Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 21 novembre 2017 - Ore 11:23

Minaccia e perseguita i vicini di casa, arrestato 36enne

Minaccia e perseguita i vicini di casa, arrestato 36enne

Cutrofiano - I Carabinieri della Stazione di Cutrofiano, questa mattina, hanno arrestato Gianluca Polimeno, trentaseienne del luogo, con l’accusa di atti persecutori aggravati e continuati, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce.

I fatti risalgono al 24 novembre scorso e si sono protratti sino a pochi giorni fa. Si tratta di una serie di condotte violente, ingiurie e minacce di morte alle vittime, anche con danneggiamenti di autovetture di proprietà di una famiglia di Cutrofiano, la cui unica colpa, si ritiene, sia quella di essere vicini di casa dell’arrestato.

L’abitazione delle vittime, però, è dotata di impianto di videosorveglianza. I Carabinieri, dopo aver acquisito le registrazioni, ne hanno visionato i filmati e sono riusciti ad individuare l’autore delle numerose condotte illecite, sebbene solo dal punto di vista fisico. A qual punto si trattava di attribuire un nome a quella persona e quindi l’attività è andata avanti sino a quando i Carabinieri non sono giunti alla sua identificazione. 

Polimeno era stato immortalato  mentre attuava le sue proprie condotte persecutorie e minatorie nei confronti delle vittime.

Utili si sono rivelate anche le registrazioni audio e video eseguite dalle vittime esasperate, che hanno dato contezza dei numerosi momenti in cui Polimeno ha manifestato la sua pericolosità minacciando le vittime con frasi come: vi ammazzo; ti taglio la testa; conosco gente mafiosa che può metterti bombe dappertutto; ti taglio la testa quando esci per andare al lavoro.

L’uomo, nei mesi scorsi, si era reso protagonista dell’incendio dell’abitazione e di autovettura della povera famiglia vittime delle sue persecuzioni.

L’arrestato si trova ai domiciliari presso la sua propria abitazione, dove è stato accompagnato dai Carabinieri, dopo le formalità di rito. 


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner