Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 20:32

Gli altri utenti stanno guardando:

Arrestato all'alba il latitante ergastolano Perrone

Arrestato all'alba il latitante ergastolano Perrone

Trepuzzi - Scovato e catturato l'ergastolano latitante Antonio Perrone, evaso due mesi nella rocambolesca fuga dall'ospedale Vito Fazzi. All'alba di oggi, intorno alle 5 del mattino, gli agenti della Squadra Mobile e della Polizia Penitenziaria hanno fatto irruzione in una abitazione alla periferia di Trepuzzi, al civico 54 di via 2 Giugno, ove è stato rintracciato l’ergastolano Perrone, latitante dal 6 novembre scorso, quando riuscì a fuggire durante un controllo medico presso il locale nosocomio. L'uomo si nascondeva in casa di un incensurato di Trepuzzi, che ha coperto in questi mesi la latitanza del malvivente.

Anche in questa circostanza il Perrone ha tentato la fuga, stavolta attraverso il terrazzo dell'abitazione, ma è stato immediatamente bloccato dai poliziotti. Aveva con sé la pistola beretta rapinata all’agente di Polizia Penitenziaria durante la sua fuga rocambolesca dall’Ospedale Vito Fazzi, arma con la quale aveva ferito un altro agente; all’interno della pistola vi erano ancora 15 cartucce ed un colpo in canna; inoltre, nell'abitazione erano nascosti un Kalashnikov, 10 cartucce calibro 12, oltre che la somma di 4660 euro in contanti.

Il Questore della Provincia di Lecce, Pierluigi D'Angelo, ha rivolto un plauso ai funzionari della Squadra Mobile che hanno dimostrato tenacia e non comune capacità investigativa. La cattura del pericoloso latitante Perrone, che ha dimostrato la sua pericolosità sia nel momento della fuga che nelle fasi della sua cattura, è il frutto di incessante attività investigativa posta in essere, sin dal primo momento e senza soluzione di continuità, dalle donne e dagli uomini della Polizia di Stato e della Polizia Penitenziaria. Un risultato importante che restituisce sicurezza a tutta la comunità salentina, reso possibile grazie al lavoro sinergico tra Polizia di Stato, Arma dei CarabinieriGuardia di Finanza e Polizia Penitenziaria, sempre in prima linea sia nella fase del controllo del territorio, che in quella investigativa svolta sotto il coordinamento del Procuratore Distrettuale Cataldo Motta


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner