Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 24 agosto 2017 - Ore 09:03

Tentata estorsione aggravata e minaccia, nei guai 54enne

Tentata estorsione aggravata e minaccia, nei guai 54enne

Nardò - I militari della Stazione di Nardò hanno arrestato nella tarda serata di ieri, in flagranza di reato, Franco Lega, 54enne di Nardò, (pluripregiudicato per furto, ingiuria, violenza e minaccia a pubblico ufficiale ed evasione), con l’accusa di tentata estorsione aggravata e minaccia. La storia sarebbe degna delle migliori sceneggiature di film d’azione, se non fosse drammaticamente vera. Infatti, nel tardo pomeriggio di ieri, l’arrestato si presentava presso gli Uffici Servizi Sociali del Comune di Nardò, accecato dall’ira e completamente fuori di sé, brandendo e sventolando una bolletta AQP emessa a suo carico per un ammontare di 700,00 euro, di fronte a sé trovava una povera malcapitata funzionaria ed assistente sociale di quegli uffici dalla quale, con aggressioni verbali e minacce, pretendeva il pagamento della stessa bolletta. Al comprensibile rifiuto da parte della povera impiegata, l'uomo straeva dalla tasca dei pantaloni un coltello di 18 cm  continuando a pretendere, con aggressioni verbali e minacce sempre più gravi, il pagamento della bolletta. Fortunatamente, da un ufficio accanto a quello dove si stava consumando l’aggressione, altri funzionari comunali, spaventati dalle urla, chiamavano i Carabinieri che, immediatamente, accorrevano sul posto, bloccando il malvivente, disarmandolo ed accompagnandolo presso altri uffici pubblici: quelli della Stazione CC di Nardò, dove, terminate le formalità di rito e sentito il PM di turno, Dott.ssa MININNI, Lega veniva dichiarato in stato di arresto in flagranza di reato per tentata estorsione e minaccia aggravate ed accompagnato presso la propria abitazione, in regime di arresti domiciliari. La funzionaria comunale invece se l’è cavata fortunatamente solo con un grosso spavento e si è dimostrata sin da subito estremamente riconoscente nei confronti dei militari dell’Arma il cui immediato intervento è stato davvero provvidenziale per la propria incolumità.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner