Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 19:49

Sbarco di iracheni a Tricase Porto: arrestato scafista brindisino

Sbarco di iracheni a Tricase Porto: arrestato scafista brindisino

Tricase - Fa sbarcare clandestinamente sulle coste salentine degli immigrati iracheni, ma viene scoperto ed arrestato dai carabinieri. E' successo tutto nel pomeriggio di ieri nel comune di Tricase, quando i carabinieri del Nucleo Operativo della locale Compagnia hanno tratto in arresto Paolo Dell'Anno, 47enne di Brindisi già noto alle Forze dell'Ordine, in quanto ritenuto responsabile del reato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.  

Diverse le telefonate giunte al 112 nel primo pomeriggio di ieri, con le quali venivano segnalati movimenti sospetti a Tricase Porto, dove aveva temporaneamente ormeggiato una piccola imbarcazione, dalla quale erano rapidamente sbarcate 5 persone; dopodichè, il natante si era velocemente allontanato prendendo il largo. La scena, inuequivocabile agli occhi dei passanti, è stata peraltro ripresa col proprio telefonino cellulare da un cittadino residente nella zona, ma numerose sono state le persone che hanno assistito allo sbarco e che hanno fornito collaborazione ai militari dell'Arma. 

Sul posto è così giunta in breve tempo una pattuglia dei Carabinieri di Spongano che ha fermato i cinque individui, rivelatisi poi un intero nucleo familiare iracheno, composto da padre 45enne, madre 43enne e tre figli minori, di cui un ragazzo 14enne e due ragazze di 15 e 8 anni. Il capofamiglia aveva un passaporto iracheno ed uno stato di famiglia su cui erano riportati i restanti componenti familiari. Contemporaneamente una pattuglia della squadra Radiomobile di Tricase, dalla costa, ha individuato la barca ed ha iniziato a seguirla per quanto possibile lungo la litoranea in direzione sud, fornendo costantemente la posizione alla Capitaneria di Porto di Gallipoli. L'inseguimento in mare, nelle acque del Basso Salento, si è concluso poco dopo, quando una motovedetta partita da Santa Maria di Leuca, grazie anche alle indicazioni fornite in diretta dai militari della Radiomobile, ha intercettato e fermato la barca. A bordo vi era solo Paolo Dell'Anno. Scortato presso il Porto di Santa Maria di Leuca, lo scafista è stato così preso in consegna dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Tricase e della Stazione di Castrignano del Capo. Dopo le formalità di rito, il 47enne brindisino è stato condotto presso la Casa Circondariale di Borgo San Nicola. 

La barca (di proprietà di un altro brindisino), un tablet, un cellulare e tutta l'attrezzatura utilizzata per la navigazione, è stata sottoposta a sequestro presso il porticciolo di Santa Maria di Leuca. Dall'esame della strumentazione sarà possibile capire la rotta seguita dallo scafista, ma i primi indizi raccolti dagli inquirenti conducono all'isola greca di Fanò, probabile luogo di partenza. Tale isola, situata nel Canale d'Otranto, è la più occidentale dell'arcipelago greco, da cui le coste italiane distano appena 80 km. 

La famiglia irachena, dopo le procedure di identificazione, è stata trasferita presso il centro di prima accoglienza "Don Tonino Bello" di Otranto. Le indagini sono tuttora in corso per chiarire le eventuali responsabilità del proprietario della barca.

La Redazione


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner