiunto da un ordine di esecuzione per la carcerazione e contestuale sospensione emesso dal Tribunale di Bologna.

Emergendo gravi indizi di colpevolezza a carico dei due, che fanno ipotizzare la responsabilità  sia in relazione alle biciclette nascoste nel casolare abbandonato, sia in relazione al furto davanti alla Prefettura in occasione del quale essi furono ripresi dalla telecamera. Il Giudice per le Indagini preliminari, ravvisandosi le esigenze cautelari ha disposto per VE ed EA la sottoposizione alla misura cautelare degli arresti domiciliari per il reato di ricettazione.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner