Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 02:36

Lancio di rifiuti dai balconi sugli operatori della Monteco

Lancio di rifiuti dai balconi sugli operatori della Monteco

Lecce - Gettavano i rifiuti dai balconi degli ultimi piani sugli operatori della Monteco impegnati negli interventi di lavaggio e pulizia degli spazi pubblici condominiali. E’ successo questa mattina alle Case Magno. 

Dichiarazioni di Andrea Guido, assessore alle Politiche Ambientali del comune di Lecce, sull’accaduto: "E’ un reato. Né più né meno! E mi spiace davvero che qualche incivile stupido debba poi mettere così in cattiva luce una comunità rispettabile di cittadini qual’è quella che risiede nel complesso di Viale della Repubblica. Comportamenti del genere non possono trovare giustificazioni. Se pensiamo poi che il gesto era rivolto verso persone che svolgevano il proprio lavoro negli interessi dei residenti stessi delle Magno, allora possiamo immaginare quanta stupidità, ingratitudine, maleducazione e spregevolezza era insita in quell’azione. Gli operatori della Monteco, infatti, erano impegnati in servizi di lavaggio, pulizia e riassetto di tutti gli spazi aperti condominiali del complesso. Si trattava di interventi fondamentali per l’ambiente urbano e per il decoro di tutta l’area di cui a beneficiarne sono principalmente gli stessi residenti.

Mi sono recato di persona per verificare l’accaduto e non ho potuto far altro che prendere atto di un vero e proprio affronto alla società civile del quartiere intero. Proprio così! perché ritengo che il danno più grave, questi 4 stolti, lo abbiano arrecato all’immagine e alla reputazione del loro rione, prima di ogni cosa. 

Per fortuna nessuno si è fatto male e nessun ulteriore danno ne è derivato. Ma questo non vuol dire nulla. Sicuramente questi nostri concittadini incivili non lo sanno che i Giudici della Suprema Corte hanno ritenuto che la fattispecie criminosa di “getto di cose pericolose” di cui all’art. 674 del c.p. viene punita con l’arresto fino ad un mese e l’ammenda fino ad € 206,00. Questo vale per “chiunque getta o versa, in un luogo pubblico o in un luogo privato ma di comune o di altrui uso, cose atte a offendere o imbrattare o molestare persone. E’ un tipico reato punibile indifferentemente a titolo di dolo o colpa; e si tratta d’un reato di pericolo, perché non è necessario che dalla condotta illecita derivi danno per qualcuno essendo sufficiente che questo danno possa essere causato. Non solo incivili, quindi, ma anche ignoranti. Perché altrimenti non avrebbero rischiato così grosso”.


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner